Dacian Ciolos fa il bilancio come premier: “Spero che il nuovo Governo continui le riforme avviate da noi nel 2016”

0
578

Le riforme cominciate nel 2016 sono benefiche per l’economia e la società, quindi ci aspettiamo che il Governo Grindeanu le porti avanti, ha dichiarato mercoledì Dacian Ciolos, durante la sua ultima conferenza stampa da premier.

“Quest’anno abbiamo seminato riforme al governo e ho fiducia che questi semi si svilupperanno nei prossimi anni (…). Mi aspetto che alcuni programmi siano portati avanti ma è ovvio che ogni governo avrà il suo programma. Spero si continui con le nostre riforme”, ha affermato Dacian Ciolos.

Egli ha precisato di essere molto attaccato alla piattaforma “Romania 100” e che “ogni governo, per il suo programma, dovrebbe ispirarsi a questa piattaforma”, lasciando intendere che seguirà l’attività del nuovo governo da questo punto di vista.

Concretamente, “mi implicherò nel settore civico. Ho conferme anche da alcuni collaboratori che mi sono stati accanto quest’anno di governo, per controllare se le riforme avviate da noi saranno prese in considerazione o meno”, ha aggiunto Ciolos.

Tra le riforme proposte dal suo Governo nel 2016, Ciolos ha ricordato la fondazione dell’Agenzia Nazionale di Amministrazione dei Beni Indisponibilizzati, il mantenimento del deficit del budget nei limiti imposti dall’Unione Europea, le crescite salariali, la crescita del 5% delle pensioni, l’aumento dell’utilizzo dei fondi europei “dal 50% all’80%”, la modifica della scala salariale per il personale pubblico o l’avvio delle negoziazioni per la rimozione del visto per il Canada.

Riferendosi ai progetti sull’infrastruttura, il premier ha sottolineato come nel 2016 sino stati sbloccati tratti stradali che potranno essere utilizzati nel 2017, ben “160 chilometri di autostrada”.

“Spero che il Governo installato oggi usi attivamente le misure predisposte da noi nel 2016”, ha dichiarato Dacian Ciolos.

NO COMMENTS