Sanzioni nel PSD contro il senatore Nicolae e il deputato Bacalbasa

0
255

Serban Nicola sostituito da Mihai Fifor alla guida del gruppo PSD del Senato e da Robert Cazanciuc alla Commissione giuridica. Il deputato Bacalbasa, sospeso per sei mesi dal partito.

Il Comitato Esecutivo Nazionale (CExN) del Partito Social Democratico (PSD) mercoledì ha deciso la sostituzione di Serban Nicolae con Mihai Fifor alla guida del gruppo PSD del Senato e con Robert Cazanciuc alla Commissione giuridica. Serban Nicolae deteneva le funzioni di presidente della Commissione giuridica del Senato e quella di leader del gruppo dei senatori PSD.

In seguito ai malcontenti legati a quanto avvenuto nella Commissione giuridica del Senato, in merito al progetto di Legge sul perdono, il presidente del PSD, Liviu Dragnea, annunciava già da qualche giorno che si sarebbe discusso della situazione di Serban Nicolae durante in CExN e che sarebbero state proposte delle sanzioni.

Fonti interne al partito hanno dichiarato per News.ro che durante la seduta del CExN, inizialmente si è data a Serban Nicolae la possibilità di lasciare da solo le sue funzioni. Dopo il suo rifiuto, tale sanzione è stata messa ai voti.

Allo stesso tempo, si è decisa la designazione di Mihai Fifor per la carica di capogruppo, mentre la presidenza della Commissione giuridica del Senato è stata assegnata a Robert Cazanciuc.

Ugualmente, il CExN del PSD ha deciso la sospensione dal partito del deputato Nicolae Bacalbasa, a causa del comportamento assunto da questi il giorno prima della plenaria parlamentare.

Martedì, durante i dibattiti della plenaria comune della Camera dei Deputati e del Senato, in merito alla commissione d’indagine sulle presidenziali del 2009, il deputato PSD Nicolae Bacalbasa ha lanciato un duro attacco all’opposizione, affermando di una collega parlamentare, di cui non ha fatto il nome, che potrebbe subire una frattura “se continua a muovere le zampe”, affermazione cui hanno fatto seguito gesti osceni. In segno di protesta nei confronti di questa dichiarazione, i parlamentari dell’Unione Salvate la Romania (USR) hanno abbandonato la seduta plenaria.

Fifor – il nuovo leader dei senatori PSD: Speriamo questa volta di portare a buon fine il programma legislativo

Mihai Fifor mercoledì ha confermato di essere il nuovo leader del gruppo PSD del Senato, tramite la decisione del Comitato Esecutivo Nazionale del partito.

“Si tratta di una decisione del CexN. Io inizierò la mia attività di capogruppo. Per me non è una novità, sono già stato capogruppo nello scorso mandato e credo di essere riuscito insieme ai miei colleghi a saldare tutti i debiti che avevamo. È stato un ottimo mandato, lo scorso mandato. Speriamo che anche questa volta, insieme ai colleghi senatori, riusciremo a portare a buon fine il programma legislativo e ad applicare quanto provenga dal governo. Sosteniamo il Governo in tutte le sue attività”, ha dichiarato Mihai Fifor in Parlamento.

Lo stesso ha affermato si tratti di un dovere complesso ma anche pieno di onore.

Fifor ha sostenuto che manterrà l’abitudine di consultarsi settimanalmente con il gruppo dei ministri.

Bacalbasa: Dal punto di vista umano ho risposto a una provocazione mentre ero fischiato; dal punto di vista politico è stato un esito infelice

Il Deputato Nicolae Bacalbasa mercoledì, dopo aver ricevuto la sospensione di sei mesi dal PSD per il comportamento avuto martedì in Parlamento, ha dichiarato per News.ro che, dal punto di vista umano, ha risposto a una provocazione mentre era fischiato, mentre dal punto di vista politico l’esito è stato infelice per lui.

“Dal punto di vista umano, ho risposto a una provocazione mentre ero fischiato. Uno dei presenti mi fischiava e mi colpiva con violenza; l’ho rimproverato. Ad ogni modo, non ho avuto nessun comportamento immorale, dal punto di vista umano. Dal punto di vista politico, sono stato debole e ho risposto a una provocazione degli avversati e questo è stato l’errore, una debolezza umana che per un uomo politico non è ammissibile, e per tanto sono stato sanzionato, perché ho superato in un certo modo la linea tracciata dal partito nella relazione con i terzi”, ha dichiarato al telefono per News.ro Nicolae Bacalbasa.

Serban Nicolae: C’è qualcuno che suona meglio di me? Tanto di guadagnato per il paese e tanto meglio per lui

Il Senatore PSD, Serban Nicolae, ritiene che la sua sostituzione alla presidenza della Commissione giuridica e come capogruppo non siano sanzioni ma “una sorta di atto politico” e ha dichiarato che valuterà con attenzione se rimanere nella Commissione giuridica poiché crede di non aver sbagliato nulla e desidera chiarire se le sue idee in materia di giustizia siano compatibili con quelle del partito.

“Si è trattato di una discussione, una percezione, come se potessi prendere anch’io una simile iniziativa, solo che ho detto a tutti i colleghi che dal mio punto di vista non ho sbagliato niente nei confronti di Liviu Dragnea e nemmeno del partito. È stato spiegato che non si tratta di una sanzione ma di una sorta di atto politico. Immagino sia una decisione politica”, ha dichiarato Serban Nicolae alla domanda se Liviu Dragnea gli abbia chiesto di rinunciare di sua iniziativa alla carica di presidente della Commissione giuridica e di capogruppo PSD.

Il Senatore socialdemocratico ha aggiunto che rifletterà se rimanere in futuro della Commissione giuridica del Senato nelle condizioni in cui non gli è chiaro se in questo momento le sue idee in materia di giustizia siano compatibili con quelle del partito.

Serban Nicolae ha spiegato come gli emendamenti di grazia per i corrotti, che ha deposto e che sono state adottate in una prima istanza, provengano da lui e che gli è difficile credere che Liviu Dragnea non ne sapesse nulla.

NO COMMENTS