Jean-Pierre Mustier, CEO UniCredit, ha visitato la Romania

0
502

Prima visita di Jean-Pierre Mustier a Bucarest, in qualità di CEO della UniCredit.

L’importanza della Romania, parte della Divisione CEE, che rappresenta una zona principale e un motore di crescita organica per il Gruppo, è stata riaffermata alla luce del piano strategico Transform 2019.

Jean-Pierre Mustier, CEO UniCredit, ha visitato Bucarest per la prima volta dalla sua nomina per la carica di CEO del Gruppo, nel luglio 2016. Durante il percorso della visita istituzionale in Romania, Jean-Pierre Mustier è stato accompagnato da Carlo Vivaldi, Capo della Divisione CEE dell’UniCredit.

In quest’occasione, Jean-Pierre Mustier ha ribadito il ruolo centrale detenuto dalla Divisione CEE, compresa la Romania, e i progetti del Gruppo di portare avanti lo sviluppo dell’attività nel mercato locale, come parte del piano strategico Transform 2019.

Jean-Pierre Mustier, CEO UniCredit: “L’Europa Centrale e Orientale è una regione di grande interesse, con una base giovane di clienti e un contesto macroeconomico e bancario stabile. Questa regione, inoltre, gode di una crescita del PIL e di guadagni adattati al rischio, maggiori rispetto alla Euro Zone. In Romania, come anche nella regione più ampia dell’Europa Centrale e Orientale, la nostra priorità è consolidare ancora di più la nostra posizione leader sul mercato e la prestazione finanziaria, mantenendo allo stesso tempo efficienza nei costi e attenzione alle qualità attive. Continueremo a offrire ai nostri clienti romeni i migliori prodotti e servizi, ponendo l’accento sullo sviluppo costante delle offerte digitali in concordanza con l’approccio multichannel all’interno del Gruppo”:

UniCredit è una Banca Commerciale Pan Europea semplice e di successo, con un sistema completo integrato di Banca Corporate e di Investimenti, che di base offre ai clienti un’unica rete occidentale, centrale e orientale europea.

Nella regione Centrale e Orientale dell’Europa, gli obiettivi del piano Transform 2019 comprendono: consolidamento della posizione leader tramite crescita organica, con un aumento dei proventi (CAGR) del 2,6% nel 2019, concentrarsi sull’innovazione e la digitalizzazione, con l’obiettivo di aggiungere 2,6 milioni di nuovi clienti (al netto) entro il 2019, come anche mettere a fuoco le economie dei costi e una disciplina comune del rischio, seguendo una quota del rapporto costi/introiti, fissata al 37,1% nel 2019.

L’esecuzione del piano Transform 2019 è sulla buona strada e ha già iniziato a produrre risultati tangibili durante il primo trimestre dell’anno 2017, in cui l’Europa Centrale e Orientale è stata una dei maggiori collaboratori per questo periodo.

Cifre chiave nel primo semestre 2017

Gruppo: Risultato netto 907 milioni di euro con profitto operativo lordo in aumento del 14,6% Y/Y. Profitto operativo netto in aumento del 36,1% Y/Y.

Divisione CEE: La performance trimestrale mostra introiti in aumento fino a 1,1 miliardi di euro in Q1 2017 (+6,5% Q/Q e +9,9% Y/Y)*, sostenuta da tutte le linee del business. Il profitto netto ha raggiunto i 336 milioni di euro nel Q12017 (+67,5% Q/Q, +5,5% Y/Y)*.

Romania: Il guadagno operativo è stato di 92,4 milioni di euro in Q1 2017 (+9,5% Q/Q e +6,4% Y/Y)* mentre il profitto netto è stato di 21 milioni di euro (+137,8% Q/Q e +16,8% Y/Y)*.

NO COMMENTS