La sezione d’Ispezione Giudiziale ha inviato alla Sezione per i procuratori del CSM il rapporto con i risultati dei controlli svolti alla DNA

0
35

La sezione d’Ispezione Giudiziale (IJ) giovedì ha annunciato di aver trasmesso alla Sezione per i procuratori del Consiglio Superiore della Magistratura il rapporto sui risultati dei controlli manageriali svolti alla Direzione Nazionale Anticorruzione (DNA).

“La sezione d’Ispezione Giudiziale ha trasmesso alla Sezione per i procuratori del Consiglio Superiore della Magistratura il Rapporto sui risultati dei controlli manageriali svolti nel periodo 17 luglio – 25 agosto 2017, presso la Direzione Nazionale Anticorruzione – Struttura centrale”, hanno trasmesso i rappresentanti della sezione IJ.

Il rapporto della sezione d’Ispezione Giudiziale, seguito al controllo sostanziale sull’intera attività della DNA sarà discusso il 6 ottobre, nella Sezione per i procuratori del Consiglio Superiore della Magistratura.

Il controllo della sezione d’Ispezione Giudiziale è iniziato il 17 luglio, su richiesta del Ministro della Giustizia, Tudorel Toader, che il 13 luglio ha dichiarato come la lotta alla corruzione non significhi solo DNA, solo applicazione delle pene, ma prevenzione degli atti di corruzione e che, in qualità di ministro, non ne veda solo la parte positiva ma anche quella negativa, con persone arrestate, condannate e che in seguito si scopre fossero innocenti, cosa che equivale a una tragedia e ad una macchia nera per la giustizia. Toader ha precisato di aver richiesto alla sezione d’Ispezione Giudiziale una verifica dell’attività manageriale della DNA e della Procura ICCJ, istituzioni non sottoposte ad alcuno controllo da 10 anni.

Egli sostiene di aver chiesto alla sezione d’Ispezione Giudiziale di verificare l’attività manageriale della DNA e della Procura ICCJ, dove non sono state svolte valutazioni da dieci anni.

Il Procuratore capo della DNA, Laura Codruta Kovesi, sosteneva a sua volta come nell’ultimo anno e mezzo la sezione d’Ispezione Giudiziale abbia svolto circa 130 verifiche della procura anticorruzione. Tra queste, un controllo ha riguardato un intero anno d’attività, tanto dei procuratori quanto anche della direzione, afferma la stessa.

Sulla sezione d’Ispezione Giudiziale: Laura Codruta Kovesi ha ostacolato il controllo degli ispettori sulla DNA

Laura Codruta Kovesi, il Procuratore capo della Direzione Nazionale Anticorruzione (DNA), ha “rifiutato categoricamente” di presentare a una squadra di ispettori giudiziari i fascicoli redatti dal procuratore revocato Mihaiela Iorga Moraru, e così facendo ha ostacolato l’attività d’ispezione, si legge nel Rapporto della sezione d’Ispezione Giudiziale (IJ), secondo MEDIAFAX.

La DNA ha organizzato una commissione per l’inventario dei fascicoli redatti dal procuratore Mihaiela Iorga Moraru. La squadra di controllo era formata dal consigliere di Laura Codruta Kovesi, il giudice Dana Titian, e dai procuratori Claudiu Dumitrescu e Gabriela Popa, secondo il Rapporto della sezione d’Ispezione Giudiziale, del 19 settembre.

L’ordinanza tramite cui è stato disposto tale controllo sarebbe stata emessa illegalmente, affermano gli ispettori giudiziari. Questi ultimi spiegano tale conclusione sostenendo che la legge stabilisce che i giudici trasferiti mantengano le proprie qualità, e non possano quindi svolgere un controllo su un procuratore.

“Tenendo presente che Titian Dana, giudice trasferito con funzione di consigliere personale del Procuratore capo della DNA, che ha conservato la propria qualità di giudice (…), sia stata designata per svolgere attività di controllo di un procuratore, da parte del Procuratore capo della DNA, riteniamo che, tramite l’attività svolta, vale a dire quella di effettivo controllo dell’attività svolta da un procuratore, attribuita solo a un procuratore, il giudice trasferito Titian Dana abbia violato le norme legali sulla compatibilità e l’interdizione”, si legge nel documento della sezione IJ.

Secondo le fonti, tanto la squadra di controllo, quanto anche il Procuratore capo della DNA, Laura Codruta Kovesi, hanno rifiutato di presentare agli ispettori giudiziari i fascicoli redatti dal procuratore Mihaiela Iorga Moraru.

“Tenendo presente l’atteggiamento del Procuratore capo della Direzione, Laura Codruta Kovesi, costituito (…) da un rifiuto categorico a presentare i fascicoli (…), come anche il comportamento dei membri della commissione di controllo, il consigliere Titian Dana e il Procuratore capo del servizio giudiziario, Popa Gabriela, che hanno tergiversato l’attività che svolgevano, con lo scopo di sottrarre dalla sfera del controllo i fascicoli assegnati a un procuratore, (…) riteniamo che quanto riportato costituisca prova del fatto che sia stato commesso ostruzionismo all’attività d’ispezione degli ispettori giudiziari, con ogni mezzo”, si specifica nella fonte citata.

Il Rapporto è stato redatto dagli ispettori giudiziari Monica Plesea, Daniela Sanda Mates e Mihaela Hitruc.

Il Documento è stato inviato all’ispettore capo della sezione d’Ispezione Giudiziale, perché sia analizzato.

NO COMMENTS