La Settimana della Lingua Italiana nel Mondo celebrata in Romania

0
550

La Settimana della Lingua Italiana nel Mondo è l’evento di promozione dell’italiano come lingua di cultura classica e contemporanea, che la rete culturale e diplomatica del Ministero degli Esteri italiano organizza ogni anno, nella terza settimana di ottobre, intorno a un tema che serve da filo rosso per conferenze, mostre e spettacoli, incontri con scrittori e personalità.

Nata nel 2001 da un’intesa tra la Farnesina e l’Accademia della Crusca, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, la Settimana della Lingua Italiana si è sviluppata di edizione in edizione, coinvolgendo, oltre agli Istituti Italiani di Cultura, anche Ambasciate e Consolati. La XVI edizione della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, che si è svolta dal 17 al 23 ottobre 2016, è stata dedicata alla creatività italiana e ai suoi marchi, ed in particolare ai settori della moda, dei costumi e del design, come recita il titolo “L’Italiano e la creatività: marchi e costumi, moda e design”.

In occasione della XVI Settimana della Lingua Italiana nel mondo, l’Istituto Italiano di Cultura di Bucarest ha proposto al pubblico, il 19 ottobre, la conferenza “Paolo Castelli SpA – L’eccellenza del Made in Italy in design e arredamento su misura” di Paolo Castelli, il titolare di un’importante azienda che porta nel mondo con successo la qualità e lo stile italiano. Tra i progetti più rappresentativi della Paolo Castelli SpA si annovera la realizzazione degli allestimenti di Palazzo Italia a Expo 2015. Erede di una tradizione familiare lunga 140 anni, Paolo Castelli S.p.A. è un’azienda italiana leader nel settore del Global contracting e del design in campo nazionale e internazionale ed ha saputo, negli anni, anticipare le nuove esigenze del mercato – tra artigianato e industria – diventando una realtà dinamica e flessibile. Partendo dall’esperienza Expo 2015, Paolo Castelli racconterà al pubblico romeno i recenti progetti gestiti dall’azienda bolognese, come l’Hotel Mandarin Oriental a Milano, le Funivie del Monte Bianco, i progetti residenziali high-end a Montecarlo, fino ad arrivare alle produzioni di arredi ed oggetti d’arte delle collezioni Inspiration e Domodinamica.

 pag-8-arhitect-paolo-settimana-della-lingua-italiana

Il documentario “Fuocoammare” del regista di origine italiana Gianfranco Rosi all’Astra Film Festival 2016

Dal 17 al 23 ottobre, a Sibiu si è svolto il festival del cinema Astra Film Festival. Il Festival ha presentato realtà umane contemporanee così come sono evocate dal cinema documentario. Il programma del Festival è mette a fuoco su una visione realista delle società contemporanee e promuove l’armonia culturale e trans-culturale.

In programma all’attuale edizione, il documentario “Fuocoammare” del regista di origine italiana Gianfranco Rosi, in cui sono descritte le contraddizioni del popolo di Lampedusa attraverso gli occhi di Samuele, un dodicenne che ama sparare con la fionda e andare a caccia. Il film è stato presentato in anteprima mondiale in Concorso al 66° Festival di Berlino lo scorso febbraio.

Inaugurato nel 1993, come progetto pioniere nella regione, la sua storia è altrettanto affascinante come i migliori documentari presentati. Nel tempo si è formato un pubblico appassionato di documentari ed è nato un programma di educazione tramite il cinema per il pubblico giovane e molto giovane, intitolato Astra Film Junior, un evento nazionale con decine di migliaia di partecipanti ogni anno. Organizzato da Astra Film – il Centro per il Film Documentario e l’Educazione Visiva e dalla Fondazione Astra Film e fondato e diretto da Dumitru Budrala, dottore in antropologia visiva, il Festival è diventato un punto di riferimento per chi lavora nell’industria del cinema, per accademici e appassionati di cinema.

NO COMMENTS