Nostalgia e canto romeno: Il concerto del maestro Gheroghe Zamfir, successo strepitoso a Roma

0
267

Dopo l’enorme successo del concerto sostenuto l’1 marzo alla Sala del Palazzo di Bucarest, la Ciocarlia romena, la Doina del lutto, le sarbe e i girotondi romeni hanno risuonato pochi giorni fa, tra i fragorosi applausi degli spettatori, nella sala Auditorium Conciliazione di Roma. Il suono del flauto di Pan romeno ha accarezzato con nostalgia e dolcezza i cuori dei romeni e degli italiani che hanno assistito al concerto del maestro Gheorghe Zamfir, sold out anche stavolta.

Le ufficialità locali, stelle della televisione italiana, come Paolo Bonolis, conosciuto presentatore e realizzatore di trasmissioni TV, insieme a Sua Eccellenza, il Signor Ambasciatore della Romania in Italia e Malta, George Bologna, hanno goduto del concerto insieme pubblico entusiasta.

Ghoerghe Zamfir, l’artista ambasciatore del canto e della poesia popolare romena ha offerto all’uditorio un concerto commovente. Per due ore, la musica interpretata da Gheorghe Zamfir ha travolto e ha captato l’attenzione di tutti i presenti.

Per due ore la musica romena è stata regina a Roma: gli spettatori hanno pianto, hanno riso, hanno gridato il nome del Maestro. Roma è stata per una sera Romania. Le emozioni sublimi, gli abbracci, i fiori e le fotografie hanno completato l’atmosfera di una serata magica, indimenticabile.

Tra applausi fulminanti e lacrime, i romeni hanno risuonato con l’invito rivolto da Ghoerghe Zamfir, alla fine del concerto:

“Tornate a casa, cari, venite in Romania!”[…] “Che Dio vi benedica!”

Quella del 4 marzo è stata senza dubbio una serata dedicata al cuore e pensiero romeno.

Della stessa esperienza avranno parte anche i fans israeliani del grande artista. Fino alla fine di marzo, il maestro Gheorghe Zamfir continuerà il suo tour internazionale con altre 5 rappresentazioni sostenute in diverse città d’Israele, per fermarsi poi in Polonia per l’ultimo concerto.

NO COMMENTS