Modifiche importanti nel Governo Grindeanu: Quattro ministeri hanno nuovi titolari di portafoglio

0
334

Ex giudice della CCR, Tudorel Toader è il nuovo ministro della Giustizia

Il Consiglio Esecutivo Nazionale (CexN) del Partito Socialdemocratico (PSD) è stato convocato mercoledì a Bucarest per mettere in discussione le nomine dei nuovi ministri per Giustizia e Ambiente d’Affari, e per sanzionare il presidente ad interim del PSD di Iasi, Mihai Chirica, per le critiche pubbliche mosse alla direzione del partito.

Allo stesso tempo, prima della riunione CexN ha avuto luogo una riunione della coalizione di governo PSD-ALDE, per decidere sulla nomina dei nuovi ministri per i due ministeri, per presentarli ulteriormente al CexN, per ottenere la convalida politica.

Il nome più atteso era quello del nuovo ministro della Giustizia, nelle condizioni in cui la gestione di questo portafoglio è sembrato estremamente difficile dopo le dimissioni di Florin Iordanche, in seguito alle pressioni esercitate dalle ampie manifestazioni di strada contro l’OUG che modificava i Codici penali.

Di conseguenza, la seduta del Consiglio Esecutivo Nazionale del PSD ha convalidato, come già annunciato, prima le proposte per il Ministero della Giustizia e per quella dell’Ambiente d’Affari. Durante la riunione sono però avvenuti anche altri cambiamenti importanti nel governo Grindeanu, poiché sono stati annunciati nuovi titolari di portafoglio per 4 ministeri.

Così, l’ex giudice della Corte Costituzionale (CCR), Tudorel Toader, sarà il nuovo ministro della Giustizia, e Alexandru Petrescu, attualmente ministro dell’Economia, assumerà il portafoglio dell’Ambiente d’Affari, Commercio e Imprenditoria.

Rovana Plumb sarà il nuovo ministro dei Fondi Europei, al posto di Mihaela Virginia Toader, e Mihai Tudose sarà ministro dell’Economia, carica lasciata libera da Alexandru Petrescu.

Alla riunione ha partecipato anche il premier Sorin Grindeanu.

PM Grindeanu:  4 cambiamenti necessari per rendere efficiente l’attività del Governo

Alla fine della riunione del Consiglio Esecutivo Nazionale CexN del PSD, il premier Sorin Grindeanu ha annunciato la votazione all’unanimità da CexN del PSD delle proposte di ministri e ha precisato che le quattro modifiche sono state fatte per rendere efficiente l’attività del Governo: Tudorel Toader – Giustizia, Alexandru Petrescu – Ambiente d’Affari, Rovana Plumb – Fondi Europei e Mihai Tudose – Economia. Grindeanu ha precisato che il cambiamento al Ministero dei Fondi Europei è motivata dal fatto che il PSD considera prioritario questo settore.

“Ringrazio i colleghi per aver votato all’unanimità le mie proposte. Abbiamo avuto consultazioni tutti i giorni con la direzione del partito. Per la Giustizia ho proposto il signor Tudorel Toader, per le PMI Alex Petrescu, per i Fondi Europei Rovana Plumb. Il ministro dell’Economia è Mihai Tudose. Mihaela Toader resta nella squadra dei Fondi Europei. Ho voluto consolidare la squadra coinvolgendo un membro di partito con peso ed esperienza. Le proposte sono state accolte all’unanimità dal Consiglio Esecutivo Nazionale”, ha dichiarato Grindeanu, che ha parlato anche di Tudorel Toader, il nuovo ministro della Giustizia.

Il capo dell’Esecutivo ha presentato gli argomenti per cui ha preferito proporre Toader per il Ministero della Giustizia alla direzione della coalizione PSD-ALDE e al Consiglio Esecutivo Nazionale.

“Ho considerato l’esperienza del signor rettore in questo settore, circa 10 anni presso la Corte Costituzionale, membro della Commissione di Venezia e rettore dell’Università di Iasi, una personalità che soddisfa i nostri criteri per un titolare della Giustizia (…) È stato votato all’unanimità”, ha dichiarato Grindeanu.

Sorin Grindeanu ha precisato che, rispetto al cambiamento del Ministero dei Fondi Europei, l’attuale titolare del portafoglio, Mihaela Toader, “resta nella squadra, fa parte della squadra”, ma la sua sostituzione è determinata da ciò che il PSD considera una priorità per il governo, vale a dire la necessità di attrarre fondi europei.

“Ho voluto consolidare la squadra mediante il coinvolgimento di un membri di partito di peso”, ha sottolineato Grindeanu.

Liviu Dragnea: Non sarà chiesto a Tudorel Toader di iscriversi al partito

Il presidente del PSD, Liviu Dragnea, ha dichiarato giovedì, dopo la riunione del Consiglio Esecutivo Nazionale, che a Tudorel Toader, proposto dalla coalizione governativa come ministro della Giustizia, non sarà chiesto di diventare membro del PSD.

“Non gli sarà chiesto di iscriversi al partito”, ha dichiarato Liviu Dragnea, rispondendo a una domanda sulla possibilità che Tudorel Toader diventi membro del PSD.

