Gabriel Les, ministro della Difesa: In modo categorico le corvette saranno costruire in Romania

0
257

Giovedì, il ministro della Difesa, Gabriel Les, dopo l’abrogazione da parte dell’Esecutivo della decisione data dal Gabinetto Ciolos per la costruzione delle quattro corvette multifunzionali, ha dichiarato che, quando l’intera proceduta per una nuova decisione sarà portata a termine, le corvette saranno costruire sempre in Romania.

“Tenendo presente la mancata realizzazione delle condizioni di sospensione presenti all’interno nelle norme all’art. 2 della DG 906/2016, vale a dire la precedente approvazione del parere del Parlamento per tutti gli investimenti maggiori a 100 milioni di euro, la cui realizzazione dipende dal prodursi o meno degli effetti seguiti alla data di emissione, è stato il motivo per cui abbiamo proposto tale abrogazione. Quello che voglio assicurarvi è che questo programma di dotazione maggiore dell’Esercito Romeno non si fermerà, ma andrà avanti. Dalla settimana prossima, avvieremo le procedure in modo da rispettare tutti i regolamenti legali che prevedano una previa approvazione del Parlamento per tutti gli investimenti e le acquisizioni che superino i 100 milioni di euro”, ha dichiarato il ministro della Difesa, Gabriel Les.

Lo stesso ha aggiunto di aver lasciato la funzione di segretario di stato prima dell’approvazione della DG 906/2016.

“Io sono andato via dal MApN a ottobre, l’anno scorso. Ho lavorato a questo programma, ma le lettere sono state inviate quando ero già andato via, e questa decisione è stata data quando non c’ero più”, ha precisato Les.

“In modo categorico, SI. Non a Galati, (ma – N.d.R.) in Romania, l’integrazione nell’industria della Romania, con riferimento all’interesse essenziale della sicurezza in Romania, in modo che l’integrazione questi prodotto avvenga in Romania, in un cantiere navale della Romania. Non parlo di un tipo specifico di cantiere”, ha precisato ancora Gabriel Les.

Secondo il ministro della Difesa Nazionale, le richieste operative date ai tecnici delle Forze Navali non cambieranno.

“Sono le stesse che hanno avuto finora, sono richieste operative minime. In conformità alle norme dell’OUG 114, seguiremo una procedura competitiva, con un dialogo competitivo, naturalmente con integrazione nell’industria romena. È obbligatorio (che il Governo firmi il contratto per l’acquisizione delle corvette multifunzionali quest’anno – N.d.R.). Abbiamo quel 2%, ci siamo fatti carico di queste capacità che dovremmo avere. Io spero che in sei o sette mesi avremo firmato un contratto del genere”, ha concluso Gabriel Les.

Il Governo Ciolos, durante la seduta del 29 novembre 2016, ha adottato una Decisione sull’approvazione di circostanze e procedure specifiche riguardanti il programma strategico di dotazione “Corvetta multifunzionale”. Tramite l’atto normativo adottato, il Gabinetto ha approvato le circostanze e la procedura specifica riguardo il programma strategico di dotazione “Corvetta multifunzionale” in vista dell’acquisizione da parte del Damen Shipyards Group, tramite la Damen Schelde Naval Shipbuilding BV, di quattro corvette di classe SIGMA – progetto 10514, costruite e equipaggiate nel Cantiere Navale Damen Galati S.A., come anche del supporto logistico iniziale. Il valore stimato del programma, per l’intero periodo di sette anni, è di 1,6 miliardi di Euro (IVA inclusa), somma in cui sono comprese anche l’acquisizione delle munizioni e il supporto logistico iniziale, che include la costruzione delle attrezzature.

Nello Studio del concetto per il prodotto “Corvetta multifunzionale”, elaborato all’interno del Ministero della Difesa Nazionale, sono stati analizzati 13 progetti di corvette, tra cui quattro progetti risultati capaci di soddisfare le richieste delle forze armate romene. Tra tutti questi progetti, la classe SIGMA (Ship Integrated Geometric Modular Design Approach) presente i maggiori vantaggi”, si legge nel comunicato governativo del 29 novembre 2016.

La situazione delle corvette, sull’agenda del CSAT

Il presidente Klaus Iohannis venerdì ha precisato che alla seduta del Consiglio Supremo di Difesa Nazionale (CSAT) di martedì si discuterà della situazione delle corvette che dovrebbero essere costruite a Galati e rispetto alle quali il Governo Grindeanu ha cambiato idea.

“Non credo ci siano problemi, ma di certo c’è una questione che sarà discussa nel CSAT”, ha dichiarato il presidente Klaus Iohannis.

Il Governo Grindeau ha annullato la decisione del precedente governo di costruire a Galati le corvette per la dotazione dell’esercito romeno. Liviu Dragnea ha sostenuto che l’acquisizione è stata illegale, sebbene di essa si sia occupata proprio l’attuale ministro della Difesa, Gabriel Les (PSD), all’epoca segretario di stato.

NO COMMENTS