Firea, a un anno dal mandato per il Municipio della Capitale: Ringraziamo “i pochi ministri dell’ex Governo” che ci hanno sostenuto

0
357

Il Sindaco della Capitale, Gabriela Firea, venerdì ha presentato il proprio bilancio dopo un anno di mandato al Comune, dichiarando l’eliminazione delle aziende fantasma e lo sblocco di numerosi cantieri, e ha annunciato che saranno costruiti sei quartieri di appartamenti in tutti i settori di Bucarest, un ospedale metropolitano, nidi e asili, come anche sale per l’organizzazione di eventi.

“Un anno fa, il 23 giugno, alla stessa ora, deponevo giuramento di fronte agli abitanti di Bucarest, li ringraziavo del voto e promettevo loro che insieme, la squadra socialdemocratica ed i sette sindaci, avremo ottenuto risultati per loro. Ci rivediamo oggi, perché così ho promesso allora, per fare il punto sulle attività di quest’anno. Non è un bilancio. Un bilancio si fa alla fine del mandato. Ma poiché ho promesso di dichiarare ogni anno pubblicamente cosa è stato realizzato, cosa no, cosa proponiamo per il futuro, eccoci di fronte a voi”, ha iniziato il suo discorso Gabriela Firea.

Il consigliere ha dichiarato come, dal suo punto di vista, la realizzazione più importante di quest’anno sia stata quella di riuscire a sbloccare decine di cantieri della Capitale. “La città ha preso vita, lì dove si lavorava da circa due anni, si è lavorato e sono stati terminati alcuni obiettivi di investimento, altri sono in corso di completamento, mentre lì dove di procedeva a piccolissimi passi, il ritmo è cresciuto moltissimo”, ha affermato la stessa.

“Allo stesso modo, un grande traguardo di quest’anno è stato avere avuto il coraggio di dire stop ai contratti in perdita per la Capitale. Per anni, le stesse aziende hanno vinto tutte le gare d’appalto di Bucarest. Non è normale. L’ambiente degli affari è molto più complesso da sviluppare rispetto alle poche aziende gradite al Comune della Capitale, quanto anche ai comuni di settore. Ci siamo messi in testa di dire stop e siamo riusciti tutti e sette ad assumerci rischi immensi per noi e per le nostre famiglie, e non esagero quando dico questo”, ha dichiarato Gabriela Firea.

Il Sindaco Generale ha concluso, parlando del coraggio avuto nell’eliminare le aziende parassita di RADET e RATB.

“Alla fine, si lavora finalmente in modo trasparente, in base alle procedure, esiste obiettività, esiste un ambiente economico sano. È stato difficile. Lì c’erano gruppi d’interesse transpartitico di anni, famiglie di affari. Non puoi confrontarti con tutti contemporaneamente ma, dal momento che ve lo abbiamo promesso, abbiamo accettato questo rischio e ci siamo riusciti”, ha affermato Firea.

Gabriela Firea ha parlato anche di un’altra “grande realizzazione”, vale a dire l’investimento nell’importantissimo settore della salute: “La maggiore allocazione budgetaria, 90 milioni di euro per 19 ospedali municipali e per la dotazione degli studi medici scolastici, come anche di quelli stomatologici. Non sono un sindaco che proviene dall’ambito medico ma rispetto i medici, è una professione di fede che non può essere svolta da chiunque, e bisogna stare loro accanto non solo a parole ma soprattutto con i fatti”.

La stessa ha parlato anche dei futuri progetti.

“Quali sono i nostri propositi? Sono propositi di miglioramento, e come obiettivi d’investimento, intendiamo costruire nel minor tempo possibile, avvieremo le procedure, sei quartieri di abitazioni nei sei settori della Capitale, per i giovani, casi sociali e abitazioni di servizio. Intendiamo avviare anche la costruzione di un grande ospedale metropolitano, che sia concepito da zero, con tutti i circuiti a norma con gli standard europei. Costruiremo e modernizzeremo nidi e asili. Esiste un grande deficit per quel che riguarda i nido e gli asili nella Capitale. Costruiremo, ma intendiamo anche attrezzare dove sarà necessario, sale multifunzionali per le attività sportive e per altri tipi di eventi”, ha dichiarato il Sindaco Generale.

Gabriela Firea ha ringraziato “i pochi ministri dell’ex Governo” che hanno sostenuto le attività municipali.

Firea ha ringraziato i ministri Carmen Dan, Alexandru Petrescu, Gabriel Petrea, Andreea Pastarnac, Petre Deae, Pavel Nastase e Florin Bodog, presenti all’evento organizzato dal Comune.

Nel bilancio pubblicato dal Comune, al capitolo progetti realizzati quest’anno appaiono: l’approvazione del Piano di Mobilità Urbana Durevole 2013 – 2030 per la regione Bucarest-Ilfov, l’approvazione degli indicatori economici per il Piano di Integrazione dello Sviluppo Urbano – “Il Centro della Capitale”, la definizione di una strategia per alimentazione a energia termica in sistema centralizzato, lo sblocco della situazione del cantiere Arco di Trionfo e la conclusione dei lavori, i progetti della Direzione Generale di Protezione Sociale per i bambini da 0 a 3 anni e la costituzione di nuove lavanderie sociali, incentivi finanziari per le nascite e per i matrimoni, come anche borse per studenti che aiutino le persone anziane, lavori di ristrutturazione del Bulevard Liviu Rebreanu, l’inaugurazione dell’Osservatorio Astronomico “Amiral Vasile Urseanu”, la riapertura del Teatro Ebreo di Stato, lo sblocco e la conclusione del nuovo Ambulatorio integrato dell’Ospedale Clinica pediatrica “Dott. Victor Gomoiu”, il ritorno del Sindaco Generale nella sua vecchia sede.

Nel bilancio è menzionata anche una serie di progetti sbloccati, in corso di completamento: il Sottopassaggio Sudului, il Ponte Ciurel, l’Ospedale Foisor, l’Ospedale Victor Gomoiu, il Teatro Ion Creanga, la dotazione dei laghi di Floreasca e Tei, la ricostruzione della pista di pattinaggio Flamaropol, il progetto di allargamento dell’arteria Prealungirea Ghencea, il Progetto Glina.

Tra in progetti avviati all’inizio del mandato dell’attuale Sindaco, sono elencati: l’ospedale metropolitano, le abitazioni sociali, di servizio e per giovani, condizioni migliori nelle unità d’insegnamento, parcheggi nei punti termici per i residenti, l’acquisizione di autobus elettrici, la ristrutturazione della Strada Fabrica de Glucoza, il programma d’incoraggiamento del ciclismo, il progetto “Teatro temporaneo”, il concorso per risolvere la ricollocazione di Hala Matache e l’allestimento della piazza, il sistema operativo per la gestione della qualità dell’aria.

NO COMMENTS