Il Consiglio Europeo ha approvato la presentazione di PESCO

0
173

Iohannis: il Fondo di difesa non entra in conflitto con la NATO. Intendiamo rinvigorire l’industria nazionale di Difesa, aspetto progetti realizzabili da parte del Governo

Venerdì, a Bruxelles, il Presidente Klaus Iohannis ha dichiarato che il Consiglio Europeo ha approvato la presentazione del PESCO (Cooperazione strutturata permanente), in cui si parla della costituzione di un Fondo per la difesa, che tuttavia non entrerà in conflitto con la NATO, facendo riferimento a ricerca e coordinazione, e non alle acquisizioni. Iohannis ha aggiunto come durante la riunione del Consiglio Europeo siano stati toccati altri temi importanti come la difesa, la sicurezza interna ed esterna, l’immigrazione, l’agenda digitale, gli aspetti economici ed i cambiamenti climatici. In più, il capo dello stato desidera “rinvigorire” l’industria nazionale della Difesa, ed attende progetti realizzabili da parte del nuovo Governo.

In merito alla presentazione di PESCO, Iohannis ha dichiarato: “Si tratta di una collaborazione strutturata nell’ambito della difesa. Legate a quest’argomento, due puntualizzazioni importanti: si è parlato e se ne parla ancora, di un fondo di Difesa ma non si tratta di un fondo destinato all’acquisizione di armamenti o attrezzature, si tratta di un fondo destinato soprattutto alla ricerca e alla coordinazione”.

Egli ha affermato che questo non sarà “in conflitto” con ciò che fa la NATO.

In questo contesto, il Presidente ha affermato quanto desideri rinvigorire l’industria romena della difesa, cosa realizzabile grazie alla partecipazione a questo progetto EU.

“Siamo nella fase in cui la settimana prossima cercheremo di costituire un Governo che poi dovrà impegnarsi ad entrare più a fondo in quest’argomento. E proporrà, spero, un progetto realizzabile. (…) Ho chiesto ai Governi successivi, visto che ne ho già presi diversi, di concentrarsi su formule che rinvigoriscano la nostra industria della Difesa con discreto successo, ma ci vuole ancora tempo”, ha affermato il capo dello stato.

Un’altra questione legata alla difesa, discussa durante il Consiglio, ha riguardato le sanzioni contro la Russia, che i leader UE hanno deciso di prolungare.

NO COMMENTS