Biblioteche pubbliche italiane, danesi, portoghesi e romene – partner nel progetto “Europa creativa”

0
308

Le istituzioni pubbliche della Romania continuano a essere partner, accanto a istituzioni di paesi europei, nello sviluppo di progetti d’ambiti differenti, educazionali, sociali e culturali. È il caso della Biblioteca Regionale “Nicolae Iorga” di Ploiesti, nella contea di Prahova, che è stata selezionale per un progetto europeo accanto a istituzioni simili di Italia, Danimarca e Portogallo.

“Nuove provocazioni per le biblioteche pubbliche” – che fanno parte di “Europa creativa”, sottoprogramma Cultura – è il titolo del progetto europeo i cui partner sono le biblioteche pubbliche di Italia, Danimarca, Portogallo a Romania. Si tratta della Regione Lombardia – Direzione Culture, Identità e Autonomie; Università degli Studi di Milano Bicocca; City of Aarhus – Culture And Citizens Services – Dokk1; la Biblioteca Regionale Nicolae Iorga di Ploiesti, contea di Prahova, la Biblioteca “Lucio Craveiro da Silva”. Come ci ha raccontato Mihaela Radu, manager della Biblioteca Regionale “Nicolae Iorga” di Ploiesti, contea di Prahova, l’obiettivo del progetto è definire progetti pilota transnazionali e testare soluzioni innovative, sostenibili ed efficienti per le biblioteche pubbliche, messe di fronte alle provocazioni sociali legate all’informazione, per una migliore partecipazione di tutti i gruppi sociali, organizzatori della progettazione e della consegna dei servizi, a partire dalle necessità della comunità locale fino ai partenariati con le industrie culturali e creative. Perché sono entrate a far parte di questo progetto le biblioteche pubbliche dei paesi europei menzionati? Perché le biblioteche pubbliche, che sono alla base della storia europea delle città, delle comunità e della vita rurale, attraversano un periodo di profondo cambiamento, causato dalla «smaterializzazione» dei libri, dallo sviluppo di internet e dall’evoluzione rapida della tecnologia dell’informazione. In molte comunità europee, le biblioteche sono ancora l’unico posto in cui una persona, a prescindere dal livello di educazione o istruzione, può avere accesso alle informazioni. Desideriamo che il nostro ruolo in questo progetto ci aiuti a sviluppare – con l’aiuto delle avanzate tecniche digitali di oggi – un servizio nuovo nella nostra biblioteca. Siamo una grande istituzione, che serve una popolazione al livello della città di Ploiesti, di oltre 200.000 abitanti e al livello della contea di Prahova, con oltre 800.000 abitanti, con una collezione di libri superiore alle 500.000 unità biblioteconomiche, 20 computer a disposizione del pubblico, internet gratuito, una base di dati delle collane. Nel mese di settembre 2016 in Italia, presso l’Università Bicocca di Milano, ha avuto luogo il primo incontro tra i partner del progetto « New challendes for pubblic libraries ». Qui abbiamo conosciuto tutti i nuovi partner e abbiamo presentato a nostra volta le istituzioni da cui proveniamo e i servizi offerti alla comunità. Abbiamo visitato le biblioteche partner italiane e abbiamo pianificato le successive tappe del progetto”, ha menzionato il manager della Biblioteca regionale, “Nicola Iorga”, di Ploiesti. Tra le tappe già percorse all’interno di questo progetto, alcune hanno puntato alla creazione di una pagina web speciale, al dibattito per la costituzione di portofolio per i partecipanti.

Dalla direzione della biblioteca regionale di Ploiesti, abbiamo appreso che a metà del febbraio 2017, la squadra che fa parte di questo progetto si è recata in Danimarca, ad Aarhus, presso la biblioteca Dokkl, dove ha preso parte al secondo incontro con gli altri partner. “Dopo essere tornati dalla Danimarca, nella nostra biblioteca, a marzo, si sono tenuti due work-shop, uno con i bibliotecari e l’altro con gli utenti/non utenti. Il ruolo di questi work-shop è stato quello di scoprire dalla comunità cosa desideri trovare in biblioteca. Le idee degli utenti come anche quelle dei non utenti sono  state assolutamente benvenute e hanno dato forma all’idea di servizio che sarà costituito nella nostra biblioteca. Uno spazio moderno, attrattivo, arredato con mobili dai colori vivi per la lettura in gruppo per bambini, per il lavoro manuale – decoupage, disegno, pittura, origami e altre abilità pratiche, con giochi per bambini, con computer, tablet, sedie per incontri/dibattiti cui partecipino grandi gruppi di persone, per la visione di film. Tutte queste attività e altre, a richiesta degli utenti, saranno avviate in base a un programma stabilito, con una periodicità esatta. A maggio ci recheremo in Portogallo, alla Biblioteca “Lucio Craveiro da Silva”, dove saranno presentati i plastici dei servizi realizzati da designer per ciascuna biblioteca partecipante. Nel mese di settembre 2017 è programmata la visita presso la Biblioteca Regionale “Nicolae Iorga” di tutte le squadre del progetto, da Italia, Danimarca e Portogallo, occasione in cui avrà luogo anche l’inaugurazione, prima presentazione del nuovo servizio creato”, ci ha spiegato Mihaela Radu, manager della biblioteca di Ploiesti. I prossimi passi, fino alla realizzazione del progetto, che avverrà l’anno prossimo, saranno stabiliti durante il viaggio in Portogallo.

NO COMMENTS