Dragnea: È possibile non ci sarà nessun rimpasto; sono soddisfatto di tutti i ministeri

0
841

Se non molto tempo fa lasciava intendere l’imminenza di cambiamenti presso alcuni ministeri del Governo Grindeanu, il leader del Partito Social Democratico (PSD) sembra aver cambiato idea. A Bacau, Liviu Dragnea ha dichiarato di essere soddisfatto dell’attività di tutti i ministeri e che “è possibile non ci sarà nessun rimpasto”.

Il leader del PSD ha però avvertito che, se constaterà il bisogno di un impulso in alcune zone, non avrà alcuna esitazione.

“È possibile non ci sarà nessun rimpasto, ma se noteremo che in determinate zone ci sarà bisogno di un impulso, bisogno di un ritmo maggiore rispetto a quello avuto finora, io per lo meno non avrò alcuna esitazione”, ha affermato Dragnea.

“Sono soddisfatto di tutti i ministeri sia come cittadino, che come presidente del partito e presidente della Camera dei Deputati”, ha sostenuto Dragnea.

Qualche giorno fa, il presidente del PSD diceva che nel prossimo periodo avrebbe compiuto un’analisi, insieme al leader dell’ALDE e al Premier Sorin Grindeanu, delle attività dei ministeri. “Una prima discussione, dopo di che, sicuramente, avremo una discussione nella coalizione con i nostri colleghi per raggiungere una conclusione se, nella formula attuale, il programma di governo possa essere messo in pratica punto per punto, esattamente com’è stato approvato dal Parlamento. Se giungeremo a questa conclusione, non ci sarà bisogno di rimpasto. Se giungeremo a un’altra conclusione, che a causa di determinati membri del Governo – insomma, possono esserci molti motivi – possa essere messa in pericolo l’applicazione di parti, o di una parte del programma di governo, allora si potrà discutere anche di un rimpasto”, dichiarava Dragnea.

“Credo che, ad ogni modo, sia troppo presto per parlare di rimpasto”, è stata la reazione del Premier Sorin Grindeanu, durante un’intervista concessa ad Agerpres.

La stampa ha riportato che, nel mese di giugno, potrebbero essere sostituiti cinque membri della squadra Grindeanu. Due ministri rispetto rispetto a cui Dragnea ha manifestato il proprio scontento sono il Ministro della Giustizia, Tudorel Toader, e il Ministro delle Finanze, Viorel Stefan.

“Il PSD non ha bisogno di nessun nuovo servizio segreto, ha già tutto. È un partito amato”

Venerdì, il presidente del PSD, Liviu Dragnea, rispetto alle dichiarazioni del Presidente Klaus Iohannis che la Legge DGPI sarebbe incostituzionale, ha dichiarato che il PSD non ha bisogno di nessun servizio segreto perché ha già tutto, affermando si tratti di “un partito amato con una sede assai frequentata”.

“Ci sono servizi più grandi e molto più importanti del DGPI. Allora, perché il DGPI avrebbe avuto bisogno del consenso del CSAT?”, ha dichiarato il presidente del PSD, Liviu Dragnea.

Liviu Dragnea ha affermato che “il PSD non ha bisogno di nessun servizio segreto perché ha già tutto”.

“Non esiste servizio segreto in Romania che non abbia avuto o non abbia una collaborazione molto stretta con il PSD. È un partito molto amato, con una sede aperta e molto frequentata. Per questo motivo, ci sentiamo ben protetti. Non abbiamo bisogno di fare un servizio segreto, abbiamo già tutto”, ha affermato Liviu Dragnea.

Il Presidente Klaus Iohannis giovedì ha dichiarato che il DGPI è un’istituzione militarizzata e non può funzionale senza il parere del CSAT, ed ha precisato che, “in ultima istanza” attaccherà alla CCR la legge votata dal Parlamento.

NO COMMENTS