Corruzione senza fine

0
60

Il conto alla rovescia è cominciato per la carriera politica di Liviu Dragnea. Le ultime accuse nei suoi confronti da parte della Direzione Nazionale Anticorruzione non possono rimanere prive serie conseguenze politiche. Anche se non ancora. Adesso il presidente del primo partito del paese cercherà di vendere cara la sua pelle. Non ha più niente da perdere e probabilmente la cosiddetta riforma della Giustizia non tarderà più. Tutto dipende dalla reazione della gente. Il pericolo di una reazione dura da parte delle forze dell’ordine è molto più serio adesso rispetto a un anno fa. Oltre le tante differenze, la situazione attuale non è del tutto diversa di quella di un quarto di secolo fa, quando lo stesso partito al governo chiamò i minatori per terrorizzare la capitale. I leader socialdemocratici che oggi rischiano di andare in galera sono capaci di puntare su un clima di guerra civile piuttosto che rinunciare al potere che ancora li protegge. Nello stesso tempo, manca una vera e forte opposizione. È sconvolgente capire adesso che la corruzione, non solo non ha colore politico ma che il confronto elettorale può nascondere intese economiche segrete tra avversari politici. Le accuse attuali parlano di una possibile intesa tra Liviu Dragnea ed Elena Udrea, ex ministro e braccio destro dell’ex presidente Basescu. Ma allora di chi fidarsi? L’Unione Salvate la Romania era un anno fa una piccola speranza per una politica meno corrotta. Purtroppo i conflitti interni sono stati tali da tarpargli le ali. I liberali cercano di allearsi con il piccolo partito dell’ex premier Ponta. Ma qual’è la vera differenza politica tra Dragnea e Ponta? Se la gente si ribellerà alla riforma della Giustizia la crisi politica sarà più grave rispetto a quella di due anni fa, quando Victor Ponta andava a casa dopo le proteste causate dalle tante vittime di in un incendio avvenuto in un night club di Bucarest. Le confessioni di chi è sopravvissuto ed è stato curato negli ospedali romeni parlano di una corruzione senza fine. La corruzione rimane il principale problema del paese.

NO COMMENTS