Come hanno celebrato i romeni la Festa Nazionale

0
360

La Festa Nazionale della Romania è stata celebrata in tutto il Paese e oltre confine.

Parate militari spettacolari sono state organizzate il 1 dicembre, in occasione della Festa Nazionale, in più città della Romania. Le autorità hanno preparato concerti e pranzi popolari e decine di migliaia di romeni hanno approfittato del bel tempo e sono andati a vedere le sfilate. La parata più importante si è svolta a Bucarest. Vi hanno partecipato più di 3.000 militari e specialisti dei Ministeri della Difesa, dell’Interno, ma anche dell’intelligence, oltre a centinaia di mezzi tecnici e decine di aerei, tra cui i famosi multiruolo F-16 – il più recente acquisto delle Forze Aeree Romene.

Quest’anno, la parata militare nella capitale ha recato un omaggio anche agli eroi caduti nella Prima Guerra Mondiale, nel contesto in cui, nel 2016, ricorrono 100 anni dall’entrata della Romania nella Guerra per la riunificazione. Distaccamenti militari di Germania, Gran Bretagna, Italia e Slovacchia hanno partecipato per la prima volta alla parata. Sotto l’Arco di Trionfo di Bucarest sono passati anche militari di Moldova, Polonia, Spagna e USA.

La Festa Nazionale è stata celebrata anche all’estero, tramite varie manifestazioni culturali organizzate dalle sedi dell’Istituto Culturale Romeno, in collaborazione con le missioni diplomatiche della Romania. La Giornata della Grande Unità è un’esortazione all’unità, alla solidarietà e all’orgoglio nazionale – ha affermato il presidente Klaus Iohannis nel suo messaggio per il 1 Dicembre. Il presidente ha aggiunto che questo giorno ci ricorda, ogni anno, che la nazione romena ha la forza di portare a compimento i suoi grandi ideali, nonostante le più ostili circostanze storiche. Klaus Iohannis: “Voglio trasmettere a tutti i romeni, per questa occasione, un’esortazione personale: non dubitate mai di voi stessi e della Romania, non lasciate che nessuno metta in dubbio questi valori del nostro popolo, fidatevi della vostra forza e grandiosità. Penso che, guardando indietro al secolo passato, possiamo essere orgogliosi e riconoscere la nostra trasformazione come nazione.”

Dal canto suo, il premier Dacian Cioloş ha affermato che il 1 Dicembre 1918 rappresenta un miracolo della storia, dietro il quale ci sono state persone capaci di sognare e di applicare con perseveranza l’ideale dell’Unità. In occasione della Festa Nazionale hanno trasmesso messaggi anche i politici presenti alla parata militare di Bucarest. I romeni hanno ricevuto messaggi di auguri anche a nome del popolo americano e del presidente Barack Obama. Le autorità di Washington hanno sottolineato che il Partenariato strategico che gli USA hanno con la Romania è molto importante e che Bucarest resta un alleato di fiducia della NATO, che contribuisce significativamente alla pace e alla sicurezza internazionale.

NO COMMENTS