Il PNL ha convalidato all’unanimità Ciolos come proposta di premier

0
502

Mercoledì, il Consiglio Nazionale del Partito Nazional Liberale (PNL) ha convalidato all’unanimità il nome di Dacian Ciolos come proposta di premier del partito, e l’adozione dei principi della Piattaforma 100 nel programma di governo della formazione.

“A partire da oggi, accanto al programma di governo, abbiamo adottato nei nostri programmi anche la Piattaforma Romania 100”, ha dichiarato il segretario generale Ilie Bolojan.

“Da questo momento, il PNL si presenta alle elezioni con tre elementi: una squadra di candidati per ciascuna contea, il programma piattaforma “Romania 100” e la proposta di premier, Dacian Ciolos”, ha aggiunto Bolojan, ricevendo gli applausi dei presenti.

Inoltre, Dacian Ciolos aveva dichiarato un giorno prima a Radio Romania Actualitati (RRA), che intendeva muoversi verso i partiti per spiegare principi e valori della Piattaforma Romania 100, non per esprimere “un’adesione politica”, chiarimento per altro arrivato nel contesto in cui il premier aveva già annunciato la decisione di partecipare al Consiglio Nazionale del PNL.

 

Ciolos: Lo slogan PNL “tramite noi stessi” è più adatto che mai. Il PNL ha preso decisioni dolorose

Mercoledì, Dacian Ciolos ha dichiarato presso il Consiglio Nazionale del PNL, che i cambiamenti attraversati da partito, dalle elezioni locali finora, gli danno la convinzione di poter lavorare insieme e di poter riunire attorno ad un buon programma le persone deluse dalla politica, che aspettano “riforme, franchezza ed efficienza”

“Voi siete un partito politico che, ho notato anche nella fase delle elezioni locali, ha accettato di iniziare questi cambiamenti e ha preso alcune decisioni. Considerando la storia del partito di questi ultimi anni, probabilmente per alcuni si è trattato di decisioni dolorose – quelle di rinunciare a certe persone che hanno dedicato la loro vita al partito ma che, per varie ragioni, probabilmente anche per il modo in cui hanno inteso fare politica in un certo periodo, hanno creato problemi che hanno generato a loro volta questa comunicazione difficile tra il partito e la società. E avete deciso di fare questo passo, di portare in prima fila gente nuova, applicare i criteri di integrità in modo che non restassero solo sulla carta e allo stesso tempo avete proposto idee nuove”, ha dichiarato il premier Dacian Ciolos in riferimento a quanti nel partito hanno fatto un passo indietro, dopo l’applicazione dei criteri di integrità.

Il premier ha affermato che la Piattaforma “Romania 100” che ha lanciato, propone un set di valori e principi necessari per un governo responsabile, esercitato tuttavia dai partiti, all’interno di una democrazia parlamentare, aggiungendo che il PNL è il partito con cui è possibile riconquistare quella categoria di persone disimpegnate, deluse, ma che vuole riforme.

“Insieme possiamo dimostrare il fatto che la democrazia si può applicare tramite i partiti politici e integrando anche questi principi legati ad un governo responsabile, legati alla lotta continua contro la corruzione, non per lottare contro qualcuno, ma per affermare certi principi e certi valori. (…) Ho fiducia che l’intera evoluzione percorsa dal vostro partito in quest’ultimo periodo si tradurrà anche in quell’energia che vi permetterà e ci permetterà di riconquistare insieme la fiducia della gente, che per ora resta fuori. La Romania ha bisogno in primo luogo di persone che desiderino la riforma, che desiderino cambiamenti in questo paese, che siano pronte a implicarsi per questi cambiamenti”, ha dichiarato il capo dell’Esecutivo.

Ciolos ha poi detto ai liberali che il vecchio slogan PNL “Tramite noi stessi” è più adatto che mai, perché il cambiamento comincia in primo luogo a livello individuale.

“Non possiamo assumerci cambiamenti a livello collettivo fino a quando non cambieremo noi stessi e il nostro modo individuale di entrare in contatto con le cose. Anche voi avete usato per un certo tempo uno slogan che diceva qualcosa del tipo cambiare le cose tramite noi stessi o rendere le cose migliori tramite noi stessi. Credo che quest’idea sia più adatta che mai adesso”, ha concluso il premier.

NO COMMENTS