La Casa Reale ha celebrato 20 anni di diplomazia regale. Grindeanu: Abbiamo bisogno dell’esperienza diplomatica di Vostra Altezza

0
191

La Principessa Ereditaria Margareta e il Principe Radu martedì, presso Palazzo Elisabeta, hanno ospitato un serata dedicata alla celebrazione dei 20 anni di diplomazia della Famiglia Reale. Presente all’evento, il Premier Sorin Grindeanu ha affermato che l’esperienza diplomatica e il prestigio della Casa Reale sono necessari alla Romania anche nel contesto delle discussioni riguardanti il futuro dell’Europa.

“All’epoca del Presidente Constantinescu e del governo di Victor Ponta è stato riannodato il filo della diplomazia regale e degli impegni pubblici nel paese, che da allora sono andati avanti senza interruzioni. Sono stati momenti storici per la nostra famiglia e per la Romania. Questa sera, vent’anni fa, il re Mihai, la Regina Ana e noi siamo arrivati in Gran Bretagna, primo paese del viaggio regale NATO”, ha affermato la Principessa Ereditaria, riferendosi al viaggio ufficiale tramite cui la famiglia reale ha sostenuto l’ammissione della Romania nella NATO, insieme alla famiglia reale di Belgio, Olanda, Lussemburgo, Norvegia, Danimarca e Spagna e insieme agli ufficiali di numerosi paesi.

La Principessa Margareta ha ricordato anche il contributo personale della Regina Ana, morta del 2016. “Un ruolo importante l’ha avuto anche la Regina Ana. Il senso del dovere, il coraggio e l’umorismo hanno contribuito a scrivere questa pagina di vita della famiglia reale”, ha affermato la principessa.

Quest’ultima ha ringraziato la cooperazione tra le istituzioni dello stato romeno e la Casa Reale, cooperazione che ha portato benefici alla Romania.

“Dal 1997 finora, la mostra famiglia ha sostenuto oltre 10.000 assunzioni pubbliche nel nostro paese, ed ha svolto 315 visite all’esterno, sostenute da dieci governi successivi della Romania, coordinate dal Ministero degli Esteri e con la collaborazione del Ministero per la Difesa Nazionale. Gli incontri sono stati legati all’economia, alla difesa, all’educazione, fede, cooperazione locale o regionale, cultura, scienza, progetti sociali, diplomazia e sport”, ha aggiunto la Principessa Margareta, secondo news.ro.

A sua volta, il primo ministro Sorin Grindeanu ha affermato come il ruolo della Casa Reale nell’integrazione del nostro paese nelle strutture europee ed euroatlantiche sia “uno degli esempi più belli d’amore, dedizione e lealtà nei confronti del nostro paese”. Grindeanu ha sostenuto che uno dei segni di maggiore evoluzione della Romania negli ultimi 20 anni sia la relazione tra le autorità dello Stato e la Casa Reale.

“Vent’anni fa, la Romania iniziava a contare di nuovo in Europa e nel mondo, grazie agli sforzi della famiglia reale. Ricordiamo tutti l’impressionante viaggio che le loro Maestà, il Re Mihai e la Regina Ana, hanno svolto nelle più importanti cancellerie e case reali per sostenere la causa del nostro paese. Le loro Altezze Reali sono state loro accento in molte di queste visite e, con nobiltà, portano avanti adesso quello sforzo”, ha dichiarato Grindeanu alla Principessa Margareta e al Principe Radu.

Il capo del Governo li ha pregati di rimanere accanto alla Romania per sostenere la causa di un’Europa forte e unita. “Abbiamo bisogno dell’esperienza diplomatica, dell’apertura e del prestigio di cui le Vostre Altezze godono e siamo convinti che insieme riusciremo a mantenere inalterato il sogno europeo per le generazioni future. Qualsiasi progetto avessimo per il paese, non potrà essere realizzato se non rapportandoci ai valori che i nostri predecessori ci hanno trasmesso”, ritiene Sorin Grindeanu.

Egli ha manifestato alla famiglia reale il proprio apprezzamento. “Quando gli affari del nostro paese saranno più opprimenti e difficili, penserò all’amore per la patria che la Casa Reale ha anteposto a tutte le provocazioni che ha dovuto affrontare e allora niente mi sembrerà più così difficile”, ha concluso Grindeanu.

Il primo ministro Sorin Grindeanu, il 7 marzo, ha incontrato il capo della Casa Reale, Andrew Popper, e l’argomento di discussione è stata la modalità di collaborazione tra il Governo e la Famiglia Reale, per “sostenere l’interesse nazionale”.

“Sono stati discussi gli aspetti riguardanti l’attività pubblica della Famiglia Reale, come anche la collaborazione con l’istituzione del Governo Romeno, con l’intento di sostenere l’interesse nazionale”, si mostra in un comunicato della Casa Reale.

Il Presidente Iohannis ha incontrato la Principessa Margareta: le discussioni hanno riguardato gli aspetti inerenti l’attività pubblica della Famiglia Reale

Il Presidente Klaus Iohannis giovedì ha incontrato a Palazzo Cotroceni la Principessa Ereditaria Margareta, e la loro discussione ha riguardato l’attività pubblica della Famiglia Reale, ma anche la collaborazione con le autorità dello Stato.

“Il Presidente della Romania e i Custodi della Corono hanno discusso aspetti riguardanti l’attività pubblica della Famiglia Reale, come anche la collaborazione con le autorità dello Stato, oggi come nel futuro”, appare in un comunicato pubblicato sul site della Casa Reale.

NO COMMENTS