Il Governo presenterà rapporti settimanali sull’attività della coalizione di maggioranza

0
149

Il Premier Mihai Tudose e i ministri del suo Gabinetto parteciperanno settimanalmente alle sedute della coalizione di governo per presentare un rapporto d’attività. I documenti saranno pubblicati sul site dell’Esecutivo.

“L’ho chiesto io, l’hanno chiesto i partiti di coalizione e anche il signor Dragnea ha chiesto che tra Governo e Parlamento, che tra Governo e coalizione esista un dialogo permanente. Ho stabilito la seguente modalità di lavoro: settimanalmente ci sarà una seduta informativa con la coalizione in merito a quanto accaduto la settimana precedente e su ciò che intendiamo fare al Governo la settimana seguente, e una volta al mese ci sarà un’analisi del livello di realizzazione del programma di governo a partire da termini, implicazioni e realizzazioni. Allora si svolgerà quell’analisi, una volta al mese. Per il resto, ogni settimana – abbiamo stabilito di venerdì – il rapporto di attività sarà inviato alla coalizione dei due partiti e sarà caricato sul site del Governo”, ha spiegato lunedì il Premier Mihai Tudose, dopo la seduta della coalizione di maggioranza, tenutasi presso il Palazzo del Parlamento, nell’ufficio di Liviu Dragnea.

A sua volta, il leader PSD, Liviu Dragnea, ha dichiarato ci sia stata “una buona discussione” nella coalizione di governo.

“Accanto a questo documento, che mostra l’attività di grande valore svolta nell’ultima settimana dal Governo e dai ministeri, assai soddisfacente dal mio punto di vista, sono state discusse grandi questioni, importanti, ad esempio la Legge PPP – partenariato pubblico-privato, che costituisce uno dei nostri maggiori obiettivi per sbloccare numerosi investimenti, e la loro attivazione, in una settimana o due, renderebbe possibile avviare un dibattito pubblico affinché, alla fine dell’estate, voglio dire l’1 settembre, esista un progetto di legge completo, con tanto di norme e allora probabilmente lo porteremo in Parlamento, in regime di urgenza. Allo stesso modo, il Fondo Sovrano di Investimenti, letto in una prima forma al Governo, è stato inviato a Eurostat e si attende il loro punto di vista. Ci ha presentato quali misure sono state prese per sbloccare decine di procedure di acquisizione per i grandi investimenti nelle infrastrutture, specialmente autostrade. Ancora, abbiamo discusso di misure legate ai programmi agricoli”, ha specificato Liviu Dragnea.

Lo stesso ha aggiunto come, dalle discussioni portate avanti, non sia emersa la necessità di organizzare una sessione parlamentare straordinaria, sebbene non sia una possibilità da escludere.

“Ne riparleremo tra un settimana, lunedì, nella stessa formula, e allora vedremo più elementi e decideremo insieme”, ha precisato Dragnea.

Tariceanu: Abbiamo risolto i problemi di comunicazione tra il piano politico e quello decisionale

Il Presidente dell’Alleanza di Liberali e Democratici (ALDE), Calin Popescu Tariceanu, lunedì ha dichiarato che i problemi di comunicazione all’interno della coalizione di governo sono stati risolti, e come siano stati fissati incontri settimanali tra il Premier Mihai Tudose e i membri del suo Gabinetto.

“Abbiamo trovato una soluzione perché, come vi dicevo, siamo stati d’accordo sull’esistenza settimanale di una riunione tra la struttura decisionale, vale a dire la leadership del partito, e l’Esecutivo ed è un bene, allo stesso tempo, ci siano i presidenti delle due camere, quindi una comunicazione tra Esecutivo e Legislativo, e la realizzeremo nello stesso modo anche con la parte decisionale, che è l’Esecutivo”, ha dichiarato Tariceanu alla fine della seduta della coalizione.

Nelle sedute settimanali sarà realizzata una valutazione del modo in cui le decisioni prese, siano messe in pratica, tanto al livello dell’Esecutivo quanto anche sul piano Legislativo. Tariceanu ha affermato quanto sia “soddisfatto” del modo in cui si siano svolte finora le discussioni con il Premier Mihai Tudose.

“Sono soddisfatto. Noto la preoccupazione, com’è naturale, di organizzare incontri, discussioni bilaterali con tutti i membri del partito, secondo un’agenda che ci ha presentato. Noto preoccupazione e interesse per il modo in cui funzionerà il budget, voglio dire gli incassi, le spese”. ha aggiunto Tariceanu.

Tudose: Bogdan Stan ha a disposizione un mese per dimostrare l’efficienza della direzione ANAF; ha ricevuto un percorso da seguire

Lunedì in Parlamento, il Premier Mihai Tudose ha affermato che il presidente dell’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione Finanziario (ANAF), Bogdan Stan, ha a disposizione un mese per dimostrare la propria efficienza alla guida dell’istituzione, per cui ha ricevuto un percorso da seguire e, se lo rispetterà, tutti saranno soddisfatti.

Alla domanda se sia soddisfatto dell’attività dell’ANAF, il Primo Ministro ha mostrato come le cifre siano migliori di quelle dell’anno scorso.

“Qui si discutono per lo meno due cose: le cifre sono o sembrano migliori rispetto all’anno scorso. A mio parere, a nostro parere, non sembrano buone come sarebbero potute essere, tenendo presente la crescita economica. Non è possibile avere crescita economia, avere consumi maggiori e incassare di meno”, ha risposto il Primo Ministro.

Mihai Tudose ha poi affermato che le soluzioni identificate durante gli incontri con i rappresentati dell’ANAF e del Ministero delle Finanze, saranno attuate a partire dalla prossima settimana.

“La settimana scorsa abbiamo avuto due giri di discussioni con l’ANAF, l’Antifrode, con il Ministero della Finanze, abbiamo identificato una serie di soluzione di cui si è discusso anche oggi nella coalizione e che, a partire dalla prossima settimana, sarà messa in pratica. A cominciare dall’informatizzazione completa di ciò che riguarda il sistema finanziario-fiscale in Romania, aggiungendo misure che ne aumentino l’efficacia, dalla riscossione dell’IVA fino a misure più strette per le merci di contrabbando”, ha sottolineato il Premier.

Il Primo Ministro ha espresso fiducia nel fatto che gli incassi dell’ANAF cresceranno, motivo per cui non parte dal presupposto che saranno necessarie le dimissioni di determinate persone.

“Io credo che cresceranno (le riscossioni – N.d.R.), di questo si è parlato. Non partiamo a priori dall’idea di cacciare alcuni e farne entrare altri, semplicemente hanno avuto i compiti a casa, hanno ricevuto un percorso da seguire e, se lo rispetteranno, saremo tutti contenti”, ha evidenziato Mihai Tudose.

Alla domanda se Bogdan Stan abbia fatto il suo dovere a capo l’ANAF, il Primo Ministro ha risposto seccamente: “Discutiamo di quello che si farà d’ora in avanti”.

Allo stesso modo, quando gli è stato chiesto quanto tempo abbia Bogdan Stan a disposizione per dimostrare la propria efficienza a capo dell’ANAF, il Premier ha affermato “a partire da oggi, ogni giorno”.

“La prossima analisi delle cifre si terrà tra un mese”, ha concluso Mihai Tudose.

NO COMMENTS