Il regista Jonas Carpignano, nella giuria della Berlinale 2018

0
295

Nel periodo 15-25 febbraio 2018, in Germania, a Berlino, si svolgerà la 68-esima edizione del Festival Internazionale di Film. L’Istituto Culturale Romeno ha annunciato che la Romania avrà una partecipazione record all’edizione di quest’anno. Inoltre, gli organizzatori della Berlinale 2018 hanno annunciato anche i nomi dei tre registi che faranno parte della giuria che sceglierà il migliore film d’esordio tra i 18 progetti  cinematografici nominati, tra cui anche quello della romena Adina Pintilie „Nu mă atinge-mă” (Touch me not). Dalla giuria menzionata, insieme al regista romeno Călin Peter Netzer, fanno parte anche l’italiano Jonas Carpignano, noto per il film „A Ciambra”, e Noa Regev, la direttrice esecutiva della Cineteca Israeliana. La presenza del regista italiano è una conferma dei successi riscontrati negli ultimi anni. Nato nel 1984 e cresciuto a New York e Roma, il primo film di Jonas Carpignano – “Mediterranea”, ha debuttato al Festival del Film di Cannes nel 2015. Il suo secondo film ”A Ciambra”, è stato presentato in anteprima mondiale al Festival del Film di Cannes del 2017, dove ha vinto il premio Europa Cinema Label per il migliore film europeo. Il film ha vinto numerosi premi e riconoscimenti, ma anche la nomination per il miglior regista da parte di Independent Spirit Awards. Inoltre ”A Ciambra” è stato scelto per rappresentare l’Italia per il miglior film straniero ai Premi dell’Accademia 2018 ed è stato nominato il miglior film italiano nel 2017 da parte del Sindacato Nazionale dei Critici Cinematografici Italiani.

Vale la pena ricordare tuttavia, che durante la 68-esima edizione della Berlinale sono stati selezionati film romeni in quasi tutte le sezioni, visto che nell’ultimo anno, l’Istituto Culturale Romeno di Berlino ha costantemente sostenuto la presenza di numerosi cineasti alla Berlinale.

Pertanto, la Romania partecipa alla Competizione – la sezione principale del Festival – con il film ”Nu mă atinge-mă/Touch me not”, il film d’esordio della regista Adina Pintilie. Nell’ambito di questa sezione verranno proiettati 24 film, di cui 19 saranno in competizione per l’Orso d’Oro e gli Orsi di Argento, mentre gli altri cinque film verranno proiettati fuori competizione. Un altro esordio nel lungometraggio, il film ”Lemonade/Luna de miere” nella regia di Ioana Uricaru, è stato selezionato nella sezione Panorame, dove sono stati selezionati un totale di 47 film di 40 Paesi, tra cui Gran Bretagna, Francia, India, Spagna, Svizzera, Brasile e Italia. Il documentario del regista Corneliu Porumboiu, ”Fotbal infinit / Infinite Football”, è stato selezionato tra i 44 film nella sezione Forum. Inoltre le attrici Cosmina Stratan e Dana Marineci partecipano alla sezione Generation 14plus con il film della regista Nanouk Leopold, ”Cobain”. Il film è una coproduzione Paesi Bassi – Belgio – Germania. Nella stessa sezione verrà presentato anche il film ”Fortuna”, coproduzione Svizzera- Belgio, con due attrici romene. Nella sezione Generation Kplus, di cui fanno parte film di lungo e cortometraggio dedicati ai bambini e ai giovani, sono state selezionate le produzioni ”De Natura” (regista Lucile Hadzihalilovic) e ”Trois reves de jeneusse” (registi Valerie Mrejen e Bertrand Schefer). I due cortometraggi sono stati realizzati nell’ambito del progetto Residenza internazionale di creazione audiovisiva che si è svolto nella località di Slon, comune Cerașu, contea Prahova. Il progetto culturale menzionato è nato dall’iniziativa dalla Fondazione Culturale META, attraverso META Cinema, nel 2015, con il supporto dell’Amministrazione del Fondo Culturale Nazionale, dell’Istituto Culturale Romeno, dell’Organizzazione Internazionale della Francofonia, Digital Bolex e Papillon Film. L’obiettivo del progetto è stato quello di far riunire registi stranieri e romeni nella località di Slon nella contea di Prahova. Tutto è nato da una scultura abitazione creata dall’artista Romelo Pervolovici, che la regista Eva Pervolovici ha trasformato in uno spazio per la creazione cinematografica. Il carattere contemporaneo dell’architettura è entrato in contrasto con il pittoresco ambiente rurale di Slon, così è nata l’iniziativa di invitare i registi internazionali a realizzare creazioni audiovisive in questo spazio da scoprire e da rivalutare attraverso un approccio alternativo. Da cortometraggio di finzione e sperimentale a documentario di creazione e performance, i film riflettono le differenze artistiche individuali e l’unità dell’impostazione.

Inoltre, nell’ambito della Berlinale, ICR Berlino supporterà lo stand romeno presso European Film Market e l’uscita del catalogo Romanian Films. Lo stand romeno è organizzato dal Centro Nazionale della Cinematografia con lo scopo di introdurre le produzioni romene sul mercato internazionale, di creare connessioni per le coproduzioni internazionali e di presentare la Romania come set cinematografico per le società internazionali di produzione.

Insieme al regista Jonas Carpignano, il regista Călin Peter Netzer farà parte dalla giuria che dovrà nominare il vincitore del premio per il migliore film d’esordio – GWFF Best First Feature Award. Alla Berlinale Talents partecipano ogni anno intorno a 4.000 giovani di tutto il mondo, di cui vengono selezionati 300 partecipanti.

NO COMMENTS