Direzione PNL: Predoiu ritira la propria candidatura, rimangono in corsa Cristian Busoi e Ludovic Orban

0
68

Catalin Predoiu ha annunciato la scorsa settimana che si ritirerà dalla competizione per la presidenza del PNL, poiché ha constatato come la sua offerta non coincida con la visione dei leader delle organizzazioni regionali del partito, dopo aver negato due settimane fa la possibilità di ritirare la candidatura.

“Cari amici, qualche minuto fa ho informato i membri PNL della mia decisione di non deporre una mozione durante il Congresso PNL del 17 giugno (…). Ho capito allo stesso tempo che, quanto offerto da me per la carica di Presidente del PNL, non coincide con la visione dei leader delle organizzazioni. Purtroppo, molti hanno stabilito le proprie opzioni tramite una firma in bianco, senza che il testo di alcuna mozione fosse stato redatto. Un uomo politico dev’essere realista, con i piedi per terra. La politica è l’arte del possibile in un determinato contesto. Per il progetto da me proposto di direzione del PNL, ora non è possibile!”, ha scritto Catalin Predoiu su Facebook.

News.ro ha riportato in esclusiva che all’incontro dei presidenti delle organizzazioni PNL dell’Ardeal, avvenuto il 21 aprile a Cluj-Napoca, Predoiu ha dichiarato al Sindaco di Oradea, Ilie Bolojan, che se quest’ultimo si candiderà alla presidenza del partito, egli si ritirerà e lo sosterrà.

“Predoiu ha detto a Bolojan che, se quest’ultimo entrerà nella competizione, intende ritirarsi e sostenerlo”, ha dichiarato allora per News.ro uno dei leader del PNL, presente alla discussione avvenuta a Cluj.

Secondo la fonte citata, i leader delle organizzazioni PNL dell’Ardeal hanno dichiarato a Ilie Bolojan che, se non entrerà nella corsa per la direzione del partito, sosterranno Ludovic Orban per questa carica.

In risposta alle informazioni in merito al suo possibile ritiro dalla competizione per la direzione del partito, Catalin Predoiu ha scritto su Facebook, affermando si tratti di “intossicazioni”, e che egli intende entrare in competizione e vincere, specificando che tali informazioni provengono dai suoi avversari interni al PNL.

“Messaggio ai miei sostenitori e amici: ignorate, per favore, le intossicazioni «amichevoli»! Quanto più parleranno e mentiranno sul mio presunto ritiro dalla competizione, tanto più sarà ferma la mia decisione di candidarmi e di vincere” Messaggio agli «amici»: non perdete altre risorse in pensieri e sogni!”, ha scritto allora Catalin Predoiu su Facebook, messaggio che ha poi cancellato.

Nella competizione per la presidenze del PNL, sono rimasti Ludovic Orban e Cristian Busoi. Orban ha avuto martedì sera un incontro con i sostenitori della sua candidatura, a seguito del quale ha annunciato che 24 leader delle organizzazioni regionali avrebbero firmato per la sua mozione, numerosi parlamentari, otto sindaci di municipi capoluogo di provincia e tre presidenti del Consiglio Regionale, ed ha annunciato che lunedì 15 maggio deporrà ufficialmente la propria candidatura.

Orban: Ho il sostegno di 24 presidenti di filiale, un numero rilevante di parlamentari, sindaci e presidenti del CJ

Martedì, Ludovic Orban, candidato alla presidenza PNL, alla fine dell’incontro con quanti lo sosterranno nella corsa alla direzione del partito, ha dichiarato che 24 leader delle organizzazioni regionali hanno firmato per la sua mozione, numerosi parlamentati, otto sindaci di municipi capoluogo di provincia e tre presidenti del Consiglio Regionale (CJ), ed ha annunciato che lunedì 15 maggio deporrà ufficialmente la propria candidatura.

“Finora hanno firmato la mozione Orban 24 presidenti di filiale, un numero rilevante di parlamentari, otto sindaci di municipi capoluogo di provincia, tre presidenti di Consiglio Regionale. Attualmente in più di 30 filiali regionali esistono migliaia di firme di sostegno, provenienti dai municipi di città, municipi di comuni, vicesindaci, consiglieri regionali e presidenti delle organizzazioni locali”, ha dichiarato Ludovic Orban, specificando che lunedì 15 maggio, alle ore 11:00, deporrà ufficialmente la propria candidatura presso la sede centrale del PNL.

Orban ha affermato che, se diventerà presidente del PNL, nella sua squadra direttiva ci saranno esclusivamente i suoi controcandidati, se lo vorranno, o i sostenitori dei controcandidati e, allo stesso modo, ha promesso che non intende attaccare gli altri partecipanti alla competizione per la direzione del partito.

“I colleghi presenti nella competizione per la carica di presidente sono nostri colleghi, che rispettiamo. Tutta la campagna che porterò avanti sarà caratterizzata dal rispetto nei confronti dei miei colleghi, dalla correttezza e dal fairplay. Non dirò mai nulla di male sul conto dei miei colleghi (…). Credo sarebbe auspicabile che nella futura squadra PNL si ritrovino anche quanti sono candidati in competizione con me, o quanti siano persone di qualità e di valore, che sostengano altri candidati”, ha aggiunto Ludovic Orban.

Uno dei liberali più corteggiati per la candidatura alla presidenza PNL è stato il sindaco di Oradea, Ilie Bolojan, ex segretario generale del partito ma che ha scelto di sostenere Ludovic Orban in questa competizione.

“Abbiamo preso la decisione di unire le forze, di offrire una squadra forte ai membri del PNL, che possa essere scelta, in modo che il 17 giugno rappresenti un nuovo inizio per il PNL, che permetta a questo partito la possibilità di offrire meccanismi di rinnovamento per il nostro paese e per il benessere dei cittadini”, ha dichiarato Bolojan.

Sempre martedì, i membri della direzione PNL di Bucarest e i leader delle organizzazioni di settore, ad eccezione di Anca Boagiu, presidente PNL del Settore 2, hanno annunciato il proprio sostegno per il candidato Cristian Busoi alla presidenza del partito.

Il futuro presidente del PNL sarà eletto da 5.000 delegati durante il congresso del 17 giugno, che avrà luogo presso la Romexpo di Bucarest.

NO COMMENTS