Adrian Tutuianu, presidente della Commissione di controllo dell’SRI: L’indagine non è conclusa ma conferma che Florian Coldea abbia trascorso le vacanze con Ghita

0
301

Maior e Dancu sono stati con loro in Toscana. Le conclusioni su Istode

Il presidente della commissione SRI, Adrian Tutuianu, ha dichiarato mercoledì, dopo l’udienza maratona di sette ore del Direttore della struttura, Eduard Hellvig, di aver presentato ai parlamentari due rapporti – uno su Florian Coldea e uno sul generale di brigata Elena Istode, precisando che “l’indagine interna non è conclusa”.

“L’indagine interna non è conclusa”, ha sottolineato Tutuianu (PSD), aggiungendo anche che i membri della Commissione di controllo hanno deciso di non concludere la discussione.

In merito alle fotografie pubblicate dalla stampa, in cui il generale di brigata Elena Istode compare nelle vacanze di lusso con la famiglia del politico PSD Cristian Rizea, Tutuianu ha spiegato che l’indagine interna dell’SRI ha mostrato come la moglie dell’ex deputato sia stata compagna di facoltà di Istode, che il generale dell’SRI abbia pagato una parte importante dei costi e che abbia informato la direzione del servizio di tali “attività”.

“Era normale che fosse avviata un’indagine interna all’SRI, com’era normale che noi, la commissione, chiedessimo chiarimenti al riguardo. Dai dati messi a disposizione, risulta sia stata presente insieme alla famiglia Rizea a Monaco e a Nizza, che una parte importante delle spese sia stata pagata dalla signora generale e che queste relazioni abbiano alla base il legame di ex compagne di facoltà tra la signora generale e la signora Rizea e che queste attività, vale a dire le vacanze, siano state rapportate alla direzione SRI in conformità alle procedure interne di lavoro”, ha spiegato il presidente della Commissione SRI.

Lo stesso ha concluso che, in base ai due rapporti, la legge non è stata infranta.

“In riferimento a entrambi i rapporti, dal mio punto di vista, anche se non c’è una violazione della legge – questa è la conclusione dei due rapporti – rimane un problema di deontologia che riguarda gli agenti operativi in escursioni o occupati in attività di questo tipo con parlamentari o uomini d’affari.

Adrian Tutuianu, il capo della commissione di controllo SRI, ha dichiarato che l’indagine interna ha confermato la partecipazione di Florian Coldea alle vacanze con Sebastian Ghita alle isole Seychelles e in Italia, sebbene Coldea abbia pagato le sue spese. Tutuianu ha poi spiegato l’impossibilità di stabilire la veridicità delle fatture.

Tutuianu ha aggiunto che il capo dell’SRI, Eduard Hellvig, ha annunciato di aver disposto l’elaborazione di un codice deontologico, che sarà pubblico e che chiarifichi il comportamento di un ufficiale SRI in relazione a terze persone.

 

Adrian Tutuianu: Il passaggio in riserva di Coldea a causa del pregiudizio d’immagine. Le vacanze confermate

Alla domanda sul perché Coldea sia stato messo in riserva, se il rapporto della commissione d’indagine interna ha concluso non ci sia stata infrazione della legge e delle disposizioni interni, Tutuianu ha risposto: “Vi dirò esattamente la conclusione del signor direttore dell’SRI: la reintegrazione in servizio è la conseguenza delle constatazioni della commissione di controllo, quindi se non ci sono violazioni della legge è normale che sia reintegrato in servizio. Dalle discussioni pubbliche avete appreso della richiesta affinché sia messo in riserva dopo questa reintegrazione in servizio”.

“Il passaggio in riserva è stato considerato opportuno in primo luogo dallo stesso generale Coldea e utile alla difesa dell’istituzione da parte della direzione SRI perché è ovvio per tutti che quanto accaduto abbia danneggiato quantomeno l’immagine e la credibilità dell’SRI”, ha aggiunto il presidente della Commissione SRI.

Lo stesso ha affermato che il rapporto interno conferma le vacanze di Sebastian Ghita con Florian Coldea, nelle isole Seychelles e in Italia, in Toscana.

“È confermata la presenza della signora Coldea insieme alla signora Ghita a Parigi, a Disneyland”, ha aggiunto Tutuianu.

