L’Ufficio Politico Nazionale del PNL ha stabilito la direzione ad interim del partito. Raluca Turcan, proposta come presidente ad interim

0
378

I leader del Partito Nazionale Liberale (PNL) si sono riuniti martedì presso l’Ufficio Politico Nazionale (BPN), per discutere della direzione ad interim della formazione politica, dopo che Alina Gorghiu ha annunciato che si dimetterà dalla direzione del partito a seguito del risultato disastroso dopo le elezioni parlamentari, in cui i liberali hanno ottenuto il 20% piazzandosi sul secondo posto, assai lontano dal Partito Socialdemocratico (PSD) che ha ottenuto oltre il 45% dei voti.

Il nome veicolato già da lunedì sera, relativo alla supplenza del partito dopo le dimissioni di Alina Gorghiu, è quello di Raluca Turcan, uno dei vicepresidenti PNL, che prenderà la direzione del partito nelle condizioni in cui il PNL ha ottenuto a Sibiu il maggior numero di voti di tutto il paese alle elezioni parlamentari dell’11 dicembre.

Stando ai risulati, il PNL ha ottenuto il 39,52% a Sibiu, punteggio maggiore di quello di PSD, che ha raggiunto solo il 28,20%.

Alina Gorghiu e i leader delle filiali che hanno ottenuto punteggi maggiori di quelli del partito si sono riuniti alla sede di Modrogan, lunedì sera, per stabilire quale sarà la proposta che faranno a BPN per la direzione ad interim e quali i liberali che potrebbero occupare i posti rimasti vacanti dopo il fallimento del PNL alle elezioni dell’11 dicembre.

Durante seduta tempestosa dei Liberali di lunedì è stato discussa anche una formula di supplenza estesa, quindi è stata proposta l’idea che Raluca Turcan coordini una squadra di cui facciano parte i leader delle filiali che hanno ottenuto punteggi maggiori all’interno del partito.

La direzione ad interim dovrebbe avere circa 20 persone, principalmente i leader delle organizzazioni regionali che hanno ottenuto risultati oltre la media del partito alle elezioni parlamentari.

Dalla squadra ad interim della direzione di PNL fino al congresso dell’anno prossimo dovrebbe far parte anche Mircea Hava, il leader di Alba, che potrebbe occupare la carica di segretario generale ad interim, al posto di Ilie Bolojan, che lunedì ha rassegnato le dimissioni. Secondo news.ro, un altro nome che potrebbe apparire nella squadra ad interim per la direzione del PNL è l’europarlamentare Daniel Buda di Cluj. Questi è ora primo vicepresidente di PNL, nominato dopo la dimissione di Vasile Blaga dalla direzione del partito.

Alina Gorghiu ha dichiarato lunedì che si dimetterà e che questo gesto è stato annunciato anche da altri leader liberali. Lei ha aggiunto che l’Ufficio Politico Nazionale del PNL si riunirà martedì, quando proporrà la convocazione della Convenzione Nazionale per il mese di febbraio.

“Proporrò ai miei colleghi e al BPN di accettare la mia proposta per la convocazione rapida della Convenzione Nazionale del partito, il foro che organizza le elezioni nel PNL. Spero avvenga alla metà del mese di febbraio. (…) Certamente occorre stabilire una nuova direzione del PNL, occorre una direzione legittima, un nuovo start, coerenza, stabilità e un atto politico efficiente (…) Ho già da ieri discussioni costanti con i miei colleghi di partito, con i leader del paese, con la direzione centrale e ho trasmesso loro che per me non c’è altro da fare che rassegnare le dimissione. (…) Ci sono anche altri leader della direzione del partito che assumono lo stesso atteggiamento”, ha dichiarato Alina Gorghiu.

Secondo alcune fonti liberali, i capi dell’organizzazione con i migliori risultati elettorali avevano opinioni divergenti in merito alla direzione ad interim del partito. Alcuni volevano che Alina Gorghiu e Ilie Bolojan continuassero la loro attività fino al Congresso dell’inizio dell’anno 2017, mentre altri hanno chiesto la designazione di un’altra squadra dirigente.

La riunione è stata informale, e la decisione ufficiale sulla direzione del partito sarà presa martedì, all’interno dell’Ufficio Politico Nazionale del PNL.

Anche il segretario generale del PNL, Ilie Bolojan, ha dato le dimissioni lunedì, dopo i risultati mediocri delle elezioni parlamentari. Inoltre, il leader PNL di Bucarest, Cristian Busoi, ha rinunciato a sua volta alla carica, secondo alcune fonti liberali. Anche Adriana Saftoiu ha rassegnato le dimissioni da primo vicepresidente del partito.

