La Giornata Nazionale sarà celebrata con grandiose parate militari, a Bucarest ed Alba Iulia

0
81

3.500 militari romeni e stranieri e 350 mezzi tecnici sfileranno nella parata dell’Arco di Trionfo nella Capitale

Circa 3.500 militari e specialisti del Ministero della Difesa Nazionale, del Ministero degli Interni e del Servizio Romeno d’Informazione, con circa 350 mezzi tecnici, tra cui circa 50 aeronavi, e militari provenienti dai paesi alleati o partner parteciperanno, venerdì 1 Dicembre, a partire dalle ore 11:00 alla Parata militare organizzata in occasione della Giornata Nazionale della Romania, nella Piazza Arcul de Triumf di Bucarest, ha annunciato il Ministero della Difesa Nazionale (MApN).

Gli otre 300 militari stranieri proverranno da Bulgaria, Canada, Francia, Germania, Grecia, Italia, Polonia, Portogallo, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Repubblica di Moldavia, Slovacchia, USA, Turchia e Ucraina.

Sempre a Bucarest, venerdì 1 Dicembre, a partire dalle ore 8:00 avrà luogo la cerimonia militare e religiosa di deposizione delle corone di erbe e fiori presso il Monumento del Milite Ignoto di Parco Carol I.

In occasione della Giornata dell’1 Dicembre, i rappresentati delle Forze Armate Romene, su richiesta e con il sostegno delle autorità locali, parteciperanno alla preparazione, organizzazione e svolgimento della cerimonia militare e religiosa di deposizione delle corone di fiori, a incontri con i militari veterani e veterani di guerra, sfilate ed esposizioni di attrezzature militari di lotta e armamento, all’interno di alcune guarnigioni in cui sono dislocate grandi unità e unità militari.

In occasione della Giornata Nazionale, la Bandiera nazionale sarà issata su tutte le istituzioni militari del paese, mentre a bordo delle navi, marittime e fluviali, sarà issato il Grande Pavese. I militari presenti in missione nei teatri operativi, realizzeranno la cerimonia militare e le attività specifiche in occasione della Giornata Nazionale.

1.200 militari e 120 mezzi tecnici sfileranno ad Alba Iulia

L’1 Dicembre, il municipio di Alba Iulia ospiterà una parata militare e non solo una sfilata, com’era stato annunciato all’inizio nel programma delle manifestazioni, pubblicato dalle autorità locali. Dell’argomento si è parlato nell’incontro svoltosi mercoledì presso il Collegio nazionale Militare “Mihai Viteazul”, con tutti i fattori implicati. Il motivo dei radicali cambiamenti intercorsi nel programma dell’evento, è stata la presenza ad Alba Iulia del premier Mihai Tudose, accanto ai capi delle sue Camere del Parlamento, Liviu Dragnea e Calin Popescu-Tariceanu.

Secondo i presenti alla seduta tecnica, alla parata parteciperanno circa 1.500 militari, a differenza dei 600 dell’anno scorso, e 120 mezzi tecnici – mezzi blindati e cannoni, uno dei quali sarà presentato, ad esempio, su un rimorchio per evitare che distrugga la pavimentazione stradale, a causa del suo peso e dei cingoli. Una novità sarà la presenza alla parata di alcuni mezzi hipo. Allo stesso modo, se il tempo lo permetterà, elicotteri e Mig Lancer solcheranno i cieli della città. Su un rimorchio, sarà esposto anche un carrarmato dalle dimensioni impressionanti.

“Ho avuto un incontro con tutte le ufficialità locali, giacché esiste la possibilità che l’1 Dicembre, in occasione della Giornata Nazionale, nella Guarnigione Alba Iulia si svolga una parata militare, tanto delle forze terrestri, come anche di attrezzature militari, da parte del Ministero della Difesa Nazionale e del Ministero degli Interni. Dopo l’approvazione del ministro della Difesa Nazionale e del capo dello Stato Maggiore, saranno presenti circa 1.500 militari, del MApN, MAI ed SRI, e circa 120 mezzi tecnici”, ha dichiarato alla stampa il comandante della IV Divisione di Fanteria “Gemina” di Cluj-Napoca, generale di brigata Virgil Ovidiu Pop.

Alla parata parteciperanno le seguenti unità militari ed istituzioni: il Battaglione 811 di Fanteria Dej, il Battaglione 812 di Fanteria Bistrita, il Battaglione 17 degli Alpini, il Reggimento 317 ISR “Vladeasa”, il Reggimento 50 Missili Antiaerei “Andrei Muresianu”, il Reggimento 69 di Artiglieria Mista “Silvania”, il Battaglio 136 del Genio “Apulum”, il Collegio Nazionale Militare “Mihai Viteazul”, l’Accademia delle Forze Terrestri, la Jandarmeria, l’Ispettorato per le Situazioni d’Urgenza, il Servizio Romeno d’Informazione e la Polizia Locale.

NO COMMENTS