L’Italia conquista il lauro al Karpatia Horse Show 2016

0
610

Il Karpatia Horse Show 2016, evento ippico internazionale svoltosi sui domini Cantacuzino di Floresti, Prahova, ha designato i suoi vincitori. Nella competizione dei fantini professionisti, provenienti da paesi come Gran Bretagna, Ungheria, Bulgaria, ma anche dal paese ospite – Romania, il concorrente italiano ha conquistato il lauro della vittoria. È la seconda edizione consecutiva in cui l’Italia è presente con un cavaliere in questa competizione, svoltasi su un dominio nobiliare.

 

Nel periodo 30 settembre – 2 ottobre 2016, sui terreni del dominio Cantacuzino di Floresti, Prahova, si è svolto Karpatia Horse Show, evento ippico internazionale rivolto agli appassionati di cavalli ed equitazione, e a chiunque apprezzi il fascino dei domini nobiliari e desideri assistere a esperienze di lifestyle inedite. Come abbiamo appreso da Ioana Capanu, managing Partner GLAM PR, quest’anno gli organizzatori hanno voluto preparare una serie di attività di entertainment destinate a riportare in vita il vecchio dominio Cantacuzino, che copre una superficie di 130 ettari, e riprendere la tradizione degli eventi di “bonton”. Così, ci sono state sfilate di levrieri, di macchine di epoca, passeggiate con carrozza sui vicoli dei castagni, e non sono mancate anche lezioni d’equitazione, architettura e domini nobiliari. E affinché l’evento si avvicini ancora di più all’atmosfera di una volta, il suggerimento è stato che l’abbigliamento dei presenti fosse “intonato” al posto della manifestazione. Più esattamente se l’l1 ottobre è stato imposto che l’abbigliamento contenesse anche un elemento che ricordasse l’equitazione, nell’ultimo giorno della competizione, domenica, durante una parata di levrieri, è stato richiesto un vestito più elegante, con tanto cappello. Neanche i bambini sono stati trascurati, e per quelli presenti sono stati messi a disposizione atelier creativi di pittura ad acqua, ceramica e artigianato. Inoltre, in una zona appositamente allestita presso lo stand Karpatia, i piccoli hanno potuto giocare su un enorme scivolo, ma hanno potuto fare anche passeggiate a cavallo e su pony, mentre ai loro genitori sono state offerte passeggiate a cavallo o in carrozza. Allo stesso tempo, gli adulti hanno potuto vivere virtualmente anche l’esperienza del salto ostacoli a cavallo, grazie ad un’applicazione speciale. Gli appassionati di moda hanno avuto a disposizione un’ampia zona di prodotti hand-made, gioielli dipinti su porcellana o con temi equestri, abiti di seta stampati con quadri celebri, brache e borse di cuoio, così come hanno voluto gli organizzatori per rendere l’atmosfera del Karpatia Horse Show 2016 degna di un festival. Tuttavia le più aspettate e ammirate con certezza sono state le competizioni: quest’anno infatti, il Karpatia Horse Show, alla sua terza edizione, ha ospitato due tipi di competizioni ufficiali: il Concorso Complet International (disciplina olimpica dal 1912, composta da prove di Dressage, Cross-Country e Ostacoli), e il Concorso Nazionale di Imbracatura prova coni. La competizione equestre internazionale è stata suddivisa in tre categorie di concorso (CCI 1*, CCI 2*, CCI 3*) ed è stata composta dalle prove Dressage, Cross-Country e Ostacoli. Entrambe le competizioni sono state organizzate con il sostegno della Federazione Equestre Internazionale e della Federazione Equestre Romena, e questo ha permesso la partecipazione di fantini professionisti della Gran Bretagna, Italia, Ungheria, Bulgaria e Romania.

karpatia2

Quindi, il concorso Complet International 3 stelle, con prove obbligatorie di dressage, cross country e salto ad ostacoli, è stato vinto da Mattia Luciani (27 anni, Italia, Gruppo Sportivo Carabinieri) insieme al cavallo Leopold. Il secondo posto è andato a Sza1bo Orsolya (Ungheria) con il cavallo Zizi St. John, mentre il terzo è stato di Roberta Fox (Gran Bretagna) con il cavallo Fleet Street.  Per quanto riguarda il vincitore della competizione, Mattia Luciani, egli ha dichiarato: “È per la prima volta che vengo in Romania in questa competizione su questo meraviglioso dominio. Nella prova a tre stelle ho concorso con un cavallo giovane di 8 anni, con cui parteciperò anche a Bedminton, in Gran Bretagna, nella categoria 4 stelle. Questo è stato il secondo concorso di tre stelle cui ho partecipato quest’anno, dopo la competizione in Ungheria. Ho viaggiato per tre giorni insieme ai miei cavalli, ma sono contento di essere in Romania perché l’organizzazione è stata eccellente”. Le competizioni non sono state affatto facili, con tronchi, fossati, tavole di legno, siepi e una spettacolare fontana del Palazzo Piccolo del Trianon come ostacoli difficili che i cavalieri insieme ai loro cavalli hanno dovuto saltare. Quest’anno il percorso è stato ripensato dal designer irlandese Peter Fell, assistito da Gabriel Boghiu, che ha voluto aumentare la spettacolarità dello show ippico, raddoppiando il numero dei passaggi dei cavalieri attraverso ogni punto di vista del percorso. “Abbiamo realizzato un percorso di cross-country spettacolare per tutte e tre le categorie del concorso, e ovviamente il più difficile è stato quello a tre stelle, con alcuni ostacoli stretti e con il salto della fontana, che ha messo in difficoltà i cavalli e i cavalieri. Il cavallo non sapeva cosa sarebbe stato, quanto è profonda l’acqua, e poteva spaventarsi o anche rifiutare di saltare. In questo modo, i cavalieri hanno potuto vedere quanto bene sono allenati i loro cavalli e quanto forte è il livello di fiducia dell’animale”, ha dichiarato Peter Fell.

I vincitori della prova a due stelle sono stati Karin Khoddam-Hazrati, rappresentante dell’Austria e per la prima volta presente a quest’evento con il cavallo Flashlight, e Dalakov Mitko, proveniente dalla Bulgaria con il cavallo Solaris. D’altra parte, l’Austria ha vinto il maggior numero di medaglie, grazie a Karin Khoddam-Hazrati con i cavalli Vienna e Oklahoma, con il quale è arrivata al I e II posto nella categoria una stella, mentre il terzo posto è stato assegnato alla Romania, a Sandra Takacs con il cavallo Olimpia. I romeni hanno vinto medaglie nelle categorie Novellini e Prenovellini, a merito dei cavalieri Gherghina Adrian, Nemes Calin e Sandra Takacs.

karpatia

Va precisato che nell’edizione del 2016, il Karpatia Horse Show ha ospitato anche un Concorso Nazionale di Imbracatura con due e quattro cavalli, svoltosi su un percorso segnato da coni, collocati ad una distanza esatta. I vincitori sono stati Fitero Petre (2 cavalli) e Bartha Edward (4 cavalli), partecipante e vincitore dei campionati mondiali d’imbracatura.

“Sono stato contento di aver avuto avuto in questo concorso uno dei più abili e talentuosi driver, Bartha Edward, e allo stesso tempo essere riusciti a organizzare al Karpatia Horse Show 2016 questo spettacolo con carrozze bellissime e driver elegantissimi, che hanno incantato il pubblico”, ha dichiarato Mihnea Virgolici, direttore dell’evento.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY