Jens Stoltenberg ai militari della Brigata Multinazionale: Inviate un messaggio chiaro – la NATO è qui, forte e unita

0
237

Lunedì, il Segretario Generale della NATO, Jens Stoltenberg, si è congratulato con la Brigata Multinazionale di Craiova per il contributo in favore della sicurezza delle nazioni, ed ha affermato come il messaggio trasmesso dalla stessa, mostri la forza e l’unità della NATO.

“È un grande onore per me essere oggi qui con voi. Insieme, contribuite a mantenere le nazioni al sicuro, a scoraggiare le minacce e a proteggere i confini orientali dell’Alleanza. Attribuisco grande valore a ciò che fate. Inviate un messaggio chiaro: la NATO è qui, la NATO è forte, la NATO è unita”, ha dichiarato Stoltenberg ai militari della Brigata Nazionale di Craiova dove, lunedì, insieme al presidente Klaus Iohannis, ha svolto una missione d’informazione. Il Segretario Generale è stato accompagnato dal Ministro della Difesa Nazionale, Mihai Fifor, e dal capo dello Stato Maggiore Generale, il Generale Nicolae Ciuca, nello svolgimento della missione d‘informazione alla sede della Brigata Multinazionale NATO Sud-Est (MN BDE) di Craiova.

Jens Stoltenberg ha mostrato come la NATO abbia raggiunto la cifra di 5.000 militari dall’altissimo livello operativo, ed abbia creato una catena di piccoli comandi, dislocati lungo l’intero versante orientale dell’Alleanza.

“Sono molto felice di poter visitare anche la nostra brigata di Craiova. Sono assai riconoscente nei confronti della Romania per il contributo offerto alla sicurezza collettiva dell’Alleanza e per il sostegno accordato agli altri stati, in veste di paese ospite. Contribuite alla preparazione delle forze armate di numerosi paesi e avete così accresciuto le loro capacità di collaborazione e di risposta immediata alle necessità che si presentano. Quest’unità è sotto il comando romeno. Ho avuto l’occasione di osservare personalmente il livello di preparazione dei soldati romeni presenti nelle operazioni di Afghanistan e Kosovo.

Gli Scorpioni Rossi sono stati tra le prime unità NATO a operare in Afghanistan, fin dal 2002. Ma molte altre sono state ad esempio dislocate qui. Dieci stati dell’Alleanza si sono impegnati a contribuire personalmente al comando di questa Brigata. La Polonia ha dislocato una compagnia, e anche Portogallo, Bulgaria, Italia e Germania daranno un loro contributo”, ha sottolineato il Segretario Generale della NATO.

Questi ha dichiarato ai militari di Craiova come la NATO, alleanza transatlantica il cui scopo è mantenere la pace e la sicurezza, abbia i militari migliori e più decisi, uomini e donne, e si è poi congratulato con loro per il coraggio e la professionalità.

Il Segretario Generale della NATO, Jens Stoltenberg, ha annunciato per la prima volta nel luglio 2016, durante i lavori della seconda giornata del Summit NATO di Varsavia, come la NATO avesse intenzione di trasformare una brigata dell’Esercito Romeno in una multinazionale, per aumentare la presenza dell’Alleanza nell’Europa Sud Orientale.

Il 27 settembre 2016, dopo la riunione del Consiglio Supremo di Difesa Nazionale, il Presidente Klaus Iohannis ha annunciato che la Brigata 2 di Fanteria “Rovine” di Craiova sarebbe stata la brigata di base di questa formazione multinazionale.

La Brigata multinazionale NATO, con sede centrale a Craiova, ha dichiarato la Capacità Iniziale (CI) nel mese di aprile di quest’anno, disponendo di due nuovi alleati interessanti a farne parte.

Il 30 aprile 2017, per ordine del Ministro della Difesa Nazionale, ha avuto luogo la trasformazione della Brigata 2 di Fanteria “Rovine” nel Comando della Brigata Multinazionale Sud Orientale (HQ MN BDE-SE)

Il 15 luglio, ha avuto luogo la cerimonia di attivazione del comando, momento in cui ha avuto luogo l’integrazione ufficiale della HQ MN BDE-SE nella Struttura di Forze NATO (NFS) in base alle implementazioni del Piano d’Azione per la Crescita della Capacità di Reazione dell’Alleanza, definita durante il Summit NATO di Varsavia, nel 2016.

