Liviu Dragnea: Ho rifiutato di parlare dell’esclusione di Ponta

0
128

Liviu Dragnea, giovedì a Sinaia, ha dichiarato di rifiutare discussioni sull’esclusione di Victor Ponta dal partito e che preferisce essere offeso, sostenendo che anche l’esclusione di Mircea Geoana e Marian Vanghelie dal PSD siano state decisioni sbagliate.

“Sono consapevole. Ho detto dall’inizio che non intendo chiederle, ho strappato la lettera d’intenzione di dimissioni e ho detto anche ai colleghi di non credere che questo sia un nostro problema. Sono pronto a essere insultato. Non voglio introdurre questo problema nel partito. Anche nel caso di Valeriu Zgonea ho preso la stessa posizione. Solo che ora mi è imposta dall’autorità. Io difficilmente sostengo o avvio l’esclusione di un membro dal partito, a prescindere da chi sia”, ha dichiarato Liviu Dragnea, dopo la seduta del CexN, tenutasi a Sinaia.

Il Presidente del PSD Olt, Paul Stanescu, giovedì ha proposto l’esclusione dell’ex Premier, Victor Ponta, dal partito, ma il leader del PSD ha rifiutato di metter ai voti questa proposta, hanno precisato per MEDIAFAX le fonti presenti alla seduta.

“Anche l’esclusione di Mircea Geoana è stata un errore. Credo, anche quella di Marian Vanghelie”, ha aggiunto Dragnea.

In merito alla sospensione di sei mesi del deputato Calin Radulescu, Liviu Dragnea dichiara di sperare che “in questo periodo, il nostro collega comprenda che non è possibile non rispettare le decisioni del partito. Ha capito e ha chiesto scusa. Io insieme agli altri colleghi vogliamo vedere se Radulescu, che è una brava persona, in sei mesi farà ancora una cosa del genere, caso nel quale probabilmente la misura diventerà definitiva”.

NO COMMENTS