L’AFI Cotroceni ospita per la prima volta la mostra “Le macchine di Leonardo da Vinci – Le invenzioni di un genio rinascimentale”

0
108

45 oggetti animati dagli artigiani del Museo Leonardo da Vinci di Firenze verranno presentati al pubblico romeno entro il 15 settembre

Tra il 20 giugno e il 15 settembre, i clienti di AFI Cotroceni avranno la possibilità di visitare gratuitamente una delle più apprezzate e importanti mostre internazionali, “Le macchine di Leonardo da Vinci – Le invenzioni di un genio rinascimentale” di Leonardo da Vinci, che è stata presentata in altre 76 di città in paesi su tutti i continenti ed è riuscita ad attirare, ogni volta, decine di migliaia di visitatori. Gli oggetti, che rappresentano alcune delle più spettacolari invenzioni del genio Leonardo da Vinci, verranno presentati per la prima volta in un centro commerciale romeno.

Leonardo da Vinci è una delle personalità più emblematiche del mondo, un genio visionario con numerosi primati impressionanti, tra cui la prima bicicletta, il primo carro armato o il più antico modello di robot umanoide. Così, 45 macchine inventate o progettate da Leonardo da Vinci potranno essere ammirate gratuitamente alla mostra di AFI Cotroceni. 15 di queste sono interattive, ciò che renderà ancora più interessante l’esperienza dei visitatori.

“L’anno 2018 è l’Anno del Patrimonio Culturale Europeo, motivo per cui abbiamo voluto segnare in maniera simbolica questo evento attraverso una mostra unica. Sappiamo che il tempo è prezioso, perciò abbiamo voluto che ogni esperienza vissuta dai nostri clienti all’interno del centro commerciale AFI Cotroceni sia davvero unica. Siamo quindi lieti che insieme al nostro partner, Original Media, siamo riusciti a portare questi oggetti nel nostro centro commerciale. I visitatori avranno l’opportunità di saperne di più sul genio di Leonardo da Vinci e sul modo in cui sono stati creati gli oggetti che oggi conosciamo così bene “, ha dichiarato Amira Stanescu, AFI Cotroceni Marketing Manager.

Animati dagli artigiani del Museo Leonardo da Vinci di Firenze, sotto l’attenta supervisione accademica del professor Carlo Pedretti, riconosciuto per lo studio dei manoscritti di Leonardo da Vinci, le macchine sono fatte di legno e rispettano in dettaglio i disegni dei quaderni di Leonardo. Inoltre, vengono accompagnati da una copia del disegno originale e da informazioni sulle applicazioni a cui ha pensato il grande inventatore.

NO COMMENTS