 

Gorghiu: La meritocrazia nel partito e i nomi di chi ha ottenuto buoni risultati alle elezioni parlamentari saranno proposte giuste per le cariche ad interim

Il presidente dimissionario del PNL, Alina Gorghiu, ha dichiarato lunedì sera che le cariche rimaste vacanti saranno occupate da coloro che abbiano ottenuto buoni risultati, affermando che l’Ufficio Politico Nazionale chiarirà martedì la formula adottata per la direzione.

La meritocrazia nel partito e i nomi di chi ha ottenuto dei risultati alle elezioni parlamentari saranno proposte giuste per le cariche ad interim, ha dichiarato lunedì il presidente PNL, Alina Gorghiu.

“La discussione è stata informale con i leader delle organizzazioni che hanno avuto risultati oltre la media nazionale. Non è una discussione alla fine della quale si possano prendere decisioni ufficiali. Siamo arrivati tuttavia ad una conclusione (…). Per le cariche vacanti e per la supplenza ci sarà una regola che rispettiamo: la meritocrazia nel partito e perciò il nome di chi ha ottenuto dei risultati sarà le proposte giuste, a mio parere, per le cariche ad interim che io e Ilie Bolojan abbiamo liberato. Domani vedrete quali sono le proposte che faremo al BPN e spero che saranno ricevute bene”, ha dichiarato Gorghiu lunedì presso la sede PNL.

La direzione ad interim sarà assicurata fino alla Convenzione Nazionale

Dopo le accese discussioni di lunedì nel gruppo dei liberali colpiti dal risultato ottenuto alle elezioni, i membri dell’Ufficio Politico Nazionale del PNL martedì hanno votato all’unanimità Raluca Turcan, leader della filiale di Sibiu, che ha avuto il miglior risultato alle elezioni parlamentari, come presidente ad interim del partito fino alla Convenzione Nazionale.

La decisione è stata presa in meno di un’ora dall’inizio della seduta ed è stata reale conferma della raccomandazione fatta dai leader delle organizzazioni regionali che hanno ottenuto di più della media del partito e che si sono riuniti lunedì sera presso la sede centrale del PNL, scrive News.ro.

Con la votazione di Raluca Turcan come presidente ad interim, i liberali hanno posto anche la condizione che lei non si candidi al congresso dell’anno prossimo.

Allo stesso tempo durante la seduta, il capo del PNL Ilfov, Marian Petrache, è stato nominato segretario generale ad interim del partito fino alla Convenzione Nazionale.

Fonti del partito hanno dichiarato che Petrache è stato scelto segretario generale ad interim dai membri BPN del vecchio PNL, perché Raluca Turcan, designata presidente ad interim, proviene dal PDL.

Inoltre, durante la seduta, Catalin Predoiu ha annunciato la sua intenzione di candidarsi per la presidenza del partito al congresso dell’anno prossimo.

Ma Raluca Turcan non prenderà da sola la direzione del PNL. Un Ufficio Politico Nazionale, formato da 22 leader di filiale che hanno ottenuto buoni risultati alle elezioni, coordinerà l’attività del partito.

Il PNL Sibiu, filiale diretta da Raluca Turcan, ha vinto le elezioni della contea, ottenendo il 39,52% per la Camera dei Deputati e il 39,87% al Senato, con oltre dieci punti percentuali in più rispetto al secondo classificato, il PSD, che ha ottenuto il 28,20% per la Camera dei Deputati e il 27,69% al Senato, ha annunciato l’Ufficio Elettorale Regionale (BEJ).

La Convenzione Nazionale del PNL avrà luogo l’anno prossimo, alla metà del mese di febbraio, quando sarà eletta la nuova direzione del partito.

 

Raluca Turcan, le prime dichiarazioni: Non ho desiderato essere presidente ad interim

Il deputato liberale Raluca Turcan ha dichiarato martedì di aver accettato la proposta fatta in modo unanime del colleghi dell’Ufficio Politico Nazionale di essere presidente del PNL, a seguito del risultato elettorale ottenuto dal partito a Sibiu.

“Ho ricevutola proposta unanime da parte di tutti colleghi di essere presidente ad interim del PNL nelle condizioni in cui sono venuta oggi alla riunione con il miglior risultato ottenuto da PNL in tutto il paese. (…) Questa proposta non è arrivata a seguito di un compromesso o di una negoziazione. Non mi aspettavo e non desideravo che  accadesse. Anzi, ho un’organizzazione e una bella squadra nel PNL Sibiu”, ha precisato Turcan.

“Il Partito Nazionale Liberale convocherà una Convenzione Nazionale, una convenzione che sceglierà la nuova direzione del PNL per i prossimi quattro anni. Questa Convenzione sarà preparata. Faremo elezioni dal basso verso l’alto, in modo che le persone migliori siano comprese”, ha dichiarato Raluca Turcan.

NO COMMENTS