“Mappe per costruire e comprendere l’Europa”, progetto di partenariato tra scuole di Romania, Italia, Francia e Portogallo

0
203

Prahova è una delle regioni che può vantare numerose scuole e licei, dell’ambito urbano quanto di quello rurale, partecipanti come partner, accanto a istituti scolastici stranieri, a progetti europei. È il caso della Scuola generale della località di Magurele, che ha vinto la partecipazione al progetto “Mappe per costruire e comprendere l’Europa”, accanto a scuole italiane, francesi e portoghesi.

Di recente, presso il Centro Culturale della località di Magurele, nella regione di Prahova, ha avuto luogo la manifestazione “Monumenti storici e tradizioni locali”, evento svoltosi all’interno del progetto “Mappe per costruire e comprendere l’Europa” – cofinanziato dal Programma Erasmus+ della Commissione Europea – progetto che punta allo scambio di buone pratiche e a favorire l’apertura verso l’Europa. All’interno dell’evento svoltosi a Magurele, inaugurato da una parata in abiti tradizioni, gruppi folklorici provenienti dai comuni di Izvorele, Bucov, Starchiojd, Batrini, Gornet, Maneciu, Posesti, Drajna, Aricesti, Laso, Teisani, Magurele hanno presentato danze e canti specifichi della zona natale.

Gli studenti della Scuola Ginnasiale di Magurele hanno realizzato il progetto “Mappe per costruire e comprendere l’Europa”, in partenariato con altre tre scuole, quella francese – Collège Alex Mézenc, della località Les Pouzin, quella italiana – Istituto Comprensivo Dalmatio Birago, della località di Passignano sul Trasimento, e quella portoghese – Agupamento de Escolas Dr. Flavio Gonzalves, della località di Povoa de Varzim. Il progetto ha debuttato nell’anno 2016 e si concluderà nel 2018, mentre i suoi obiettivi riguardano lo sviluppo delle conoscenze e della comunicazione interculturale, lo sviluppo delle abilità di comunicazione in una lingua straniera, la conoscenza dei sistemi d’insegnamento dei paesi partner, lo sviluppo della cittadinanza europea attiva da parte dei partecipanti. In merito alle mappe che danno il titolo al progetto, questa costituiscono uno strumento particolare di rappresentazione, con molteplici possibilità di applicazione nelle discipline di studio. Gli studenti si avvicineranno alle mappe come a una rappresentazione del mondo e come a uno strumenti di comunicazione tra loro. “Le mappe saranno una modalità privilegiata per rappresentare il nostro ambiente vitale, il mondo, i legami che esistono e per condividerli con gli altri. All’interno delle attuali tensioni legate all’integrazione in un mondo in movimento, è necessario ora più che mai dare ai nostri studenti la possibilità di comprendere meglio le relazioni esistenti in Europa, come anche aiutarli a percepire il sentimento di appartenenza comune, una cittadinanza su scala europea. La cartografia del mondo è un modo per comprendere meglio, un modo per rappresentare e comunicare, un argomento pertinente per lo studio interdisciplinare e transnazionale”, si legge nel progetto.

Il progetto è cofinanziato dal Programma della Commissione Europea Erasmus+ 2014-2020 e ha lo scopo quello di sostenere lo scambio di buone pratiche in ambito scolastico, aspetto che implica la realizzazione di mobilità internazionali d’insegnamento dei quadri didattici e degli studenti delle scuole partener, per due anni scolastici. La prima riunione del progetto, nel periodo 6-10.11.2016, è stata ospitata dal Collège Alex Mézenc, presso la località Les Pouzin in Francia, mentre la seconda, nel mese di febbraio di quest’anno, ha avuto luogo in Italia, e gli studenti e i docenti della Scuola Generale di Magurele hanno preso parte a un viaggio in cui, al di là dell’interazione con studenti e professori italiani, hanno potuto vedere anche importanti punti turistici. Concretamente, durante il primo giorno di viaggio in Italia, la delegazione di Prahova è stata all’Istituto Comprensivo Dalmatio Birago, nella località di Passignano sul Trasimeno, nella regione Umbria, dopo di che, il secondo giorno, gli studenti e i professori di Prahova sono stati ospiti delle scuole di Tuoro, – strutture dell’Istituto Comprensivo Dalmatio Birago. Accanto alle attività svolte in classe, accanto agli studenti e ai professori italiani, il gruppo di Prahova ha visitato la località, e anche i maggiori punti di attrazione turistica, tra cui sono stati compresi anche i dintorni del lago Trasimeno. È stato presentato loro anche il parco regionale del lago, e gli è stato offerto anche un incontro con un ornitologo. Negli ultimi giorni passati in Italia, oltre alle attività tematiche e alla visita presso l’asilo di Passignano, al gruppo di Prahova è stata offerta anche una visita nella città di Perugia.

NO COMMENTS