Gabriel Les, ministro della Difesa, a Bruxelles: Abbiamo deciso l’aumento della presenza marittima della NATO sul Mar Nero

0
293

Il ministro della Difesa, Gabriel Les, presente all’incontro dell’Alleanza Atlantica del Nord, a Bruxelles, ha annunciato la decisione di accrescere la presenza marittima della NATO sul Mar Nero e di aumentare le esercitazioni militari navali per rafforzare la capacità difensiva della Romania.

“Abbiamo deciso oggi la crescita della presenza marittima alleata e una funzione di coordinazione delle attività marittime NATO sul Mar Nero. La presenta marittima comprenderà esercitazioni e attività d’istruzione cui parteciperanno le forze navali permanenti della NATO. La crescita della presenza NATO ha un carattere difensivo, d’incremento dell’interoperabilità e, perciò, di rafforzamento delle nostre capacità di difesa. La presenza delle navi alleate alle esercitazioni sul Mar Nero è un’attività normale, che contribuisce alla crescita dell’interoperabilità tra le forze navali della Romania e quelle degli alleati. Dopo l’annessione illegale della Crimea, tali attività sono diventate più frequenti, come manifestazione della solidarietà dell’alleanza e come misura di rafforzamento della nostra collaborazione”, ha dichiarato Gabriel Les.

Allo stesso modo, Les ha precisato che la Romania ha confermato la propria presenza avanzata a nord-est, con una compagnia, nel gruppo di lotta dislocato dagli USA in Polonia. Questi ha poi aggiunto che, ad oggi, 13 alleati intendono affiliare le proprie forze o partecipare con truppe, ufficiali o funzionari alla componente terrestre avanzata, come anche con aeronavi, assicurate dalla polizia aerea, sulla Romania.

“Ho firmato, insieme al ministro tedesco della Difesa, una lettera motivazionale tramite cui la Romania ha confermato la propria partecipazione con una brigata nella divisione multinazionale condotta dalla Germania. Questo progetto multinazionale ci offre un contesto di partecipazione all’attività comune con altri alleati e allo sviluppo delle capacità europee di difesa. Ribadirò l’impegno manifestato dal nostro paese nel partecipare, con un effettivo fino a 50 militari, all’attività d’istruzione e consiglio delle forze di sicurezza irachene sul territorio della repubblica dell’Iraq”, ha aggiunto Gabriel Les.

Stoltenberg: “Siamo stati d’accordo sull’introduzione di due misure marittime supplementari”

Il Segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg, giovedì ha annunciato che l’Alleanza Nord-Atlantica introdurrà nuove misure con lo scopo di aumentare la sua presenza nella regione del Mar Nero, per prendere meglio coscienza della situazione e per coordinare le forze navali alleate che operano in questa regione.

“Ho discusso della nostra presenza nella regione del Mar Nero. Per completare la nostra posizione regionale già forte sul piano aereo e terrestre – intorno alla brigata multinazionale della Romania”, ha dichiarato l’ufficiale NATO durante la conferenza stampa.

“Otto alleati si sono impegnati a contribuire con personale di brigata. E altri cinque alleati si sono impegnati a inviare forze terrestri e aeree per preparare anche la polizia aerea”, ha continuato l’ufficiale.

“Siamo stati d’accordo sull’introduzione di due misure marittime supplementari: una presenza navale NATO rafforzata sul Mar Nero per le esercitazioni, il miglioramento della preparazione e una miglior consapevolezza della situazione, e una funzione di coordinazione marittima per le Forze Navali di Reazione, nel momento in cui operino insieme ad altre forze alleate nella regione del Mar Nero”, ha precisato il segretario generale.

Stoltenberg ha rilasciato tali dichiarazioni in occasione della riunione dei ministri della Difesa degli stati NATO, che ha avuto luogo a Bruxelles, nel periodo 15-16 febbraio, la prima riunione di questo tipo cui prende parte anche il segretario americano della Difesa, Jim Mattis.

Secondo il capo della NATO, in seguito alla riunione si è stabilito che gruppi navali dell’alleanza parteciperanno con maggior frequenza alle esercitazioni e alle attività di raccolta di informazioni sul Mar Nero, in collaborazione con le flotte costiere degli stati NATO.

“Tutto quello che faremo sarà concorde agli impegni e agli obblighi internazionali, nonché in accordo con la Convenzione di Montreux (riguardante lo stato degli stretti del Bosforo e dei Dardanelli) … Avremo una presenza maggiore sul Mar Nero. Non sarà eccessiva, ma di carattere difensivo e in nessun caso avrà l’effettivo scopo di innescare un conflitto o aumentare le tensioni”, ha dichiarato Stoltenberg.

L’ufficiale ha poi dichiarato che la NATO intende aumentare il numero di missioni di pattugliamento aereo sul Mar Nero, riporta AFP.

NO COMMENTS