Tariceanu: Le proposte PSD per la Giustizia e l’Ambiente d’Affari , molto buone

Il copresidente dell’Alleanza dei Liberali e Democratici (ALDE) Calin Popescu Tariceanu ha dichiarato mercoledì, alla fine della riunione della coalizione di governo, che le proposte PSD per il Ministero della Giustizia e per l’Ambiente d’Affari sono molto buone, tenendo conto delle “tensioni che hanno dominato lo spazio pubblico”, pur mantenendo la convinzione che un governo politico debba avere “esclusivamente” ministri politici.

“Abbiamo avuto una riunione della coalizione di governo. Abbiamo discusso con i nostri colleghi i nomi che saranno proposti, visto che il PSD li approverà durante il Consiglio Esecutivo, e abbiamo aspettato la loro decisione politica e del primo ministro per sapere i nomi. Quello che posso dirvi è che le proposte presentate ci sono sembrato molto buone”, ha affermato Calin Popescu Tariceanu.

Lo stesso ha però ribadito la sua convinzione, che un governo politico debba avere “esclusivamente” ministri politici.

“Io resto convinto che un governo politico debba avere esclusivamente ministri politici. Ma la soluzione proposta dal PSD in questo momento mi sembra in grado per risolvere il problema, viste anche le tensioni che hanno dominato lo spazio pubblico e la crisi politica che abbiamo attraversato. Credo si tratti di una scelta molto buona”, ha completato il copresidente ALDE.

 

Mihai Chirica, il sindaco di Iasi, è rimasto solo membro PSD: “Sono stato punito per aver detto la verità”

Il vicepresidente PSD, Mihai Chirica, presidente ad interim della filiale di Iasi, è stato sollevato da quest’incarico durante la riunione CExN del PSD, ma senza essere punito con l’esclusione dal partito, fatto rispetto al quale Chirica denuncia che il leader del partito, Liviu Dragnea, sia stato malinformato riguardo i suoi commenti pubblici.

“Sono deluso dalle decisioni dei miei colleghi. È una prima mondiale. Il voto è stato unanime nel mio caso. Sono deluso dal fatto che siano state dette molte cose false sui miei commenti pubblici. Si tratta di un atto di disinformazione del presidente del partito. Per quanto riguarda il mio attacco al PSD e al Governo Grindeanu, questo non è mai avvenuto. Per quanto mi riguarda, i progetti politici sono quelli legati a affiliati del PSD. Il finanziamento dovrà venire dalle fonti del Governo della Romania o dai fondi europei, a seconda della qualità dei progetti. Mi sento ancora membro del PSD. Dovremo allargare il quadro della comunicazione tra me e Dragnea, a dire la verità. Mi aspettavo questa fine, perché le cose sono state discusse prima”, ha affermato Chirica alla fine della riunione.

Egli ha precisato che il voto è stato unanime.

“Sono deluso per il fatto che siano state dette molte cose false riguardo i miei commenti pubblici. (…) Si tratta di un atto di disinformazione del presidente riguardo il mio attacco al PSD, al governo Grindeanu, che non è mai avvenuto”, ha aggiunto il sindaco di Iasi.

Quest’ultimo ha poi aggiunto che sono stati in “tanti” a malinformare Liviu Dragnea.

 

I quattro nuovi ministri del Governo Grindeanu hanno fatto il giuramento d’investitura

I nuovi ministri di Giustizia, Economia, Ambiente d’Affari e il ministro delegato per i Fondi Europei hanno prestato il giuramento d’investitura, giovedì, di fronte al presidente Klaus Iohannis.

Tudorel Toader ha prestato il giuramento d’investitura per la carica di ministro della Giustizia, Mihai Tudose – ministro dell’Economia, Alexandru Petrescu – ministro per l’Ambiente d’Affari, Commercio e Imprenditoria e Rovana Plumb ministro delegato per Fondi Europei.

Alla cerimonia, tenutasi a Palazzo Cotroceni, hanno partecipato il presidente del Senato, Calin Popescu Tariceanu, il presidente della Camera dei deputati, Liviu Dragnea, il premier Sorin Girndeanu, membri del Governo e consiglieri presidenziali.

Giovedì mattina, il premier Sorin Grindeanu ha trasmesso al presidente Klaus Iohannis le proposte di nomi per i nuovi ministri,

Il presidente Iohannis: Intendo questo rimpasto come una mossa per consolidare la squadra governativa

Il presidente Klaus Iohannis ha dichiarato che il rimpasto dell’Esecutivo condotto da Sorin Grindenau è una buona mossa per consolidare la squadra governativa.

“Signor primo ministro, ecco che, dopo poco tempo, ci ritroviamo qui nella Sala dell’Unione per il primo rimpasto governativo, ma le circostanze sono particolari e credo che questa mossa sia buona. Comprendo questo rimpasto proposto dal primo ministro come una mossa che consoliderà la squadra governativa”, ha dichiarato il capo dello stato giovedì, dopo il giuramento dei quattro nuovi ministri del Governo Grindeanu.

Egli ha augurato ai nuovi ministri successo e un buon mandato.

Il capo dello stato ha precisato che, solo ora, sono soddisfate le condizioni affinché “il Governo ritorni ad un lavoro positivo, normale e nell’interesse della Romania”.

“Non mi resta che augurarvi molto successo, e che riusciate a trasformare questo Governo in una squadra forte, che farà esattamente quello che aspettano i romeni: governare in modo efficiente nell’interesse della Romania e nell’interesse dei romeni. Vi auguro successo”, ha concluso Iohannis.

NO COMMENTS