Alina Gorghiu, presidente unico del Partito Nazionale Liberale

0
519

Gheorghe Falca, il capo della campagna PNL alle parlamentari

I membri del Partito Nazional Liberale (PNL) hanno deciso sabato sera che Alina Gorghiu sarà presidente unico del partito fino al congresso. Gheorghe Falca, sindaco di Arad, è stato scelto capo della campagna elettorale del partito per le elezioni parlamentari dell’11 dicembre.

Sabato ha avuto luogo l’incontro degli ex democratici liberali, che si sono riuniti presso la sede centrale del partito per prendere una decisione sulla nomina di un copresidente al posto del dimissionario Vasile Blaga.

Dopo la riunione degli ex democratici liberali, ha avuto luogo l’incontro dell’Ufficio Politico Nazionale PNL per discutere la proposta fatta dall’ala PDL. Dopo i due incontri di sabato dei liberali, l’ex PNL ha prevalso, che aveva sostenuto sin dall’inizio che la soluzione migliore sarebbe un presidente unico, che rappresenterebbe anche che la fusione delle due formazioni è stata realizzata.

 

Blaga: Sono convinto che Alina Gorghiu – presidente unico di PNL – sia la via migliore

I liberali avranno un presidente unico, nella persona di Alina Gorghiu, e l’europarlamentare Daniel Buda è stato incaricato a firmare le liste elettorali da parte dell’ex Partito Democratico Liberale (PDL), ha annunciato sabato sera l’ex copresidente del Partito Nazionale Liberale e coordinatore della campagna elettorale per le elezioni parlamentari.

“Ci sono state due riunioni. La prima è stata quella dei presidenti del vecchio PDL. È seguita la riunione dell’Ufficio Permanente di PNL. Nella prima riunione, con un solo voto contro e con quattro astensioni, abbiamo deciso di rinunciare alla copresidenza del partito perché siamo un unico partito, e di proporre come presidente unico la signora Gorghiu.”, ha affermato Blaga, in una conferenza stampa presso la sede PNL, menzionando che Daniel Buda è stato incaricato di firmare, insieme ad Alina Gorghiu, le liste della formazione per le elezioni parlamentari.

Vasile Blaga ha precisato che appoggerà Alina Gorghiu.

“Sono convinto che abbiamo scelto la soluzione migliore. Appoggerò la signora Gorghiu e credo sia la via migliore”, ha sottolineato Blaga.

La nomina di Alina Gorghiu sarà votata la settimana prossima dall’Ufficio Politico Nazionale del PNL.

Per quanto riguarda la nomina di Falca come coordinatore della campagna elettorale dei liberali per le parlamentari, questa arriva dopo che Vasile Blaga si è dimesso anche da questa carica.

In merito alla decisione presa dai leader PNL, che il partito avrà una direzione unica nella persona di Alina Gorghiu, Turcan ha considerato che questa dimostra “molta saggezza”.

“La decisione di oggi significa molta saggezza per il PNL. È una decisione che dimostra la capacità del PNL di guardare a ciò che la gente si aspetta dal PNL, dalla politica. (…) È un gesto che non significa né resa né vittoria per nessuna delle parti. È un gesto che segna la comprensione del futuro, e il futuro non può realizzarsi con mezze misure. Così come abbiamo deciso di avere anche a livello di organizzazioni regionali presidenti unici, per la direzione del partito non potevamo proporre altra soluzione che questa – una direzione unica”, ha dichiarato sabato sera il vicepresidente della formazione liberale, Raluca Turcan.

 

PNL organizza sabato prossimo il Consiglio Nazionale di Coordinazione per la presidenza unica del partito

Il Consiglio Nazionale di Coordinazione del Partito Nazionale Liberale sarà organizzato sabato prossimo per convalidare la decisione relativa alla direzione unica, che sarà esercitata da Alina Gorghiu e all’incarico assegnato all’europarlamentare Daniel Buda riguardo la firma delle liste per le elezioni parlamentari, secondo alcune fonti liberali.

L’ultimo CNC del PNL ha avuto luogo nel 2015, quando sono stati votati i criteri di integrità e Ilie Bolojan è stato nominato segretario generale dei liberali.

Al CNC parteciperanno le organizzazioni regionali, parlamentari, europarlamentari, eletti locali e delegati di tutte le filiali PNL.

 

Blaga: Come semplice membro, aiuterò il partito con tutto quello che so, anche in campagna elettorale

L’ex copresidente PNL Vasile Blaga ha dichiarato, sabato, che farà il suo dovere come semplice membro di partito e che aiuterà la formazione con quello che sa, anche in campagna elettorale.

Riferendosi al modo in cui è stata presa la decisione che il partito sarà diretto da un presidente unico, Blaga ha affermato che la discussione è durata due ore e mezzo, e alla fine si è raggiunta “la conclusione che si imponeva”.

“È stata una discussione di oltre due ore ma in un partito serio come il PNL (…), con gli argomenti di alcuni dei colleghi e i contro argomenti degli altri, abbiamo raggiunto la conclusione che s’imponeva. I colleghi, dopo due ore e mezzo di discussioni, con solo un voto contro e quattro astensioni – e il voto non è arrivato dall’Ardeal – hanno sostenuto questo: il partito deve essere ancora più unito”, ha precisato Blaga.

Alla domanda se questo non costituisca un passo indietro per il vecchio PDL, ha risposto: “Neanche da lontano, noi siamo un solo partito. Ci sarà anche qualche scontento (…), la vita è così”.

 

Gorghiu, sulla carica di presidente PNL:  È più difficile , finora il fardello è stato condiviso

Sabato, il leader PNL, Alina Gorghiu, ha affermato che la carica di presidente unico dei liberali non rappresenta un compito facile, mostrando che d’ora in poi sarà più difficile perché, Finora, “il fardello” era condiviso.

“È un segnale di maturità di una squadra che è nata da due anni (…). Non è una missione facile quella che io e Vasile Blaga avevamo assunto due anni fa. Ed è più difficile adesso perché il carico, finora, l’avevo condiviso con Vasile Blaga. È giunta l’ora di guardare a tutto ciò che significa prospettiva del PNL e ci sono momenti in cui dalla crisi si può uscire più forti, più uniti, guardando avanti con la speranza che le cose andranno per il meglio”, ha dichiarato Gorghiu, in una conferenza stampa.

Lei ha mostrato che le priorità del PNL sono legate al programma di governo, mostrando che questo documento sarà presentato nella riunione del Consiglio Nazionale di Coordinazione della formazione politica, che avrà luogo la settimana prossima.

“La lista PNL non ci porterà imbarazzo né a Iasi, né a Bucarest, né a Suceava, né a Calarasi. Ci sarà una lista come desidera l’elettorato e come gran parte delle organizzazioni desidera”, ha aggiunto Gorghiu.

NO COMMENTS