Presidenza dell’UE: Guerra delle dichiarazioni tra il Presidente Iohannis e la Premier Dancila

0
76

Quanto può servire per gli interessi della Romania l’esportazione delle tensioni politiche interne all’esterno?

La premier Dancila: “Siamo pronti ad assumere la presidenza di turno del Consiglio dell’UE”

La premier Viorica Dancila ha dichiarato martedì sera che la Romania è pronta ad assumere la presidenza a rotazione del Consiglio dell’Unione europea, e sono stati fatti pure i preparativi per il vertice che si terrà a Sibiu nel 2019. Commentando le dichiarazioni del presidente Klaus Iohannis secondo cui non siamo preparati e il governo dovrebb’ essere sostituito, Dancila ha detto: “Il  Presidente, attraverso le esortazioni di dimissioni del governo, mette in pericolo gli interessi della Romania”.

Il presidente Klaus Iohannis ha dichiarato lunedì nella riunione dell’Associazione delle municipalità della Romania che il nostro Paese non è pronto ad assumere la presidenza del Consiglio dell’ UE e che il governo di Dancila – Dragnea, che ha definito come un “incidente della democrazia”, dovrebb’ essere sostituito.

Viste le tensioni a Bucarest, il primo ministro finlandese ha espresso la disponibilità del suo Paese di assumere la presidenza del Consiglio dell’UE

Lunedì, il primo ministro Juha Sipilä ha espresso la disponibilità del suo Paese di assumere la presidenza del Consiglio dell’UE viste le tensioni a Bucarest, ma le autorità romene hanno detto che la Romania può assumere questa carica, secondo il programma stabilito. La Finlandia assumerà la presidenza del Consiglio a luglio 2019.

Viorica Dăncică è stata chiesta, martedì sera, ad Antena 3, come commenta le dichiarazioni del premier finlandese che ha dichiarato di essere disponibile ad assumere la presidenza di turno del Consiglio dell’Unione Europea, al posto della Romania.

“Ci si aspettava, in seguito alle affermazioni del presidente Klaus Iohannis, di avere effetti come questo. Sicuramente la Romania è pronta ad assumere la presidenza del Consiglio dell’Unione Europea, il governo romeno è preparato e questo lo sa anche il Presidente Iohannis, perché abbiamo un Comitato interministeriale per la Presidenza del Consiglio dell’UE a cui hanno partecipato anche rappresentanti dell’amministrazione presidenziale. Inoltre, ho avuto un incontro con il presidente Iohannis per spiegarli lo stato dei preparativi”, ha dichiarato Viorica Dancila.

La Dancila ha spiegato che durante la presidenza romena ci saranno stati oltre un migliaio di incontri formali e informali. Viorica Dăncilă ha dichiarato che si fanno anche i preparativi per il vertice di Sibiu, a cui parteciperanno i capi di Stato e di governo dell’Unione europea, post Brexit.

“Ci sono cifre che dimostrano la serietà con cui verrà trattata l’assunzione della Presidenza e il fatto che siamo preparati e possiamo assumere la presidenza di turno. In questo momento, durante la presidenza austriaca, la Romania detiene la presidenza in piano due. Ciò renderà ancora più semplice il passaggio dalla presidenza austriaca a quella romena”, ha affermato Dancila.

Alla domanda perché pensa che Klaus Iohannis abbia dichiarato che non siamo preparati ad assumere la presidenza di turno, Dancila ha dichiarato: “Il presidente, con queste affermazioni, con le esortazioni di dimissioni del governo mette in pericolo gli interessi della Romania. Rispetto l’istituzione presidenziale, come tutte le altre istituzioni dello stato. Cerco nel lavorare insieme, ma mi vedo obbligata di combattere un tale atteggiamento del presidente della Romania. Mi chiedo cosa vuole il presidente: anarchia, instabilità politica?”

La premier ha dichiarato che il capo dello stato “è ossessionato di rovesciare l’attuale governo”.

Il MAE: la Romania è pronta ad assumere, il 1 gennaio 2019, la presidenza del Consiglio dell’UE

Il Ministero degli Affari Esteri (MAE) ha trasmesso martedì sera che la Romania è pronta per assumere la presidenza del Consiglio dell’Unione europea il 1 ° gennaio 2019 e che i preparativi vengono effettuati secondo il calendario. Inoltre, il MAE afferma che il buon andamento del mandato “è un esercizio comune che deve basarsi su un consenso politico tra tutte le istituzioni statali e su un dialogo aperto e onesto”.

