I Ricchi e Poveri in concerto a Bucarest e Timisoara

0
67

Il noto gruppo italiano, Ricchi e Poveri, torna in Romania dopo tre anni dall’ultimo incontro con i fan romeni. I successi “Sarà perché ti amo”, “Mamma Maria” e “Se m’innamoro” risuoneranno durante due sere eccezionali, nel Parco delle Rose di Timisoara, il 13 settembre, e sul palcoscenico di Sala Palatului, a Bucarest, il 12 ottobre.

Il progetto Ricchi e Poveri è nato in Italia nel 1967. Il gruppo, inizialmente un quartetto polifonico chiamato Fama Medium, composto da Franco Gatti, Angela Brambati, Angelo Sotgiu e Marina Occhiena, ha subito alcuni cambiamenti dei suoi membri componenti (Marina è andata via nel 1981, mentre Franco Gatti ha lasciato il gruppo del 2016).

“Insieme da 50 anni come fratello e sorella. Adoriamo questo lavoro e ci divertiamo ogni volta come pazzi. È la nostra vita. La gente ci ama e ne siamo felici”, raccontano all’ANSA, solari e sbarazzini come due adolescenti, Angela Brambati e Angelo Sotgiu.

Il gruppo, che ha conosciuto un successo fulminante in Europa durante gli anni ’80, si presenta in Romania con brani nuovi. Presentato all’inizio di quest’anno, il più recenti singolo dei Ricchi e Poveri è intitolato “Marikita” (Coccinella). Si tratta di un brano dal ritmo latino, estivo, cantato in spagnolo, e scelto da Fausto Brizzi come colonna sonora del film “Poveri ma ricchi”. La nuova melodia è disponibile su iTunes ed è distribuita da Sony Music.

“Sarà perché ti amo”, canzone con cui i Ricchi e Poveri hanno partecipato nel 1981 al Festival di Sanremo, li ha resi famosi: ha oltrepassato i confini dell’Italia, per dominare le classifiche musicali di Belgio, Francia, Austria, Germania e Spagna. Ha battuto anche il record del singolo più venduto dell’anno, con più di 7 milioni di esemplari. Il 1985 è l’anno della definitiva consacrazione, quando i Ricchi e Poveri vincono il Festival di Sanremo con il brano “Se m’innamoro”. Nei loro 50 anni di carriera musicale, hanno presentato 17 album in studio, 15 compilation e hanno venduto 20 milioni di dischi.

NO COMMENTS