Melescanu: L’analisi sul trasferimento dell’Ambasciata di Romania da Tel Aviv a Gerusalemme verrà inviata questa settimana alla Presidenza, al Governo e al Parlamento

0
67

L’analisi del Ministero degli Esteri sul trasferimento dell’Ambasciata di Romania da Tel Aviv a Gerusalemme verrà inviata questa settimana alla Presidenza, al Governo e al Parlamento, ha annunciato martedì il Ministro Teodor Melescanu.

Egli ha detto che l’analisi non ha una conclusione, ma contiene vantaggi e svantaggi di tale trasferimento.

Melescanu ha dichiarato in Parlamento che l’analisi è stata realizzata sulla base dei materiali che il ministero ha avuto a disposizione e che ci sono ancora altre istituzioni che non hanno presentato le loro opinioni in merito.

“Ci sono altre istituzioni che non hanno inviato il loro punto di vista. Dovremo presentarla al Governo, al Presidente e al Parlamento questa settimana. La decisione verrà presa dai responsabili delle decisioni politiche in base all’analisi. Questa settimana dovremo completare l’analisi e inviarla” , ha detto Teodor Melescanu.

Chiesto dai giornalisti qual’è la conclusione di questa analisi, il ministro degli Esteri ha detto che l’analisi non ha conclusioni, include solo vantaggi e svantaggi che devono essere “messi in bilancia” per poter decidere. Egli ha detto che sia i vantaggi che gli svantaggi sono numerosi.

Inoltre, chiesto sui possibili rischi di sicurezza, Melescanu ha dichiarato che questi esistono e che rapprestano uno degli elementi che va preso in considerazione.

Il presidente Klaus Iohannis ha dichiarato il 19 giugno che un eventuale trasferimento dell’Ambasciata di Romania da Tel Aviv a Gerusalemme avrebbe annullato ogni possibilità per il nostro Paese di essere votato come membro non permanente del Consiglio di sicurezza dell’ONU.

“So che il Governo ha avviato un processo di valutazione, ma la decisione non appartiene al Governo. Se vogliono fare una valutazione, possono farla, ma non abbiamo ancora ricevuto alcuna informazione sullo stato di questa valutazione “, ha detto il capo dello stato.

Il 20 maggio, il ministro degli Esteri ha affermato che l’analisi dell’opportunità di trasferire l’ambasciata sarebbe stata completata entro al massimo un mese.

“Su ogni tema,vengono presentati i vantaggi e gli svantaggi del trasferimento dell’ambasciata. Queste sono le aree legali – quali sono le questioni legali pro e contra, argomenti, problemi di sicurezza, questioni politiche, problemi economici e sociali. Analizziamo ognuno di loro. Praticamente, dal punto di vista della sicurezza, abbiamo finito, in seguito alle consultazioni che abbiamo avuto con altri organismi, e ora ci concentriamo sul resto delle questioni “, ha affermato il ministro degli Esteri.

Il Vice Premier Paul Stanescu dichiarava che il memorandum adottato ad aprile dal governo sul trasferimento dell’ambasciata in Israele potrebbe diventare pubblico, questa proposta essendo discussa nell’Ufficio Nazionale Permanente del PSD. “Abbiamo discusso nell’Ufficio Nazionale Permanente, e il Presidente Dragnea ha proposto questo argomento. Se fosse possibile, penso sia una buona cosa  far conoscere alle persone di cosa stiamo discutendo nel Governo, che non c’è alcun problema, che non abbiamo segreti. Parliamo della Romania, non di persone o di gruppi politici “, aveva dichiarato allora il vice Premier Paul Stanescu.

Il ministro degli Esteri, Teodor Melescanu dichiarava il 24 maggio, in seguito ad una discussione con il leader del PSD, Liviu Dragnea, che non sostiene la declassificazione del Memorandum, ma la decisione al riguardo spetta al Primo Ministro.

Il 17 maggio, Ludovic Orban ha presentato una denuncia alla Procura presso l’Alta Corte di Cassazione e Giustizia (PICCJ) contro la Premier Viorica Dăncilă e contro il leader del PSD, Liviu Dragnea.

Il leader del PNL accusa la Dăncilă di “alto tradimento, usurpazione della carica pubblica, divulgazione di informazioni non pubbliche e presentazione di dati inesatti al Presidente della Romania al fine di nascondere atti in grado di influenzare gli interessi dello stato”, relativamente al trasferimento dell’Ambasciata della Romania da Tel Aviv a Gerusalemme.

Ludovic Orban ha accusato Viorica Dăncilă di aver divulgato informazioni riservate e di aver presentato al presidente della Romania informazioni false sul memorandum adottato del governo sul tema del trasferimento dell’ambasciata della Romania in Israele. La denuncia è stata inoltrata alla Direzione per l’indagine sul crimine organizzato e terrorismo (DIICOT).

NO COMMENTS