14, 15 e 16 dicembre, giorni di lutto nazionale sul territorio della Romania, in memoria di Re Mihai I

0
334

Il Governo, in data 6 dicembre 2017, ha approvato una decisione in base alla quale il 14, 15 e 16 dicembre saranno giorni di lutto nazionale sul territorio della Romania, in memoria di Re Mihai I (1927-1930; 1940-1947). Re Mihai I è morto il 5 dicembre 2017, nella sua residenza in Svizzera, mentre i suoi funerali avranno luogo il 16 dicembre 2017, nella Nuova Cattedrale di Curtea de Arges.

In  base a un comunicato del Governo, “nei giorni di lutto nazionale, tutte le istituzioni ed autorità pubbliche centrali e locali isseranno la bandiera della Romania a mezz’asta. Allo stesso modo, la bandiera della Romania sarà a mezz’asta anche nelle sedi di partiti, sindacati, patronati, istituti d’istruzione e di cultura, missioni diplomatiche romene, nei punti di attraversamento delle frontiere, in aeroporti, porti, stazioni ferroviarie e di autobus, come anche batterà su navi di tutti i tipi e sulle imbarcazioni che navighino battendo bandiera romena. Gli stessi obblighi riguarderanno per legge anche le persone fisiche che issino una bandiera della Romania presso il proprio domicilio o residenza”. Allo stesso tempo, le televisioni, le radio e le istituzioni culturali adotteranno un programma adeguato.

La decisione di dichiarare tre giorni di lutto nazionale è stata presa in base alla Legge 75/1994, sull’esposizione della bandiera romena a mezz’asta nei giorni di lutto nazionale, stabiliti dal Governo.

In Romania, l’ultima volta in cui si è dichiarato lutto nazionale è stato il 2 settembre 2016, in memora dei cittadini romeni deceduti durante il terremoto, di magnitudo 6,2 della scala Richter, che ha sconquassato il Centro Italia il 24 agosto del 2016, e in segno di solidarietà con il popolo italiano. A causa del sisma, persero la vita 281 persone, e tra queste vittime, 11 erano cittadini romeni.

Il lutto nazionale è stato proclamato anche il data 13 agosto 2016, in memoria della Regina Ana. Nello stesso giorno, hanno avuto luogo i funerali della Regina, presso il Monastero di Curtea de Arges. La Regina Ana, moglie del Re Mihai I di Romania, è morta l’1 agosto del 2016, all’età di 92 anni, nell’Ospedale di Morges, in Svizzera. La Famiglia Reale ha annunciato un lutto severo per i primi sette giorni dal funerale e lutto successivo di quaranta giorni.

La data del 24 marzo 2016, è stata dichiarata giorno di lutto nazionale, in segno di solidarietà con le vittime degli attentati di Bruxelles. Gli attentati all’Aeroporto Internazionale Zaventem e alla stazione della metro di Maelbeek, a Bruxelles, commessi il 22 marzo del 2016, si sono risolti con 35 morti e oltre 300 feriti.

Il lutto nazionale è stato dichiarato anche il 31 ottobre, l’1 e il 2 novembre del 2015, in memoria delle vittime dell’incendio scoppiato nel Club Colectiv di Bucarest, nella sera del 30 ottobre 2015, con 65 vittime.

Il giorno del 26 giugno 2013 è stato dichiarato lutto nazionale, in segno di rispetto per i 18 romeni che hanno perso la vita nell’incidente che ha coinvolto un autobus in Montenegro.

La data del 18 aprile 2010 è stata dichiarata di lutto nazionale, in memoria delle vittime dell’incidente aereo di Smolensk, in cui persero la vita 96 persone, tra cui anche il presidente della Polonia, Lech Kaczynski.

Il 3 agosto 2007, data in cui si sono svolti i funerali del Patriarca Teoctist, guida della Chiesa Ortodossa Romena per 21 anni, è stato ugualmente dichiarato giorno di lutto nazionale.

Altre date dichiarate giorni di lutto nazionale sono state: 8 aprile 2005, in occasione dei funerali di Papa Giovanni Paolo II; 14 marzo 2004, in memoria dei cittadini romeni, vittime degli attentati terroristici dell’11 marzo 2004 in Spagna; 14 settembre 2001, dopo gli attacchi terroristici subiti dagli Stati Uniti l’11 settembre 2001; 12 gennaio 1990, in memoria delle vittime della Rivoluzione.

Bilancio MAE ampliato dal Governo per i funerali dell’ex sovrano

Mercoledì, il Governo ha aumentato di 43.000 lei i fondi del bilancio del Ministero degli Affari Esteri (MAE) per i funerali organizzati in memoria del Re Mihai, fondi necessari solo all’apertura del salone ufficiale nell’Aeroporto Otopeni, poiché le altre misure dispongono già dei fondi necessari, isecondo alcune fonti politiche.

I 43.000 lei, provenienti dal Fondi di riserva del Governo, saranno allocati solo per l’apertura del salone ufficiale dell’Aeroporto Otopeni ai capi di stato e di Governo, come anche ai rappresentanti di alcune famiglie reali che prenderanno parte ai funerali, secondo quanto rilevato da alcune fonti politiche.

La somma di denaro è stata offerta in base alle stime della Famiglia Reale, secondo le quali circa 100 personalità arriveranno in Romania.

In base alle fonti citate, la somma di 43.000 lei non rappresenterebbe il totale dei fondi destinati ai funerali, dal momento che gli altri contributi del MApN, MAI, ecc. sono già presenti dei bilanci di questi ministeri.

NO COMMENTS