Allo stesso modo, proveniente dalla MN BDE SE, una batteria di difesa aerea fa parte della strategia d’incremento di presenza consolidata in Polonia, guidata da un gruppo di battaglia USA.

Secondo le informazioni fornite ad Agerpres dai rappresentanti della Brigata Multinazionale SE, la costruzione e la complessa funzionalità della MN BDE SE rappresenta un obiettivo maggiore per il prossimo futuro.

Iohannis: Ospitare la Brigata Multinazionale dimostra la preoccupazione della Romania di aumentare la sicurezza nella regione del Mar Nero

Il fatto che la Romania ospiti il Comando della Brigata Multinazionale Sud Orientale dimostra il livello di preoccupazione del nostro paese a favore di una maggiore sicurezza nella regione del Mar Nero, ha dichiarato lunedì il Presidente Klaus Iohannis.

“Ci troviamo in pieno processo di consolidamento delle postazioni di scoraggiamento e difesa della NATO sul Versante Orientale dell’Alleanza. Il fatto che la Romania ospiti il Comando della Brigata Multinazionale Sud Orientale indica l’elevato grado di preoccupazione e l’impegno del nostro paese a favore di una maggiore sicurezza, non solo nel nostro paese ma nell’intera ragione del Mar Nero. Per noi il ruolo di fornitori di sicurezza e stabilità di cui ci siamo fatti carico, rappresenta un obiettivo che, una volta realizzato, intendiamo consolidate e adottare nelle evoluzioni regionali e globali”, ha affermato Iohannis a Craiova.

Il Presidente si è dichiarato convinto che il nostro paese rispetterà gli impegni presi dalla Brigata Multinazionale Sud Orientale, in modo da realizzare l’anno prossimo la capacità totale del comando di questa struttura NATO in Romania.

“Sono contento che, nel tempo relativamente breve trascorso dalla decisione di costituire questa struttura NATO in Romania, siano stati registrati progressi importanti, apprezzati anche dagli alleati. Ho fiducia del fatto che continueremo a rispettare gli impegni presi in questo senso, in modo da poter raggiungere, entro la fine dell’anno prossimo, la capacità totale del Comando della Brigata Multinazionale Sud Orientale”, ha dichiarato Iohannis.

Lo stesso ha evidenziato come la Brigata Multinazionale Sud Orientale di Craiova rappresenti un momento di grande importanza per la difesa della Romania e dello spazio euroatlantico ed ha passato in rassegna la presenza NATO in Romania.

“Oggi siamo qui, a vivere un momento di grandissima importanza per la difesa della Romania e dello spazio euroatlantico – la creazione della Brigata Multinazionale Sud Orientale di Craiova. In questo modo, diventa realtà uno degli obiettivi importanti sostenuti dal nostro paese all’interno del Summit NATO di Varsavia. Signor Segretario Generale Jens Stoltenberg, sono passati più di due anni da quando abbiamo inaugurato insieme la sede di Bucarest dell’Unità NATO per l’Integrazione delle Forze Armate (…). A questo passo ha fatto seguito la costituzione e l’attivazione del Comando di Divisione Sud Orientale di Bucarest, il primo dicembre 2015. Poi, nella primavera del 2016, ha avuto luogo l’inaugurazione dell’impianto antimissile Aegis Ashore di Deveselu (…). Abbiamo passato in rivista queste evoluzione per evidenziale il carattere dinamico e concreto della presenza NATO nel nostro paese, subordinata alle decisioni di adattamento dell’Alleanza Nord-Atlantica a un ambiente di sicurezza complesso”, ha dichiarato Iohannis.

Questi ha rilevato come la Brigata Multinazionale Sud Orientale sia stata costituita come risposta al contesto incerto ed instabile, in prossimità della NATO.

“D’altra parte, la Brigata Multinazionale Sud Orientale è stata costituita proprio come risposta a questo contesto insicuro e incerto, nei pressi dei paesi NATO. Lo spazio euroatlantico continua a confrontarsi con una serie di provocazioni generate da attori statali e non statali, da forze militari convenzionali ed entità terroristiche. Allo stesso modo, le minacce cibernetiche e ibride crescono d’importanza e alimentano l’incertezza dell’attuale contesto di sicurezza.

NO COMMENTS