Presenza di Romania e Italia nella Repubblica Moldava, a Balti, in occasione di un forum internazionale dell’imprenditoria

0
78

Di recente, nella città di Balti, nella Repubblica Moldava, si è tenuto un forum internazionale d’Imprenditoria, cui hanno partecipato circa 300 agenti economici. Tra gli invitati, anche rappresentanti della comunità imprenditoriale della Romania, come anche di altri stati tra cui l’Italia.

A Balti, nella Repubblica Moldava, nel periodo tra il 7 e il 9 giugno 2017 si è svolto in anteprima il maggior evento della regione settentrionale del paese – il Forum Internazionale dell’Imprenditoria, dal tema “Investimenti e opportunità di collaborazione”. L’evento è stato organizzato dalla Camera di Commercio e Industrie della Repubblica Moldava con il supporto della Rete Europea degli Imprenditori – Enterprise Europe Network, delle autorità pubbliche centrali e locali e da alcuni rappresentanti internazionali, istituzioni pubbliche e organizzazioni a sostegno dell’imprenditoria. Allo stesso tempo, tra gli invitati a prendere parte all’evento si sono annoverati anche rappresentanti della comunità imprenditoriale romena, insieme a quelli di altri stati, compresa l’Italia. Si tratta di Aurelian Golescu, presidente della Camera di Commercio e Industrie di Prahova, appartenente anche alla direzione della Camera di Commercio e Industrie della Romania, ma anche di Calogero Campissi, presidente dell’Associazione Confeuropa Imprese – associazione il cui scopo è, tra gli altri, quello di rappresentare e proteggere gli interessi morali e materiali, in Italia come all’estero, degli imprenditori. La partecipazione di Calogero Campissi, accanto al presidente della Camera di Commercio e Industrie di Prahova, a un evento internazionale d’imprenditoria non è una novità. Questi, insieme ad Aurelian Golescu, ha partecipato anche alla tradizionale manifestazione organizzata a Chisinau – “Fabbricato in Moldova”, durante il quale uno degli stand di presentazione dei prodotti è stato destinato proprio alla Camera di Commercio Moldo-Italiana, e dove hanno esposto anche compagnie miste, ad essa appartenenti. D’altra parte, anche la partecipazione alle attività organizzate dalle Camera di Commercio e Industrie di Prahova del rappresentante dell’organizzazione patronale, che rappresenta gli interessi degli imprenditori italiani, ha una spiegazione. Nel 2011, tra Aurelian Golescu, presidente della Camera di Commercio e Industrie di Prahova, Calogero Campissi – presidente della Confeuropa Impresa e Luca Serena, presidente della Confindustria Romania, è stato stipulato un protocollo di collaborazione, il cui scopo, tra gli altri, è quello di creare nuovi legami di collaborazione e identificazione dei partner d’affari, in favore di cooperazioni commerciali ed economiche.

Tornando al forum internazionale d’imprenditoria di Balti, l’organizzazione dell’evento ha avuto il chiaro scopo di promuovere l’immagine della Repubblica Moldava nell’arena internazionale, come anche l’economica autoctona come spazio attraente per lo sviluppo di affari e investimenti. D’altra parte, presente all’inaugurazione dell’evento, Sergiu Harea, presidente della Camera di Commercio e Industrie della Repubblica Moldava, ha menzionato come l’evoluzione economica di qualsiasi stato dipenda in buona parte dallo sviluppo della regione, che punta all’intensificazione e diversificazione delle attività economiche, ma anche a stimolare gli investimenti del settore privato. “L’evento organizzato a Balti ha avuto l’intento di sostenere il consolidamento e il miglioramento delle relazioni economiche tra le compagnie della repubblica Moldava e i potenziali partner di Romania, Ucraina, Federazione Russa, Lettonia, Italia, Turchia, stati CEFTA, Cina, ecc. come risultato della loro crescita competitiva, tramite la creazione di una piattaforma di discussioni e la presentazione delle opportunità d’investimento nella regione settentrionale della Repubblica Moldava”, ha dichiarato il presidente della Camera di Commercio della Repubblica Moldava. Nella sua presentazione, sostenuta durante il forum, il presidente della Camera di Commercio e Industrie di Prahova, Aurelian Golescu, ha menzionato le premesse importanti che stanno alla base della stabile e attivissima collaborazione tra Romania e Repubblica Moldava, soprattutto tra la regione di Prahova e la Repubblica Moldava. In questo senso, questi ha ricordato anche le più recenti attività di maggiore importanza in cui la Camera di Commercio e Industrie di Prahova e della Repubblica Moldava si siano implicate – l’Esposizione “Fabbricato in Repubblica Moldava” di Chisinau, all’inizio del febbraio 2017, e la Fiera di vendita “Fabbricato in Repubblica Moldava”, organizzata a Prahova, più esattamente a Ploiesti, alla fine del mese di aprile dello scorso anno, come anche incontri riguardanti l’attrazione e lo sviluppo degli investimenti nei due paesi, insieme agli ambiti con un buon potenziale di sviluppo della cooperazione economica. In questo contesto, il presidente della Camera di Commercio della Repubblica Moldava, Sergiu Harea, ha poi spiegato come il forum Internazionale dell’Imprenditoria organizzato a Balti sia destinato tanto agli imprenditori con esperienza, quanto anche a quelli alle prime armi, in cerca di nuove tendenze o di strategie efficienti di business per attrarre investimenti e creare partenariati d’affari. All’evento hanno partecipato anche i rappresentanti di oltre 70 società, provenienti da Italia, Romania, Turchia, Russia, Ucraina e più di 200 della Repubblica Moldava, rappresentati di diversi settori come agricoltura, industria agroalimentare, tecnologia informatica e di comunicazione, tessile, settore edilizio, energia rigenerabile, automatizzazioni, industrie creative ecc. L’evento ha compreso un ampio programma imprenditoriale, all’interno del quale si è discusso di argomenti d’attualità per gli imprenditori, giacché sono state presentate le possibilità d’investimento nella regione settentrionale della Repubblica Moldava. Il forum si è concluso con gli incontri 2B2 tra i rappresentati dell’ambiente imprenditoriale autoctono e quello straniero.

NO COMMENTS