L’Ufficio permanente della Camera dei Deputati ha deciso che l’USR non ha più il permesso di invitare persone al Parlamento

0
39

Il deputato dell’USR Claudiu Năsui ha annunciato martedì che l’Ufficio permanente della Camera dei deputati ha votato per la sanzione del partito, nel senso che non avranno più permesso di invitare persone in Parlamento dopo che la scorsa settimana alcuni cittadini hanno protestato nella hall del Parlamento. Nasui sostiene che si tratta di “un grande abuso d’ufficio”, essendo per la prima volta quando viene addotata una sanzione collettiva e quando viene limitato l’accesso in uno spazio pubblico. Il senatore Vlad Alexandrescu afferma inoltre che una persona della segreteria generale del Senato ha insistito di partecipare ad un incontro tra un senatore dell’USR e un cittadino. Il deputato USR Claudiu Năsui ha annunciato martedì che nella seduta dell’Ufficio permanente della Camera dei Deputati è stata votata la sanzione del partito.

“Il signor Florin Iordache ha commesso un grave abuso d’ufficio perché è la prima volta nella storia del parlamento romeno quando viene stabilita una sanzione collettiva. Solo l’ USR non ha più il diritto di ricevere ospiti nel parlamento romeno. È profondamente inaccettabile da tutti i punti di vista: legale, democratico, morale. Abbiamo insistito per ricevere la base legale “, ha detto Năsui.

Egli dice che “siamo di fronte ad una maggioranza parlamentare che agisce in maniera illegale”.

“Non è possibile applicare una sanzione collettiva per limitare l’accesso in uno spazio pubblico e, in particolare, solo per gli invitati di un certo gruppo parlamentare. È un abuso completo, una prima per la Romania. Non pensavo che gli abusi sarebbero andati così lontano, ma sembra che queste persone non abbiano limiti “, ha detto Nasui.

A sua volta, il senatore Vlad Alexandrescu denuncia un “abuso inaccettabile e inammissibile” da parte del segretario generale del Senato, Izabela Chencian.

“Ieri sera ci fu un abuso inaccettabile e inammissibile, un abuso da parte del segretario generale del senato, la signora Izabela Chencian. Ha ricevuto ordini di prendere delle misure per la disciplina nella hall del Senato e ha fatto questo limitando l’accesso di un ospite invitato dal senatore dell’USR Ramona Dinu. Questo cittadino ha aspettato per un lungo periodo di tempo, fino a quando ha ricevuto l’autorizzazione di accesso e non solo questo. Una persona della segreteria Generale ha voluto essere presente a quest’incontro “, ha detto Vlad Alexandrescu.

I rappresentanti della USR affermano che ai “cittadini romeni viene impedito di entrare nella Casa del Popopo, che non è più del popolo, ma è la casa di persone che si sono barricate e non vogliono avere più contatti con quelli che hanno votato”.

Alcuni manifestanti sono stati presenti mercoledì nella plenaria del Parlamento durante il discorso del Premier Viorica Dăncilă e hanno gridato “Giustizia, non corruzione!”, “Nido di ladri e mafiosi”, “Dragnea non dimenticare, questo non è il tuo Paese ” e poi si sono sdraiati per terra per evitare di essere sfrattati dalle guardie di sicurezza.

NO COMMENTS