Seduta comune di Governo per Romania e Bulgaria a Varna

0
88

Tudose: Sono convinto che in massimo un anno, Romania e Bulgaria saranno nello spazio Schengen

Il Premier Mihai Tudose, martedì a Varna, ha dichiarato che “Romania e Bulgaria offrono all’Unione Europea servizi di Polizia di Frontiera tra i più sicuri” e si è dichiarato convinto che “in massimo un anno” entrambi gli stati faranno parte dello spazio Schengen.

“Romania e Bulgaria offrono all’Unione Europea servizi di Polizia di Frontiera tra i più sicuri per il traffico di persone, in base alle cifre. Sono convinto che massimo in un anno, anche Romania e Bulgaria saranno nello spazio Schengen”, ha dichiarato Mihai Tudose, a Varna, rispondendo alle domande dei giornalisti in merito ai progetto comuni dei due stati, d’integrazione nello spazio Schengen.

I Governi di Romania e Bulgaria martedì si sono riuniti a Varna per una riunione comune, durante la quale sono stati firmati molti protocolli di collaborazione in materia di trasporti, forza lavoro ed energia.

“Ognuno dei due paesi può rappresentare una rete di salvataggio per l’altro in caso di necessità, di collasso energetico. È un atto di grande importanza e afferma con grande chiarezza il modo in cui vediamo la collaborazione in quest’ambito. La Bulgaria, la Romania, insieme alla Grecia e alla Serbia, possono diventare centro di stabilità e di sicurezza energetica per questa zone d’Europa. Non ci rimane altro che dimostrarci sufficientemente diligenti e approfittare di quest’opportunità che ci rende molto, molto importanti e attori anche per il resto dell’Europa”, ha aggiunto il Premier.

“Abbiamo stabilito incontri mensili”

Martedì, alla fine della seduta comune di governo romeno-bulgara, il Premier Mihai Tudose ha dichiarato siano stati toccati numerosi argomenti d’interesse per entrambi i paesi, anche legati allo sviluppo delle infrastrutture, e come si sia deciso che gli incontri avverranno mensilmente, per lo meno tra i due premier.

Il prossimo incontro avrà luogo a Bucarest, il mese prossimo.

“Ci sono cose che abbiamo concordato oggi (martedì – N.d.R.). L’importantissima posizione di Bulgaria e Romania in ciò che significa Unione Europea, tenendo presente che i due paesi avranno la presidenza del Consiglio con un intervallo di sei mesi e sarà necessario lottare insieme per mantenere la politica di coesione e la politica agraria, senza tralasciare le politiche per la comune sicurezza europea, dal momento che siamo due paesi sulla frontiera orientale dell’Unione Europea e della NATO”, ha dichiarato Tudose.

Questi ha precisato si sia discusso a lungo anche di infrastrutture.

“Abbiamo parlato molto di interconnessione, di infrastrutture ma non come uno scopo di per sé. Lo scopo di entrambi i paesi è costruire un ponte, e il ponte di per sé, insieme alla ferrovia o all’autostrada, sarà un mezzo tramite cui le economie dei due paesi diventeranno competitive all’interno dell’Unione Europea, per offrire opportunità, tanto d’investimento quanto anche d’affari ai cittadini dei nostri paesi”, ha aggiunto il Premier romeno.

Lo stesso ha annunciato la comune decisione di avere incontri mensili.

“Siamo stati d’accordo nel decidere insieme che questo tipo di riunioni, capaci di suscitare così tanto interesse, non sia un evento ma una normalità, in cui s’incontrino mensilmente i primi ministri – siamo a meno di un’ora d’aereo gli uni dagli altri. Il comitato interministeriale, che abbiamo costituito oggi, e i ministri dovranno avere un legame molto, molto stretto, lavorare in modo programmatico, rispettando grafici d’implementazione delle decisione e non perdere altri 20 anni”, ha aggiunto Tudose.

NO COMMENTS