L’edizione di quest’anno della “Tenaris CineLatino” include anche un film italiano

0
84

Con l’intento di conservare la tradizione di implicarsi nella vita della comunità, grazie alla promozione di alcuni eventi, anche culturali, la compagnia TenarisSilcotub sostiene anche nel 2017 alcune manifestazioni divenute già tradizione. Si tratta della proiezione di film, anche all’aperto, sotto il generico nome di “Tenaris CineLatino”, che si terrà nelle città di Calarasi, Campina e Zalau. Nel programma sono presenti anche pellicole firmate da registi romeni, argentini, venezuelani e anche italiani, film che, secondo gli organizzatori, non possono essere visti in televisione.

Nel mese di luglio di quest’anno, sarà organizzata una nuova edizione del “Tenaris CineLatino”, manifestazioni divenuta già una tradizione per la compagnia TenarisSilcotub, che punta anche alla proiezione di film all’aperto. In sostanza, si tratterà di un festival di film, con ingresso libero, in cui la carovana passera per tre città della Romania, Calarasi, Campina e Zalau. Secondo il programma, in due delle tre città – Calarasi e Zalau – l’edizione di quest’anno includerà anche una pellicola firmata da un regista italiano. “Tenaris CineLatino” è un evento con cui la compagnia TenarisSilcotub intende facilitare l’accesso del pubblico, soprattutto alla cultura latinoamericana e creare uno spazio di dialogo tra persone di culture diverse, grazie a un evento dedicato interamente alla comunità. In concreto, a Calarasi, il festival comprenderà tre giorni di proiezioni presso la Sala “Barbu Stirbei” del Centro Regionale di Cultura e Creazione Calarasi. La selezione dei film – valida per le proiezioni che si terranno in tutte le città – è stata realizzata dall’Associazione per la Promozione del Film Romeno – dagli organizzatori del TIFF, dal momento che anche nel 2017 il Festival Internazionale di Film della Transilvania è stato sostenuto anche dalla compagnia TenarisSilcotub. Il programma completo delle proiezioni in questa città è il seguente: 4 luglio, ore 22:00 – “L’estate è finita” (Romania); 5 luglio, ore 17:00 – “Verza, patate e altri demoni” (Romania); 5 luglio, ore 19:00 – “Cittadino d’onore” (Argentina); 5 luglio, ore 21:00 – “Perfetti sconosciuti” (Italia); 6 luglio, ore 17:00 – “Cinema, mon amour” (Romania); 6 luglio, ore 19:00 – “Cani” (Romania”; 6 luglio, ore 21:00 – “Al culmine dell’amore” (Venezuela). La seconda tappa della manifestazione “Tenaris CineLatino” si terrà a Campina, nel Parco “La soldat” al centro della città, dove, come nelle precedenti edizioni, i film saranno trasmessi all’aperto, per una manifestazione organizzata in partenariato con il Comune di Campina”. Il festival comprenderà due proiezioni all’aperto, ogni sera dalle ore 22:00 e l’accesso del pubblico sarà ugualmente gratuito. L’edizione di Campina di quest’anno sarà inaugurata l’8 luglio, con il film “Al culmine dell’amore”, per la regia di Nelson Nunez. Si tratta di una produzione venezuelana, ed è considerata una commedia di successo. Domenica 9 luglio, sarà proiettato un film romeno, presentato ufficialmente solo poche settimane fa. Sarà il film “L’estate è finita”, per la regia di Radu Potcoava. L’ultima città in cui si terrà l’evento è Zalau dove, come a Calarasi, sarà proiettato il film di un regista italiano. Il programma, che si svolgerà durante tre giorni, è il seguente: 11 luglio: Parco Centrale Amfiteatru, ore 22:00 – “L’estate è finita” (Romania); 12 luglio: Palazzo Transilvania – Sala degli spettacoli, ore 17:00 – “Affare est” (Romania), ore 19:00 – “Cittadino d’onore” (Argentina); Parco Centrale Amfiteatru – ore 22:00: “Perfetti sconosciuti (Italia); 13 luglio – Palazzo Transilvania – Sala degli spettacoli: ore 17:00 – “Cinema mon amour” (Romania), ore 19:00 – “Al culmine dell’amore” (Venezuela); Parco Centrale – Amfiteatru: ore 22:00 – “Cani” (Romania).

La compagnia TenarisSilcotub è il maggior produttore romeno di tubi d’acciaio senza saldatura a piccolo diametro, utilizzati in diverse applicazioni dell’industria meccanica, auto-moto, petrolio e ai gas naturali, nell’industria chimica e petrolchimica, nell’industria energetica. Da menzionare che, oltre ad implicarsi in progetti culturali, la compagnia sostiene progetti educativi. Ricordiamo in questo senso la tradizione delle borse di studio “Roberto Rocca”, accordate agli studenti che, durante gli anni universitari, confermino di diventare specialisti nell’ambito di cui si occupano. In questo modo, all’inizio di quest’anno, 40 studenti di ingegneria e scienze applicate hanno ricevuto borse all’interno della nuova edizione del Programma “Roberto Rocca Education”, avviato dalla compagnia TenarisSilcotub. Le borse Roberto Rocca sono accordate agli studenti d’ingegneria provenienti da Argentina, Brasile, Canada, Cina, Colombi, Ecuador, Ghana, Guatemala, Indonesia, Italia, Giappone, Messico, Nigeria, Regno Unito, Romani, Uruguay e USA. Ogni anno, grazie a questo programma, sono accordate 650 borse per studenti, provenienti da oltre 80 università, e l’dea di accordare questo sostegno finanziario parte dal fatto che le risorse umane possono contribuire al progresso dell’industria e della tecnologia, in quanto essenziali per il successo economico di un paese. Da precisare, d’altra parte, che la realizzazione di questo programma porta avanti la visione di Roberto Rocca, nato a Milano nel 1922. In gioventù, accanto a suo padre, questi ha fondato la Techint, in Italia, una compagnia dedicata inizialmente all’ingegneria e alle costruzioni.

NO COMMENTS