La Diplomazia Internazionale riunita a Bucarest per il Matrimonio dell’anno

0
2022

In questo caso possiamo affermare con certezza che l’amore ha superato anche la Brexit, infatti sabato 23 giugno, il Consigliere Beatrice Vecchioni, Vice Capo missione dell’Ambasciata d’Italia a Bucarest ha convogliato a nozze con un’ufficiale di Sua Maesta la Regina d’Inghilterra, Capitano dell’armata Britannica, Alastair Bramson. Il matrimonio civile si è svolto presso la Residenza dell’Ambasciatore d’Italia a Bucarest e la cerimonia è stata straordinariamente ufficializzata dallo stesso Ambasciatore d’Italia Marco Giungi.

La cerimonia religiosa si e’ tenuta nella cattedrale Sfantul Iosif di Bucarest, e il servizio è stato officiato dai sacerdoti Eduard Giurgi, Don Valeriano Giacomelli e Fernando Duarte Barros Reis, segretario della Nunziatura apostolica in Romania.

La raffinata cerimonia nuziale si è tenuta presso il Club Diplomatico della Capitale romena e la lista dei selezionatissimi invitati è rimasta segretata fino all’ultimo giorno.

Gli importanti ospiti, appartenenti alla diplomazia internazionale, sono giunti da tutta Europa: Italia, Regno Unito, Francia, USA, Austria, Germania, Serbia, Spagna, Santa Sede, Canada, Messico, Perù, Irlanda, Belgio, Paesi Bassi, Brasile e Argentina, tra questi ricordiamo alcuni degli Ambasciatori con rispettive consorti: l’Ambasciatore d’Italia a Bucarest Marco Giungi, l’Ambasciatore Domenico Vecchioni, l’Ambasciatore Francesco Trupiano e  l’Ambasciatore Franco Mistretta.

Consiglieri e Primi Segretari delle Ambasciate di: Italia, Regno Unito, Francia, USA, Austria, Germania, Serbia, Spagna, Santa Sede, Canada, Messico, Perù, Irlanda, Belgio, Paesi Bassi, Brasile, Argentina.

Inoltre presenti alla cerimonia, rappresentanti del Ministero degli Esteri romeno, il console onorario d’Italia a Iasi, Enrico Novella, alti ufficiali dell’esercito britannico e italiano oltre che della marina britannica e italiana.

Selezionata e autorevole presenza anche di esponenti di rilievo della Comunità Italiana in Romania, tra questi ricordiamo Luigi Zaccagnini Delegato dell’Accademia Italiana della Cucina – Delegazione di Bucarest, Camillo Torta Presidente dell’Associazione Imprenditori Italiani di Cluj, Giulio Bertola, uno degli imprenditori italiani più attivi nel Paese, Delegato alle Relazioni Esterne di Confindustria Est Europa e molto apprezzato anche dalla comunità romena per il suo costante impegno nel sociale, e  Filippo Scurti, Branch Manager Romania della Bonatti S.p.a.

Per l’abito scelto dalla sposa possiamo definirlo romanticismo allo stato puro. Meraviglioso abito bianco, in tulle e pizzo con applicazioni di antico merletto, che ha combinato la sensualità delle trasparenze e dei tessuti morbidi con la femminilità della scollatura effetto nudo.                                       Lo sposo invece  ha partecipato in  alta uniforme, da cerimonia, come Ufficiale militare.

Le fedi nuziali sono state forgiate appositamente dal gioiellere romano Fabio Feriozzi. La firma prestigiosa di questa bottega orafa, scelta da moltissime personalità internazionali, anche attrici, rappresenta da tempo una garanzia per la qualità dei materiali e delle pietre preziose utilizzate, oltre che per il design particolarissimo, basato sulla ricerca di stili del passato.

Il raffinato vino e confetti sono arrivati dall’Abruzzo. In particolare i confetti sono stati prodotti dall’azienda abruzzese Pelino di Sulmona, come per il recente matrimonio del Principe Harry e Meghan Markle.

La sposa, in affiancamento all’ottimo staff del Club Diplomatico, ha voluto anche la presenza e la super visione del suo Chef personale, Antonio Passarelli, noto personaggio pubblico e particolarmente apprezzato per essere stato una dei primi a divulgare in Romania, le ricette della vera e genuina cucina italiana, anche attraverso specifici programmi televisivi.

Per questo prestigioso appuntamento, anche un contributo organizzativo da parte della Sezione “Special Event” della ADV Communication di Bucarest, attraverso la Responsabile Gabriela Popa.

 

Fonte delle foto: White Ruffles Photography

NO COMMENTS