Il ministero degli Esteri ha fatto delle dichiarazioni “nel contesto della diffusione nei media di alcune informazioni che la Romania non sia pronta ad assumere la presidenza del Consiglio dell’Unione europea, e il governo finlandese abbia espresso la sua disponibilità a dare sostegno, anche anticipando alla Finlandia la Presidenza del Consiglio dell’Unione europea a partire dal 1 ° gennaio 2019”.

“Come ripetutamente ribadito dal governo romeno, la Romania è pronta ad assumere il 1 ° gennaio 2019 la presidenza del Consiglio dell’Unione europea e i preparativi si svolgono secondo il calendario. Attiriamo inoltre l’attenzione sul fatto che il governo finlandese stima che i preparativi della Romania per l’assunzione della presidenza del Consiglio dell’Unione europea siano secondo il calendario, e il dialogo nell’ambito del formato TRIO conferma ancora una volta la capacità della Romania di esercitare con successo questo mandato.

In seguito ai chiarimenti offerti dall’Ambasciata di Romania a Helsinki, il principale quotidiano finlandese ha pubblicato un aggiornamento delle informazioni che riguardano le dichiarazioni delle autorità finlandesi, un aggiornamento che include la posizione del governo romeno e chiarisce il fatto che la Romania non è in impossibilità di esercitare il suo mandato di presidenza del Consiglio dell’UE e non chiederà assistenza al governo finlandese”, ha trasmesso il MAE.

I rappresentanti del ministero affermano che “il buon funzionamento del mandato di presidenza della Romania del Consiglio dell’Unione europea è un esercizio congiunto, che deve avere alla base un consenso politico tra tutte le istituzioni statali e un dialogo aperto e onesto che permetta alla Romania di adempiere con successo questa responsabilità. ”

“Questo mandato è un’opportunità per confermare l’impegno della Romania nei confronti dell’Unione europea, per promuovere i suoi valori e per rafforzare e articolare il ruolo della Romania a livello degli Stati membri. Non per ultimo, vogliamo sottolineare l’importanza di affrontare con maturità le informazioni che non sono fondate su argomenti reali e che possono influenzare l’immagine della Romania e influenzarne la credibilità e lo statuto a livello europeo “, ha ribadito il MAE.

Chiarimenti da parte dell’Ambasciata della Finlandia: è chiaro che la Romania assume la responsabilità della Presidenza del Consiglio dell’UE

L’ambasciatrice della Finlandia a Bucarest, Päivi Pohjanheimo, ha dichiarato mercoledì su richiesta di MEDIAFAX che non ci sono state discussioni bilaterali a nessun livello per quanto riguarda un arroccamento tra il partito finlandese e quello romeno nell’assumere la presidenza del Consiglio dell’UE.

“Non c’è mai stata una simile discussione a nessun livello. La Finlandia non ha mai messo in dubbio l’assunzione della presidenza del Consiglio dell’UE da parte della Romania”, ha detto mercoledì l’ambasciatrice della Finlandia in Romania, Päivi Pohjanheimo, su richiesta di MEDIAFAX.

Alla domanda di MEDIAFAX se la Finlandia vuole assumere la presidenza del Consiglio dell’ UE al posto della Romania, la risposta è stata: “La Finlandia stessa si prepara ad assumere la presidenza del Consiglio dell’UE il 1 ° luglio, dopo la presidenza romena”.

Iohannis: è un secondo prima delle 12.00 per fare una giusta preparazione per la presidenza del Consiglio dell’UE e penso sia ancora possibile

Il presidente Klaus Iohannis ha detto mercoledì ai membri del governo presenti alla cerimonia di investitura di George Ciamba come ministro delegato per gli affari europei, che siamo “un secondo prima delle 12.00” per preparare l’assunzione della presidenza del Consiglio dell’Unione europea. “Penso sia ancora possibile”, ha detto Iohanis, e ha augurato successo a Ciamba in questa attività.

“Vi auguro di riuscire, insieme agli altri membri del Governo, di portare a buon fine i preparativi per la presidenza del Consiglio dell’Unione Europea. Vi auguro successo”, ha detto il presidente a George Ciamba.

NO COMMENTS