Superland: un’esperienza senza precedenti per bambini e adulti

0
52

A Brasov è stato aperto Superland, il più grande parco giochi per bambini nel Sud-Est dell’Europa

Il complesso, che copre un’area di 17.000 metri quadrati, ha aperto le sue porte il 31 dicembre 2017. Da allora, è una destinazione preferita sia per la gente del posto che per i turisti.

Sebbene sia dedicato in particolare ai bambini, il parco giochi offre una vasta gamma di esperienze interessanti anche per gli adulti. Ad esempio, il cinema 8D è sicuramente un’attrazione per tutte le età. Ha una vista panoramica a 360 gradi e gli elementi visivi sono completati da una moltitudine di effetti speciali come: vento, nebbia, pioggia, terremoti, ecc. L’azione si svolge virtualmente intorno agli spettatori, il concetto è unico in Europa. Il complesso offre anche agli appassionati di sport invernali l’opportunità di sciare, proponendo una pista da sci artificiale. Sebbene sia progettato principalmente per i principianti, ci sono porzioni in cui è possibile raggiungere anche 35 km/h, con una pendenza di 23 gradi.

Ovviamente, il complesso non poteva permettersi di escludere parchi tematici, caroselli o giochi elettronici che completano l’esperienza per chi entra in Superland. Parti importanti del complesso sono adattate o appositamente costruite per i bambini, dai gradini agli ingressi e ai mobili. Generalmente, si può facilmente perdere un’intera giornata nel complesso, soprattutto perché include anche una Food Court, dove, dopo tanto divertimento, sia i più piccoli che i loro genitori possono mangiare qualcosa.

L’intero complesso e la sua realizzazione hanno richiesto un investimento davvero significativo, pari a 10 milioni di euro, ma il successo di Superland sembra essere garantito, soprattutto perché il parco giochi si trova su un percorso turistico locale. In effetti, Superland si trova sulla strada che collega Brasov alla fortezza di Rasnov, un’attrazione turistica che è nella lista di quasi tutti coloro che raggiungono le parti di Braşov e dei suoi dintorni.

 

Fonte: http://www.imperialtransilvania.com

NO COMMENTS