Il Progetto di modifica delle leggi sulla giustizia sarà promosso tramite iniziativa parlamentare

0
58

Il progetto di modifica delle leggi sulla giustizia sarà promosso da un’iniziativa parlamentare, ha annunciato il leader dell’Alleanza di Liberali e Democratici (ALDE), Calin Popescu Tariceanu, alla fine della seduta della Coalizione di Governo di mercoledì.

“Il signor Ministro Tudorel Toader proporrà un pacchetto di riforma alla Commissione giuridica, lo sosterrà, e la Coalizione intende promuovere il disegno di legge di riforma, avviare i dibattiti e entrare nella procedura. Sarà promossa come iniziativa parlamentare”, ha dichiarato Tariceanu.

Egli ha poi affermato che Toader presenterà il pacchetto leggi alla Commissione giuridica.

Tudorel Toader: Il progetto legge per la modifica delle leggi sulla giustizia è stato completato, avrò un incontro con in Vicepresidente CE Timmermans il 26 ottobre

Mercoledì mattina, prima della dichiarazione di Tariceanu, il Ministro della Giustizia, Tudorel Toader ha annunciato che il disegno di legge per la modifica delle leggi sulla giustizia è stato portato a termine. Toader ha precisato come la priorità sia il rispetto della sentenza pilota della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (CEDU), in merito alle condizioni delle carceri.

“È stato portato a termine il progetto legge di modifica delle leggi sulla giustizia – parteciperemo a tutti i dibattiti! Prioritaria è ora la tabella di marcia per l’adempimento di quanto richiesto dalla Sentenza pilota pronunciata dalla CEDO in merito alle condizioni dei penitenziati!”, ha scritto Tudorel Toader su Facebook.

A suo parere, le commissioni penitenziarie sono pronte ad applicare quanto previsto dalla legge n. 169 del 14 luglio 2017, per modificare e completare la Legge n. 254/2013 sull’esecuzione delle pene e delle misure di detenzione disposte dagli organi giudiziari durante il processo penale, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Romania, Parte I n. 571 del 18 luglio 2017.

“Le disposizioni all’art. 55^1 stabiliscono la Compensazione nel caso di alloggio detentivo in condizioni inadeguate. In base al par. (1), nel calcolare la pena eseguita realmente si tiene presente come misura di compensazione, a prescindere dal regime di esecuzione della pena, anche l’esecuzione in condizioni adeguate, caso in cui, per ogni periodo di 30 giorni scontati in condizioni inadeguate, anche se tali periodi non fossero consecutivi, saranno considerati eseguiti 6 giorni della pena applicata”, ha spiegato Tudorel Toader.

Più tardi nella stessa giornata, il Ministro Toader ha dichiarato in Parlamento che il 26 ottobre avrà un incontro con il Vicepresidente della Commissione Europea (CE), Frans Timmermans, per discutere “nei dettagli” le soluzioni proposte tramite il progetto di modifica delle leggi sulla giustizia.

“Il Ministero della Giustizia ha redatto e portato a termine il disegno di legge per la modifica delle leggi sulla giustizia. Ancora, abbiamo stilato una richiesta di parere della Commissione di Venezia in merito alle procedure di nomina dei procuratori d’alto rango. Come novità, il 26 ottobre, ho fissato un incontro con il primo Vicepresidente della Commissione Europea Timmermans, e discuteremo, senza fretta e nei dettagli, delle soluzioni proposte nel disegno di legge. Nel frattempo, la coalizione di maggioranza deciderà quale dovrà essere la procedura da seguire: che sia presentato da me al Governo, e dal Governo inviato in Parlamento, oppure che sia ripreso come iniziativa parlamentare e sia dibattuto in Parlamento”, ha dichiarato Tudorel Toader in Parlamento.

Alla domanda su quale sia l’opzione migliore, Toader ha affermato che l’opzione migliore sarà l’esistenza alla fine di una buona legge, che parta dal progetto che ha preparato insieme alle modifiche che appariranno durante i dibattiti.

“Non spetta a me decidere la strada da seguire, non io faccio le valutazioni”, ha aggiunto il Ministro della Giustizia.

Due settimane fa, il Consiglio Superiore della Magistratura (CSM) ha risposto negativamente al progetto di modifica delle leggi sulla Giustizia, spiegando che questo “violerebbe” in aspetti essenziali le garanzie fondamentali di funzionamento del sistema giudiziario ed eluderebbe le disposizioni costituzionali.

Le modifiche delle leggi sulla Giustizia sono state criticate dalle associazioni dei magistrati, dal Presidente Iohannis, e anche l’Ambasciatore USA ha espresso preoccupazione rispetto ad alcune disposizioni.

Toader annuncia che non richiederà più il parere della Commissione di Venezia per la nomina dei procuratori capo: Lo farà il Parlamento

Giovedì, il Ministro della Giustizia, Tudorel Toader, ha annunciato in Parlamento che non intende più richiedere il parere della Commissione di Venezia sulla modalità di nomina dei procuratori capo, spiegando che la coalizione ha deciso di realizzare il progetto di modifica delle leggi sulla Giustizia come iniziativa parlamentare e pertanto, il compito di notificare alla Commissione spetta al Parlamento.

“Non compari alla Commissione di Venezia con forme intermedie del disegno di legge. Io ho un progetto di legge finito e aspettavo la decisione per capire a chi presentarlo: al Governo o al Parlamento. Ieri l’ho saputo. Lo presenterò in Parlamento, abbiamo la forma finale del progetto, andrò in Parlamento dove dispongo di: richiesta di parere della Commissione, esposizione dei motivi del disegno di legge, il disegno di legge, le tre leggi che saranno modificate in formato tabellare (…) Nel momento in cui la Commissione del Parlamento approva il disegno di legge, allora prepara e richiede il parere della Commissione (di Venezia – N.d.R.) e lo invia alla Commissione”, ha dichiarato Tudorel Toader.

NO COMMENTS