Artisti italiani alla scuola internazionale di land-art di Prahova

0
71

Mantenendo la tradizione, la contea di Prahova ha ospitato, anche quest’estate, una scuola internazionale d’arte, nella località di Cocorastii Mislii, a cui hanno partecipato alunni, studenti e insegnanti romeni e stranieri. Come anche nelle precedenti edizioni, tra gli artisti stranieri ci sono stati anche artisti italiani.

Tra il 12 e il 14 luglio 2018, nella località di Prahova, Cocorastii Mislii, si è svolta la scuola internazionale di  land-art, fotografia e film “Nodi e segni”.

L’evento, arrivato quest’anno alla decima edizione, ha visto la partecipazione di rappresentanti della Repubblica Moldavia, Francia, Italia e Romania, l’evento essendo organizzato dal Centro Culturale della Contea di Prahova in partenariato con il Centro Culturale Cocorastii Mislii, il Comune e il Consiglio Locale Cocorastii Mislii e dall’Associazione di Gemellaggio Cocorastii Mislii – Castanet-Tolosan.

“Nodi e segni” è il titolo di un volume di poesie del grande poeta romeno Nichita Stanescu, e la scuola ha questo nome perché il progetto avviato e coordinato dal professore Mihai Vasile è stato lanciato nel 2009 al Festival delle Arti “Nichita all’equinozio”, festival organizzato dal Teatro Equinox, attualmente il Centro Drammatico Mythos del Centro Culturale della Contea di Prahova.

La scuola è stata aperta per i giovani artisti di land art che possono realizzare questi progetti nell’ambiente naturale del comune di Prahova, Cocorastii Mislii.

Durante le nove edizioni di questo progetto sono stati invitati a partecipare giovani accompagnati da insegnanti e rappresentanti delle autorità di diverse località europee di paesi come la Francia, la Repubblica Moldavia, l’Italia, la Spagna.

Land art è una tendenza dell’arte contemporanea che utilizza i materiali naturali, ovvero legno, terra, pietra, sabbia, acqua ecc. Poiché le opere di land-art sono realizzate all’aperto, sono soggette all’erosione naturale, scomparendo nel tempo. Ecco perché il festival include anche la realizzazione di fotografie e film, testimoni delle creazioni realizzate dagli artisti nella scuola internazionale di arte.

L’edizione di quest’anno, edizione di giubileo, a cui hanno partecipato giovani artisti della Romania, Francia, Italia, Repubblica Moldavia, ha avuto come tema generale “Il nido”. La scuola è iniziata in maniera tradizionale, con il taglio di un albero secco nella foresta, che ha fornito la maggior parte del materiale per le opere, a cui si sono aggiunti archi, pietre, fango, acqua, colori ecc. Le opere dei giovani artisti, avendo come tema generale il nido, sono state molto originali, ricche di messaggi e simboli.

NO COMMENTS