Il Premier Dancila ha incontrato l’Ambasciatore Giungi: le due autorità hanno accolto l’ottimo rapporto bilaterale fondato su due decenni di partenariato strategico

0
148

Il Premier Viorica Dancila ha incontrato lunedì Marco Giungi, l’Ambasciatore d’Italia a Bucarest. Le due autorità hanno accolto l’ottimo rapporto bilaterale fondato su due decenni di Partenariato Strategico, rispettivamente un decennio di Partenariato Strategico Consolidato, si legge in un comunicato stampa del Governo.

Il Primo-Ministro della Romania ha valutato positivamente la dinamica speciale del dialogo bilaterale settoriale, nella prospettiva della ripresa del dialogo politico a livello governativo.

Inoltre, durante i dibattiti, è stato sottolineato con soddisfazione l’ottimo livello dei rapporti economici. Nel 2017 il valore degli scambi commerciali romeno-italiani hanno raggiunto un livello record stimato intorno ai 14 miliardi di euro, il valore più grande registrato negli ultimi dieci anni, secondo la fonte citata.

Il Primo-Ministro romeno ha ribadito l’interesse di attirare investimenti italiani in Romania per partecipare al piano di  ammodernamento dell’infrastruttura in Romania, ma anche per impegno nel settore energetico, nel settore delle alte tecnologie o dell’IT&C.

Riguardante la comunità romena in Italia, il Primo-Ministro ha accolto la stretta collaborazione tra le autorità dei due Paesi nel settore affari interni e lavoro, per assicurare ai romeni residenti in Italia ottime condizioni di vita.

Fu menzionata la collaborazione a livello europeo, la Romania e l’Italia avendo prospettive simili nei punti chiave come il futuro dell’Unione, il Quadro Finanziario Pluriennale dopo il 2020, la politica di coesione, il mercato interno, la politica industriale, la collaborazione nel settore della giustizia e degli affari interni, la Politica Europea di Vicinato, l’allargamento dell’UE, PESCO. Gli obiettivi della presidenza romena al Consiglio dell’UE sono stati argomenti presi in discussione durante l’incontro.

L’agenda delle discussioni ha incluso anche la collaborazione strategica nel settore della sicurezza tra la Romania e l’Italia.

NO COMMENTS