Conversazione telefonica Iohannis-Merkel: il Cancelliere, preoccupato da certe iniziative sulla giustizia

0
276

Il presidente della Romania, Klaus Iohannis, ha avuto venerdì una conversazione telefonica con Angela Merkel, cancelliere della Germania, sua iniziativa della stessa. Uno dei principali argomenti affrontati è stata la continuità della lotta alla corruzione, aspetto nei confronti del quale l’ufficiale tedesco ha espresso la sua “preoccupazione”

“I due leader hanno evocato lo stadio eccellente della relazione speciale, di natura strategica, che la Romania e la Germania condividono e hanno discusso del consolidamento e dell’approfondimento del dialogo politico bilaterale, nonché dell’intensificazione della coordinazione su temi europei. Il presidente della Romania ha mostrato che il nostro paese resta, a livello regionale, un partner di fiducia, uno dei più importanti pilastri di stabilità. Nel contesto delle crisi complesse a livello internazionale, la cooperazione tra la Romania e la Germania ha conosciuto una crescita reale, sia all’interno dell’UE che all’interno dell’OTAN, e questa tendenza dovrà essere portata avanti anche in futuro. In quest’occasione, il presidente Klaus Iohannis ha trasmesso al partner tedesco un messaggio fermo relativo al suo impegno di portare avanti la lotta anticorruzione in Romania, per costruire una democrazia matura e solida”, ha trasmesso venerdì l’Amministrazione Presidenziale tramite un comunicato.

Secondo la fonte citata, il capo dello stato ha evidenziato la natura complessa di questo processo e ha menzionato anche le conclusioni positive presenti nel recente rapporto della Commissione Europea sui progressi registrati dalla Romania all’interno del Meccanismo di Cooperazione e Verifica (MCV) per il consolidamento del sistema giudiziario e la lotta contro la corruzione.

“Dal canto suo, il cancelliere tedesco ha espresso assoluto sostegno alla continuazione della lotta anticorruzione in Romania e si è mostrata preoccupata dall’eventualità che certe iniziative possano influenzare il percorso intrapreso dalla Romania nel combattere questo fenomeno”, sottolinea la Presidenza.

NO COMMENTS