“Dalle informazioni giunte dalla commissione d’indagine risulta che la famiglia Coldea, il signore generale e la signora colonnello Coldea, abbia presentato documenti giustificativi sul loro pagamento delle spese per questi viaggi, e che siano state presentate fatture e ricevute”, ha affermato il presidente della Commissione SRI.

Quest’ultimo ha precisato che non ci sono indizi che i documenti presentati dalla famiglia Coldea sarebbero falsi, spiegando che solo gli organi d’indagine penale hanno  gli strumenti per appurarlo.

“La signora Coldea è stata verificata, anche il signore Coldea, hanno dato informazioni, presentato documenti e ci sono state molte udienze”, ha menzionato Tutuianu.

Egli ha mostrato che anche nel caso della signora Coldea la conclusione della commissione di indagine è la stessa – che non sono state violate le disposizioni legali e le norme interne.

 

“ Maior e Dancu sono stati con Ghita e Coldea in Toscana”

Alla domanda se George Maior (ex direttore SRI, attualmente ambasciatore a Washington) sua stato con Coldea e Ghita in uno dei viaggi all’estero, Tutuianu ha risposto: “Il signor George Maior ha dato spiegazioni alla commissione di controllo. Non sono stati insieme, per esempio alle Isole Seychelles. Non esiste quest’informazione”.

Alla domanda se fosse andati in Toscana, Tutuianu ha risposto “In Toscana, sì”.

Inoltre, alla domanda se Vasile Dancu sia stato interrogato dalla commissione d’indagine interna, Tutuianu ha risposto negativamente.

“No, non è stato interrogato il signor Dancu. Sapete, da quello che si è discusso nello spazio pubblico, che è stato presente al viaggio in Toscana”, ha aggiunto il presidente della Commissione SRI.

 

“Secondo la commissione di controllo interno, Kovesi ha partecipato ad attività principalmente pubbliche”

Mercoledì, il presidente della Commissione SRI, Adrian Tutuianu, in riferimento alla relazione tra Florian Coldea e il capo della Direzione Nazionale Anticorruzione (DNA), Laura Codruta Kovesi, ha precisato che quest’ultima ha partecipato ad “attività principalmente a carattere pubblico”, secondo la commissione di controllo interno dell’SRI.

“La commissione di controllo ci ha comunicato che la signora Kovesi è stata presente ad attività del Servizio Romeno di Informazioni, attività principalmente a carattere pubblico o attinenti alla collaborazione istituzionale tra le due istituzioni menzionate”, ha risposto Tutuianu alla domanda se durante le udienze si sia discusso della relazione tra Florian Coldea e il capo della DNA.

Egli ha sottolineato come i membri della commissione di controllo siano pienamente responsabili delle constatazioni fatte.

“Ci sono documenti, informazioni cui non abbiamo avuto accesso e cui non possiamo avere accesso. Quindi si assumono una responsabilità e come sapete le discussioni e tutto ciò che è accaduto oggi in questa sala è stato registrato e può essere consultato dagli organi competenti d’indagine penale e più tardi quando saranno resi accessibili diventeranno storici”, ha aggiunto lo stesso.

 

Il capo della Commissione sull’implicazione dell’SRI nelle proteste: l’SRI ha il dovere di comunicare certe informazioni

Dopo l’udienza della direzione SRI da parte della Commissione parlamentare, alla domanda se l’SRI sia stato implicato nelle proteste, Tutuianu ha risposto: “Abbiamo discusso sul quadro legale in vigore e abbiamo stabilito che ci sono preoccupazioni dell’SRI riguardo certi gruppi con atteggiamenti estremisti in occasioni delle manifestazioni e che c’è un obbligo legale del servizio di comunicare alla gendarmerie o all’Ispettorato Generale di Polizia certi dati e informazioni sulle manifestazioni pubbliche organizzate con le approvazioni legali o, diciamo, riguardo le manifestazioni cosiddette spontanee”.

“Ho richiesto tali informazioni partendo da quello che si è affermato nello spazio pubblico”, ha spiegato il presidente della Commissione SRI.

Lo stesso ha sottolineato come il direttore dell’SRI, Eduard Hellvig, abbia dato assicurazioni certe in merito ai servizi, che non si sono implicati e non si implicheranno in tali attività.

NO COMMENTS