Partecipazione del Procuratore Generale della Procura presso l’Alta Corte di Cassazione e Giustizia al workshop organizzato da UNESCO a Roma – Lotta al traffico illecito di beni culturali

0
75

Incontri bilaterali con il procuratore italiano antimafia e con il Procuratore generale della Corte di cassazione italiana

Nel periodo 12-15 novembre 2018, il procuratore generale della Procura presso l’Alta Corte di Cassazione e Giustizia (PICCJ), Augustin Lazar, ha partecipato su invito di UNESCO, al workshop sul tema “La lotta al traffico illecito di beni culturali”, organizzato a Roma.

L’evento si è rivolto alle autorità della Romania e della Moldavia e ha rappresentato un’opportunità per i partecipanti di sviluppare le loro conoscenze in settori connessi alla prevenzione e alla lotta al traffico illecito di beni culturali, come la restituzione dei beni culturali, misure di prevenzione e riduzione dei rischi ecc.

Il procuratore generale del PICCJ, il capo della delegazione romena, ha fatto una presentazione sulla tutela del patrimonio culturale dalla prospettiva delle competenze delle autorità nazionali in questo settore. Inoltre, Augustin Lazar ha dato dettagli sugli aspetti della legislazione specifica e ha presentato uno studio di caso, agevolando lo scambio di buone pratiche tra le autorità italiane, romene e moldave.

Il 13 novembre 2018, il Procuratore capo del PICCJ, ha incontrato Riccardo Fuzio, il Procuratore generale della Corte di cassazione italiana. Le discussioni si sono concentrate sulla cooperazione giudiziaria italo-romena, sugli aspetti relativi alla procura europea, sulla collaborazione tra le due procure generali, anche nel contesto di eventi che si terranno quando la Romania assumerà la presidenza del Consiglio dell’Unione europea.

Il 14 novembre 2018, la delegazione romena ha effettuato una visita alla Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, dove ha incontrato Federico Cafiero de Raho, il procuratore nazionale antimafia. Gli argomenti discussi durante l’incontro si sono concentrati sulla cooperazione italo-romena nella lotta alla criminalità organizzata, sulle misure precauzionali e sull’importanza del recupero dei beni nei procedimenti penali.

Durante gli incontri con il Procuratore generale della Corte di cassazione italiana e il Procuratore nazionale Antimafia, è stato deciso il rafforzamento della cooperazione e dell’organizzazione  di futuri incontri di lavoro tra i magistrati italiani e romeni.

NO COMMENTS