Domus Italica a Bucarest – memoria, evoluzione e continuità dello spazio domestic

0
316

Domus Italica – memoria, evoluzione e continuità dello spazio domestico: questo il titolo della conferenza del prof. Agostino Bossi, che sara’ ospitata il 16 gennaio, dalle ore 17.30, dall’Istituto Italiano di Cultura di Bucarest.
La Domus Italica contiene in sé fattori propri di un’interiorità già vissuta, trasmessa, pregni di contenuti che dal passato si desidera proiettare nel futuro. Viene precisato in altre parole, lo stretto legame che intercorre tra spazio ed esperienza interiore che idealmente
riunisce chi ha già vissuto e chi vivrà quell’interiorità, informa l’IIC in un comunicato.
L’architetto, chiamato a confrontarsi con manufatti ereditati dal passato, attinge dal preesistente e ne traspone accuratamente, nelle nuove costruzioni, memoria e materiali che vengono riproposti cercando di conservarne l’integrità del senso di cui sono portatori.
Dottore in Architettura, Agostino Bossi (Pola, Istria – 1941) è professore ordinario di Architettura degli Interni e Allestimento presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. La sua attività di ricercatore e docente è caratterizzata da numerosi progetti di scambio
culturale, prevalentemente rivolti alla diffusione della disciplina dell’interno architettonico e del progetto del prodotto d’arredo, in Istituzioni e Università estere. È autore di numerose pubblicazioni, libri, saggi e articoli su riviste specializzate in Italia e all’estero. Ha partecipato con relazioni a convegni e tavole rotonde internazionali e tenuto conferenze presso Istituzioni e Università estere, conclude la fonte.

NO COMMENTS