Incontro con gli ambasciatori degli Stati UE, Iohannis ha rinnovato il suo fermo impegno nel consolidare l’indipendenza del sistema giudiziario

0
227

Il presidente Klaus Iohannis, durante l’incontro di martedì con gli ambasciatori degli Stati UE, ha rinnovato il suo fermo impegno in merito al consolidamento dell’indipendenza del sistema giudiziario e alla lotta anticorruzione.

Durante l’incontro, organizzato dall’Ambasciata della Repubblica di Estonia, paese attualmente detentore della Presidenza del Consiglio dell’Unione Europea, sono stati toccati gli aspetti legati ai principali temi, presenti sull’agenda del Consiglio Europeo che avrà luogo nel periodo 14-15 dicembre, come anche le evoluzioni sul piano interno, informa l’Amministrazione presidenziale.

Il presidente della Romania si è congratulato con l’Estonia per i risultati ottenuti, specificando come la proposta d’iniziativa riguardante la Coordinazione Strutturata Permanente (PESCO) in materia di politica europea di difesa rappresenti uno dei traguardi importanti del suo mandato Presidenziale del Consiglio UE. Klaus Iohannis ha inoltre rinnovato l’impegno della Romania a prendere parte alle iniziative che contribuiscano al consolidamento del progetto europeo, ed ha sottolineato come il nostro paese intenda mantenere quest’approccio anche durante il periodo di Presidenza del Consiglio UE, nel primo trimestre del 2019. La Romania desidera far parte del gruppo degli stati UE che sostengono l’idea di un progetto europeo più profondo, per un’Unione più forte.

In questo contesto, il presidente della Romania ha menzionato come il Summit informale di Sibiu, del 9 maggio 2019, costituirà un punto di riferimento importante all’interno di un processo che renda più dinamiche le integrazioni europee.

Nell’ambito delle discussioni con gli ambasciatori, il capo dello Stato ha affermato che l’adesione della Romania alla zona euro continua ad essere un obiettivo fondamentale per il nostro paese. Allo stesso modo, il presidente ha rilevato come l’adesione allo Spazio Schengen rimanga un obiettivo legittimo per il nostro paese, esprimendo la speranza che a livello europeo sia individuata al più presto una soluzione in questo senso.

In merito al processo di uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea, il presidente Iohannis ha mostrato come, a dispetto delle difficoltà, la sua speranza sia quella di identificare presto le migliori opzioni, che permettano ai leader europei di prendere le decisioni atte a passare alla seconda fase dei negoziati, in occasione della riunione del Consiglio Europeo di questo mese.

“In merito alle evoluzioni interne, il presidente Klaus Iohannis ha fatto riferimento alla situazione economica, come anche al processo di modifica delle leggi in materia giudiziaria. Il presidente ha rinnovato il suo impegno fermo in merito al consolidamento dell’indipendenza del sistema giudiziario e alla prosecuzione della lotta contro la corruzione”, si legge nel comunicato.

Durante l’incontro con gli ambasciatori dell’Unione Europea, su richiesta del presidente della Romania, si è tenuto un minuto di silenzio in memoria di Re Mihai I.

NO COMMENTS