La seconda edizione dell’evento “Piazzolla, una storia autentica” due appuntamenti anche a Prahova

0
123

I tango di Astor Piazzolla hanno risuonato alla fine della scorsa settimana anche a Prahova. L’evento è stato possibile grazie al gruppo ArgEnTango e alla cantante Analia Selis, durante la seconda edizione dell’evento “Piazzolla, una storia autentica”.

La filarmonica “Paul Constantinescu” di Ploiesti porta così avanti la serie di eventi, considerati d’eccezione, offerti agli amanti della musica classica e non solo. Così, il 23 aprile, proprio nel giorno in cui il calendario ortodosso segna una delle festività primaverili – quella si San Gheorghe –, una serie di musicisti consacrati è salita sul palco. Si tratta della cantante Analia Selis e del gruppo ArgEnTango, in tour per la seconda edizione dell’evento “Piazzolla, una storia autentica”. Quella di Ploiesti è stata la seconda tappa degli artisti a Prahova, e la prima ha avuto luogo il 22 aprile, presso il Castello di Peles, a Sinai.

Il tour “Piazzolla, una storia autentica” è incentrato su un vigoroso terzetto argentino, formato da Analia Selis (voce), Mariano Castro (piano) e Omar Massa (bandoneon), cui si sono uniti due valenti musicisti romeni – Razvan Suma (violoncello) e Rafael Butaru (violino). Il violoncellista Razvan Suma è il promotore di questo progetto, la cui prima edizione risale all’anno scorso, e la musica di Asto Piazzolla – colui che ha portato la tradizione del tango classico nella contemporaneità – l’ha spinto a creare il gruppo ArgEnTango, composto da musicisti romeni e argentini.

In questo modo, le storie d’amore o di vita quotidiana della città di Buenos Aires degli anni ’50, composte a ritmo del tango nuevo, sono restituite dalla cantante Analia Selis in un nuovo stile interpretativo, che essa dice di aver ripreso da Amelita Baltar, amata e cantante preferita di Astor Piazzolla. Per Analis Selis, questo progetto è stata una vera provocazione, nel contesto in cui, come confessa la stessa, non sono poi molti i cantanti, interpreti delle composizioni di Pazzolla.

Gli arrangiamenti sono stati realizzati dal pianista argentino Mariano Castro, che ha dichiarato il suo intento di restituire al pubblico romeno la musica di Piazzolla in modo autentico, e questo senza dimenticare che Piazzolla per gli argentini è come George Enescu per i romeni.

In merito alla storia di Piazzolla, eccone una breve presentazione: questi desiderava dedicarsi alla musica classica, e intraprese un viaggio in Francia, con una borsa di studio presso il Conservatorio di Parigi. Ma la nota musicologa e pedagoga Nadia Boulanger lo convinse a sviluppare le proprie capacità musicali partendo da quella che era la sua vera chiamata artistica – il bandoneon e implicitamente la musica per il tango, e a tornare così in Argentina.

Negli anni ’50 e ’60 i musicisti di tango tradizionale lo consideravano “l’assassino del tango”, e consideravano le sue composizioni una blasfemia per il tango. Le sue composizione non erano trasmesse dalle radio argentine e neppure una casa discografica desiderava pubblicarle, perché era considerato uno “snob” senza rispetto, che scriveva musica strana, piena di armonie differenti e dissonanti. Eppure, Piazzolla ha rivoluzionato la musica per il tango, creando il cosiddetto “Tango Nuevo”, risposta al tradizionale tango argentino. Il beneficio apportato da Piazzolla al tango è enorme, soprattutto nel portarlo a un altissimo livello accademico e, implicitamente, sui palcoscenici più importanti del mondo, cosa inconcepibile prima di lui.

Così, grazie all’evento “Piazzolla, una storia autentica”, il gruppo ArgEnTango ha inteso proporre al pubblico, anche a quello di Prahova, una parte sconosciuta di Piazzolla in Romania. Molte delle più note composizioni vocali-strumentali sono sostenute da grandi poeti come J. L. Borges e Horacio Ferrer. Gli arrangiamenti e le trascrizioni fatte da Mariano Castro, per questa formazione, sono costruite intorno allo strumento che Piazzolla ha reso così famoso, il bandoneon, e Omar Massa è uno dei più apprezzati e giovani rappresentanti per questo strumento.

Da menzionare come Omar Massa sia “Ambasciatore della musica di Piazzolla” sui maggiori palchi del mondo. Accanto ad artisti come Placido Domingo, Omar Massa è presente in modo costante sui maggiori parchi d’America, Europa e Asia, ed è frequentemente invitato a sostenere master class in tutto il mondo, sebbene sia presente in Romania in modo speciale per il progetto ArgEnTango.

NO COMMENTS