Il Ministro Fifor ha ribadito all’omologo americano l’impegno fermo della Romania nel contribuire in modo sostanziale alla sicurezza dell’Alleanza

0
79
Secretary of Defense Jim Mattis hosts a bilateral meeting for Romanian Minister of Defense Adrian Tutuianu Sept. 19, 2017, at the Pentagon in Washington, D.C. (DOD photo by Air Force Tech. Sgt. Brigitte N. Brantley)

Il Ministro della Difesa Nazionale, Mihai Fifor, martedì 19 settembre ha avuto un incontro ufficiale al Pentagono con il Segretario americano alla Difesa, James Mattis, “un’eccellente opportunità per scambiarsi punti di vista sulle trasformazioni principali della sicurezza in ambito regionale e internazionale, come anche un’opportunità per discutere aspetti concreti, legati alla cooperazioni con gli USA, tanto in ambito bilaterale, quanto anche nel contesto dell’Alleanza”, informa un comunicato stampa del MApN.

Il Ministro Mihai Fifor ha rinnovato all’omologo americano il fermo impegno della Romania a fornire un contributo sostanziale alla sicurezza dell’Alleanza, esprimendo allo stesso tempo apprezzamento nei confronti dell’impegno degli USA e dell’Europa, specialmente per la robusta presenza della Romania, come parte di un’Iniziativa di Riassicurazione/Scoraggiamento Europeo, tramite l’Operazione Atlantica Roosevelt, atta ad accrescere l’interoperabilità delle forze Alleate, si legge nel comunicato.

I due dignitari hanno portato discussioni sullo stadio delle cooperazioni rispetto agli appalti, di cui il programma Caccia Multiruolo costituisce un esempio concreto, capace di sostanziare in modo definitivo il Partenariato Strategico Romania-USA. Le nuove opportunità di cooperazione con i produttori romeni dell’industria nazionale della difesa e l’estensione degli investimenti USA nel nostro paese sono obiettivi cui, tanto il Governo quanto le Forze Armate, puntano.

Un altro argomento presente nell’agenda delle discussioni è stato lo stanziamento del 2% del PIL all’Esercito Romeno, e James Mattis ha rinnovato gli apprezzamenti dell’Amministrazione americana nei confronti di questa decisione delle autorità del nostro paese.

Ugualmente, sono stati toccati temi riguardanti la situazione della sicurezza nazionale, la modalità d’implementazione delle misure di assicurazione e adattamento, stabilite durante i Summit NATO tenutisi in Galles e a Varsavia, incentrata su un approccio unitario dell’intero versante orientale e sulla presenza avanzata, adottata dai suoi componenti – terrestre, marina e navale. L’ufficiale americano ha precisato che sarà analizzata la possibilità di un contributo USA, con personale militare, nelle sedi NATO sul territorio della Romania.

La sicurezza in Afghanistan è stato un altro importante argomento nell’agenda delle discussioni. In questo senso, il Ministro della Difesa Nazionale ha dichiarato come il nostro paese fornisca un contributo maggiore con le sue truppe, sottolineando quanto questa missione sia ancora prioritaria per l’Esercito Romeno. Allo stesso modo, gli ufficiali hanno passato in rassegna gli sforzi della comunità internazionale nella definizione di contesti sicuri in Iraq e in Siria, ma anche per neutralizzare le organizzazioni terroriste. La Romania fa parte della missione anti-DAESH, guidata dagli Stati Uniti d’America.

Alla fine delle discussioni, il Ministro Mihai Fifor si è dichiarato fiducioso nei confronti degli specialisti che sapranno sviluppare tutti gli aspetti emersi durante l’incontro, e che durante l’incontro che si terrà nell’ottobre di quest’anno tra i rappresentanti dei dipartimenti della difesa, saranno discussi i temi dell’agenda bilaterale.

 

Il Ministro della Difesa ha rinnovato la decisione della Romania di destinare il 2% del PIL alla difesa nel 2017 e di mantenere quest’impegno per i prossimi 10 anni

 

 Durante un incontro tenutosi martedì presso l’Ambasciata della Romania a Washington, l’ambasciatore George Cristian Maior ha sottolineato l’importanza del Partenariato Strategico tra la Romania e gli Stati Uniti, quest’anno al suo XX anniversario e, in modo particolare, il continuo sviluppo di tutte le sue dimensioni – sicurezza e difesa, economia e relazioni interumane.

“Il Partenariato tra la Romania e gli USA è forte e mostra l’impegno dei due paesi in favore della comune sicurezza, per rispondere insieme alle minacce nei confronti della sicurezza regionale e per consolidare la relazione transatlantica. Alla dimensione politico-militare salda delle relazioni bilaterali, si aggiunge una componente economica significativa, con effetti benefici per il nostro paese”, ha dichiarato l’ambasciatore George Cristian Maior.

Il Ministro Mihai Fifor ha sottolineato la decisione della Romania di destinare il 2% del PIL alla difesa nel 2017 e di mantenere quest’impegno per i prossimi 10 anni, in concomitanza con la realizzazione di programmi importanti di dotazione e modernizzazione delle forze armate, che implichino partenariati tra le industrie della difesa dei due stati. Allo stesso tempo, il Ministro della Difesa ha rilevato l’eccellenza degli incontri avuti con gli ufficiali americani, con il Segretario della Difesa James Mattis, e con il Consigliere aggiunto per la sicurezza nazione del Presidente USA, Ricky Waddell.

Il Direttore dell’Agenzia per la Cooperazione nell’ambito di Difesa e Sicurezza, il Luogotenente generale Cherles Hooper, ha ringraziato la Romania per l’impegno offerto accanto agli USA nell’ambito della sicurezza, tanto per l’Afghanistan che per gli altri ambiti operativi. Allo stesso modo, ha sottolineato la priorità di rafforzare la cooperazione bilaterale, e quanto la Romania sia un amico e alleato affidabile degli USA. Il Luogotenente generale Hooper ha inoltre trasmesso le sue condoglianze alla parte romena per il sacrificio del militare romeno, Madalin Stoica, durante una missione in Afghanistan.

NO COMMENTS