Il Segretario Generale della NATO, visita ufficiale in Romania

0
89

Jens Stoltenberg visiterà la brigata multinazionale NATO di Craiova, insieme a Klaus Iohannis

Il Segretario Generale della NATO, Jens Stoltenberg, eseguirà una visita ufficiale in Romania, in occasione dell’Assemblea Parlamentare della NATO, ospitata dal Parlamento della Romania, e dell’incontro con il Presidente Klaus Iohannis, oltre che per visitare la sede della brigata multinazionale alleata a Craiova.

“Il Presidente della Romania, insieme al Segretario Generale dell’Alleanza Nord-Atlantica, parteciperà all’apertura della sessione plenaria, della 63esima riunione dell’Assemblea Parlamentare NATO (AP NATO), che si terrà al Palazzo del Parlamento. In quest’occasione, il Presidente della Romania sosterrà un discorso di fronte alla plenaria AP NATO”, ha annunciato giovedì l’Amministrazione Presidenziale, in un comunicato stampa.

L’Assemblea Parlamentare NATO è un foro che riunisce i parlamentari dei paesi membri e partner dell’Alleanza, che s’incontrano periodicamente per analizzare gli aspetti legati alla sicurezza comune, facilitando così il consenso pubblico e parlamentare a sostegno dei politici dell’Alleanza. Il foro assicura il dialogo parlamentare della regione auro-atlantica, in merito ai problemi di sicurezza, politici, sociali ed economici, aggiungendo trasparenza alla vita politica della NATO. L’AP NATO aiuta gli ambiti parlamentari a conoscere e comprendere i problemi attuali d‘importanza maggiore e contribuisce a promuovere posizioni comuni all’interno dei parlamenti membri.

L’Assemblea riunisce 266 membri con pieni diritti legislativi, dei 29 stati membri NATO, delegati da 12 paesi associati tra i paesi con statuto di membri associati mediterranei e osservatori parlamentari.

Allo stesso modo, i due ufficiali avranno anche un incontro bilaterale.

“L’Agenda degli incontri includerà la valutazione concreta dello studio sull’implementazione delle decisioni adottate al Summit NATO del 2016 a Varsavia, e durante la Riunione al vertice di Bruxelles, del maggio 2017, come anche la preparazione dell’agenda e dei risultati dei futuri Summit NATO per l’anno 2018. Gli aspetti riguardanti il processo di adattamento dell’Alleanza al complesso ambito internazionale di sicurezza, con accento sulla posizione della NATO di difesa e scoraggiamento sul Versante Orientale, occuperà un posto importante all’interno delle discussioni. Alle conversazioni con l’alto ufficiale seguirà una conferenza stampa comune”, ha precisato la fonte citata.

Il precedente incontro Iohannis-Stoltenberg è avvenuto durante l’Assemblea Generale dell’ONU, a New York. Jens Stoltenberg è stato presente in Romania anche all’inaugurazione dell’Unità NATO d’Integrazione delle Forze e all’attivazione della scudo antimissile di Deveselu.

Allo stesso tempo, il Presidente Klaus Iohannis e il Segretario Generale Jens Stoltenberg visiteranno insieme, lunedì pomeriggio, la Brigata Multinazionale NATO Sud-Est (MN BDE) di Craiova.

La creazione di questa struttura NATO sul territorio della Romania, rappresenta uno dei risultati importanti del nostro paese, deciso dai capi di stato e di governo durante il Summit NATO di Varsavia nel 2016, per rafforzare la sicurezza nella regione.

Grazie agli sforzi congiunti della Romania, degli alleati e della NATO come organizzazione, questa struttura rappresenta l’espressione dei principi su cui si basa l’Alleanza Nord-Atlantica – solidarietà e unità. Nell’aprile di quest’anno, è stata dichiarata la Capacità Operativa Iniziale del MN BDE mentre quella finale è prevista nel novembre 2018. La cerimonia di attivazione del Comandamento Militare Internazionale NATO è avvenuta il 15 luglio.

In occasione della visita a Craiova, i due ufficiali incontreranno anche i militari polacchi di stanza in Romania nella Brigata Multinazionale. Dopo le decisioni prese dai Presidenti di Romania e Polonia, nell’ambito del Summit di Varsavia dell’anno scorso, i due alleati e partner strategici hanno stabilito partecipazioni reciproche sui loro territori, e la Romania ha inviato a sua volta un’unità militare in Polonia. La realizzazione di questa decisione da parte dei due Presidenti rappresenta un contributo effettivo e concreto nell’assicurare un approccio unitario al versante Orientale NATO.

NO COMMENTS