La Romania al Salone Internazionale del Libro di Torino 2018

0
114

Anche quest’anno la Romania torna al Salone Internazionale del Libro di Torino, che si svolgerà dal 10 al 14 maggio, con le parole d’ordine “Un giorno, tutto questo”.

Per il decimo anno di seguito, l’Istituto Culturale Romeno di Bucarest, tramite il Centro Nazionale del Libro e l’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia, organizza la partecipazione della Romania al prestigioso appuntamento con l’editoria.

La Sala Romania, collocata nel Padiglione 3 (R10-S09), con un design che evoca il Centenario della Grande Guerra e della Grande Unità del Paese, ospiterà tutt’una rosa di eventi volti a promuovere i rapporti con l’Italia nel campo dell’editoria.

Le manifestazioni organizzate dall’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia riuniranno quest’anno al Salone di Torino 25 ospiti romeni e italiani: scrittori, traduttori di letteratura romena in lingua italiana, storici, giornalisti, critici letterari e rappresentanti dei editrici italiane.

Tra i volumi di scrittori romeni tradotti in italiano che saranno presentati a Torino si annoverano “L’orologio senza ore” di Ana Blandiana, uscito a marzo 2018 in Italia, “Cuori cicatrizzati” di Max Blecher, dal quale è stato tratto anche l’omonimo film di Radu Jude, vincitore del Premio Speciale della Giuria al Festival di Locarno nel 2016, “Ombre e falesie” di Dinu Flamand, “Pittoresco e malinconia” di Andrei Plesu.

A Torino sarà lanciata anche “La storia della Transilvania”, firmata dal Magnifico Rettore dell’Università Babes Bolyai di Cluj-Napoca e Presidente dell’Accademia Romena, prof. Ioan Aurel Pop, insieme al prof. univ. Ioan Bolovan, e pubblicata da Rediviva, la prima editrice romena fondata in Italia, con il sostegno del Centro Culturale Italo-Romeno di Milano.

Il programma è disponibile sul sito dell’Istituto Culturale Romeno, informa la Radio Romania International (www.rri.ro).

NO COMMENTS